Contributo unificato: cos'è e come funziona

Tramite: O2O 10/02/2017
Difficoltà: media
17

Introduzione

Nella sfortunata occasione in cui possa capitare di doversi rivolgere a un avvocato per una causa civile, il legale metterà al corrente il cliente della propria parcella, che potrebbe includere anche il contributo unificato per poter iscrivere la causa. Nello specifico, il contributo unificato è una tassa che bisogna pagare per l'iscrizione a ruolo delle cause civili e amministrative. Per "iscrizione a ruolo" si intende il momento in cui ha inizio il procedimento, ovvero quando il fascicolo contenente la causa viene depositato nella cancelleria del Tribunale, Giudice di Pace o T. A. R. E, se per qualunque motivo mancasse la ricevuta di pagamento del contributo, il cancellerie non potrebbe iscrivere la causa a ruolo e, di conseguenza, non verrebbe fissata una prima udienza. In poche parole: purtroppo è l'ennesimo orpello da pagare. Vediamo però cos'è e come funziona nel dettaglio.

27

Occorrente

  • Ricevuta pagamento contributo unificato
37

Il contributo unificato è dovuto quasi sempre con alcuni eccezioni, vedremo poi quali, e può essere pagato dall'avvocato per conto del cliente o anche semplicemente nelle tabaccherie abilitate dove, dopo il pagamento, verrà rilasciata una ricevuta di color arancione che andrà successivamente applicata al fascicolo della causa per dimostrare l'avvenuto pagamento della tassa. L'importo della c. U. È variabile in base al tipo di causa in oggetto.

47

Generalmente per il processo amministrativo, vale a dire per i ricorsi al T. A. R., il contributo è decisamente oneroso, va da ? 300,00 a ?6.000. Per il processo tributario il c. U. Passa da ? 30,00 (per cause di valore fino ad ? 2.582,28) ad ? 1.500,00 (per cause superiori ai ? 200.000). Anche nel processo civile il c. U. Va da ? 37,00 ad ? 1.466,00 a cui poi va aggiunta una marca da bollo di euro 8,00. Sono esenti dal conto unificato i procedimenti riguardanti la prole, procedimenti di opposizione e cautelari in materia di assegni di mantenimento prole, procedimenti di interdizione ed inabilitazione, procedimenti relativi ai minori, agli interdetti e agli inabilitati e procedimenti di rettificazione di stato civile.

Continua la lettura
57

Possono essere esenti anche le controversie individuali di lavoro, e di previdenza, per soggetti titolari di un reddito IRPEF inferiore ad ? 31.884,48. Occorre anche ricordare che per soggetti che rientrano in fascia di reddito inferiore a 10,600 ? annui, secondo la più recente dichiarazione dei redditi, è possibile richiedere l'esenzione del pagamento in ogni caso il contributo unificato, ed è anche possibile richiedere l'esenzione dal pagamento delle competenze legali del proprio avvocato in quanto, su richiesta, verranno pagate dallo Stato.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Richiedere l'esenzione, quando possibile, in base alla propria situazione reddituale
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Ripple: cos'è e come funziona

Per gli interessati in economia e finanza sicuramente questo termine non è del tutto nuovo, per quanto ancora nuova sia la tecnologia di cui fa uso. Stiamo parlando di una cripto-valuta e quando parliamo di criptovalute non parliamo altro che sistemi...
Finanza Personale

Vaglia postale circolare: cos'è e come funziona

Il vaglia postale circolare è un metodo di pagamento molto comune e di facile utilizzo. Attraverso di esso, è possibile inviare denaro a terze persone, anche se non si è titolari di un conto corrente postale. Per effettuare un vaglia, è necessario...
Finanza Personale

Offerta Pubblica di Acquisto: cos'è e come funziona

Un'offerta di acquisto è una particolarissima offerta o un invito ad offrire per l'acquisto di prodotti di tipo finanziario. Se questa offerta è rivolta ad un numero di persone superiore a 150 e se il valore complessivo dei titoli oggetto dell'offerta...
Finanza Personale

Contratto di leasing: cos'è e come funziona

Il leasing è uno strumento finanziario in cui la proprietà del bene locato rimane alla società che lo ha concesso in leasing, mentre il locatario ottiene il diritto di utilizzare il bene pagando un canone di locazione per la durata del contratto. Alla...
Finanza Personale

Come ottenere il contributo gravidanza Regione Lombardia

La Giunta regionale della Lombardia ha approvato con la delibera 2013 del 20 luglio 2011, la promulgazione di un fondo speciale che comprende 1113 progetti personalizzati per aiutare le madri, con problemi economici, a far fronte alla gravidanza e alla...
Finanza Personale

Come ottenere il contributo prima casa: Regione Sardegna

L'Assessorato dei Lavori pubblici della Regione Autonoma della Sardegna ha pubblicato il nuovo bando per ottenere contributi in conto interessi sui mutui per la costruzione, l'acquisto e il recupero della prima casa di abitazione; tale contributo riguarda...
Finanza Personale

Come ottenere il contributo all'affitto dalla Regione Lombardia

Nella regione Lombardia, per gli inquilini che risiedono con contratto regolare di affitto in case private adibite ad abitazione principale, e che versano in condizioni economiche particolarmente gravi, tanto da non riuscire a pagare l'affitto, è prevista...
Finanza Personale

Come funziona il sistema fiscale in Liechtenstein

Il 1° gennaio 2011, in Liechtenstein è entrato in vigore un nuovo sistema fiscale con l'obiettivo di modernizzare il precedente ordine giuridico in materia di imposizione fiscale, tenendo conto degli sviluppi internazionali. Il nuovo sistema dovrebbe...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.