Contratto a termine: come funziona

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Con la definizione di "contratto a termine" si intende un contratto di lavoro al quale è stata apposta una data di scadenza. Questa forma di contratto è molto diffusa. Viene spesso utilizzata dalle aziende o da enti pubblici, per sostituire personale temporaneamente assente oppure per potenziare l'organico in determinati periodi dell'anno. Esso funziona esattamente come il contratto di lavoro a tempo indeterminato, dal quale differisce per l'unico aspetto della durata. Ai lavoratori con contratto a termine, infatti, vengono applicate le medesime normative e gli stessi trattamenti economici che spettano ai lavoratori assunti e regolarizzati con contratti a tempo indeterminato. In questa guida, con pochi e semplici passaggi, vedremo a livello pratico come funziona il contratto a termine.

25

Periodo di prova

Come prima cosa, avvenuta l'assunzione, il contratto a termine come il contratto a tempo indeterminato, prevede il periodo di prova. Durante questo periodo, azienda e lavoratore possono interrompere il rapporto di lavoro senza alcun preavviso e motivazione. Nel caso in cui, una delle parti non intenda proseguire con il contratto, verrà fornita al lavoratore una comunicazione scritta, dove si specifica che nel tal giorno il contratto decade, in quanto il periodo di prova non è stato superato. La dichiarazione sarà firmata sia dal datore di lavoro che dal lavoratore dipendente.

35

Rinnovi del contratto

La legge obbliga le aziende di medie e grandi dimensioni a fornire al lavoratore “a temine” una formazione adeguata alla mansione specificata sul contratto, al fine di prevenire rischi specifici connessi alla sicurezza sul lavoro: la violazione di questi obblighi formativi comporta il pagamento di sanzioni a carico dell'azienda. Per quanto riguarda i rinnovi, nel caso specifico in cui, durante l'impiego del lavoratore con contratto a termine, si verifichi la necessità di prolungarne la permanenza, può avvenire sia con una proroga del contratto medesimo, o addirittura nelle migliori delle ipotesi con una trasformazione del contratto, da contratto a termine a contratto a tempo indeterminato. Tuttavia, le modalità dei rinnovi, fanno parte di una serie di casistiche legislative, che solo un professionista del lavoro può essere in grado di conoscere. Nel caso in cui si verifichi il rinnovo del contratto è meglio essere adeguatamente informati, onde evitare di intraprendere un percorso che non porta da nessuna parte.

Continua la lettura
45

Conclusioni

Il contratto a termine, ha le stesse caratteristiche del contratto a tempo indeterminato. Come prima abbiamo già accennato, specifichiamo che prevede tutte le tutele, sia in termini pensionistici che di copertura in caso di malattia, maternità, infortunio, per le ferie, festività, tfr, ecc.. L'aspetto, comunque da tenere in considerazione e che sottolineiamo lo distingue da quello a tempo indeterminato è che il contratto a termine: ha una data di inizio e una data di fine rapporto già indicata in contratto. Quindi, il lavoratore svolgerà la propria opera lavorativa per un periodo preventivamente concordato.https://www.cliclavoro.gov.it/NormeContratti/Contratti/Pagine/Contratto-a-tempo-determinato.aspx
.

55

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Come funziona il contratto di apprendistato

Le assunzioni fatte dai datori di lavoro, pubblici o privati, per i giovani che hanno un'età compresa tra i 15 ed i 29 anni prevedono un contratto particolare, cosiddetto "di apprendistato". Quest'ultimo è indispensabile per poter ottenere nel tempo...
Lavoro e Carriera

Contratto di somministrazione: come funziona

Il contratto di somministrazione è stato introdotto per la prima volta in Italia nel 2003 a seguito dell'approvazione della Legge Biagi. Quest'ultima è stata emanata per sostituire un altro contratto di lavoro, ossia quello interinale previsto da una...
Lavoro e Carriera

Cos'è e come funziona il contratto a progetto

Oggi giorno trovare un lavoro risulta sempre più difficile. Ecco allora che molte aziende o datori di lavoro usano un tipo particolare di contratto, il contratto a progetto (co. Co. Pro). Questa tipologia di contratto è molto utilizzata in Italia perché...
Lavoro e Carriera

Come funziona il contratto a tutele crescenti

Nel campo lavorativo esistono diverse tipologie di contratto, ognuna con le sue regole da rispettare e le sue eccezioni particolari, tra questi c'è quello a tutele crescenti che va nella categoria di quelli a tempo indeterminato, inoltre va aggiunto...
Lavoro e Carriera

Come funziona il contratto di lavoro a tempo parziale

I lavoratori con contratto a tempo parziale, più comunemente conosciuto come part-time, ricevono lo stesso trattamento dei lavoratori a tempo pieno; l'unica differenza è che lavorano per un numero minore di ore, percependo ovviamente una retribuzione...
Lavoro e Carriera

Contratto di lavoro intermittente o a chiamata: come funziona

Alcune aziende ed enti privati si avvalgono di lavoratori con contratto di lavoro intermittente o a chiamata in occasione di eventi speciali. A volte, in determinate occasioni e orari, quando l'attività ha bisogno di personale in più, si rivolge ad...
Lavoro e Carriera

Contratto di lavoro part-time: come funziona

Oggigiorno, in cui il mondo del lavoro è davvero difficile come ambiente, ed è sempre più complicato capire come scegliere l'impiego giusto, il lavoro part time si sta diffondendo sempre più, portando una vera rivoluzione nell'impiego. Se prima il...
Lavoro e Carriera

Contratto a tempo indeterminato: cause di licenziamento

Avere un contratto a tempo indeterminato significa avere un termine, un limite per poi cessare e chiudere il contratto. Nel contratto però non sarà presente un limite determinato o al termine di un attività o alla conclusione di un lavoro. Tuttavia,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.