Conto corrente: 5 cose da non fare

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il fisco è ormai ufficialmente autorizzato ad entrare nel conto corrente bancario o postale, per controllare i cittadini che fanno diversi movimenti e non li dichiarano. Si tratta infatti, di una manovra dell'Anagrafe tributaria, che controllerà entrate ed uscite del saldo di inizio e fine anno, richieste di libretti di assegni, prelevamento di contante, bonifici e tante altre comuni operazioni. A tale proposito, ecco una lista con 5 cose da non fare per evitare i controlli sul conto corrente.

26

Lasciare il conto in rosso

Se abbiamo un conto corrente non conviene lasciarlo in rosso, poiché oltre a delle spese relative al cosiddetto “massimo scoperto”, c’è anche il rischio che il fisco possa giudicarlo un atto volontario, per omettere i movimenti e la disponibilità effettiva dei soldi.

36

Aprire conti online e all'estero

Se abbiamo l’intenzione di aprire dei conti correnti online o all’estero, bisogna ponderare bene la situazione; infatti, il fisco li potrebbe monitorare specie se non sono affiliati alla Banca d’Italia, ed inoltre se si tratta di paesi extracomunitari (paradisi fiscali), potrebbe anche sopraggiungere l’imputazione di capitali esportati all’estero senza l'autorizzazione statale.

Continua la lettura
46

Aggiungere paypal al conto corrente

Se abbiamo un account paypal, è importante sapere che aggiungere questo metodo di pagamento al conto corrente o comunque associarlo alla carta di credito, comporta la trasmissione dei dati e delle operazioni nel registro dell’anagrafe tributaria, che quindi è in grado di monitorare i movimenti in entrata ed in uscita.

56

Effettuare spesso dei giroconti

Un'altra operazione che bisogna evitare quando si è in possesso di un conto corrente, è quella di effettuare dei giroconti. Infatti spesso per non incorrere in sospetti, molte persone prima di procedere ad un pagamento diretto, preferiscono versare i soldi su un altro conto magari del coniuge, in modo da depistare le eventuali indagini da parte dell'anagrafe tributaria. Purtroppo con le nuove regolamentazioni, la privacy è diventata un optional, per cui anche i giroconti saranno facilmente rintracciabili, e quindi alla fine la tributaria potrebbe richiedere delle spiegazioni valide.

66

Richiedere troppo spesso l'estratto conto

Se fino a pochi anni fa almeno una volta al mese si richiedeva l'estratto conto, per verificare se magari un assegno emesso era stato regolarmente incassato oppure un altro accreditato correttamente, adesso non conviene in quanto le banche se lo fanno pagare. Infatti, a fine anno oltre al canone fisso o variabile, si potrebbe aggiungersi una spesa imprevista ed inopportuna, visto che molte banche offrono la possibilità di accedere al proprio conto e in modo gratuito, attraverso il loro portale online con il pin elettronico.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Banche e Conti Correnti

Come aprire un conto corrente in Albania

Di questi tempi, aprire un conto corrente all'estero conviene, perché i costi di gestione sono nettamente inferiori rispetto a quelli italiani, specie in paesi come l'Albania. Potrebbe sembrare un'operazione complicata, ma non è affatto così, vi basterà...
Banche e Conti Correnti

Come trasferire un conto corrente postale

Tutti quanti abbiamo la necessita' di aprire un conto corrente dove depositare i nostri soldi. Ci sono moltissimi servizi ed istituti preposti a questo, e molti scelgono il conto corrente postale. Anche se molti decidono successivamente di chiuderlo per...
Banche e Conti Correnti

Come aprire un conto corrente in Inghilterra

Se si risiede nel Regno Unito per meno di 6 mesi, è consigliabile continuare ad usare il proprio conto corrente nel proprio paese d'origine. Se invece, si intende risiedere nel Regno Unito per un tempo superiore ai 6 mesi è opportuno aprire un conto...
Banche e Conti Correnti

Come aprire un conto corrente a Londra

Il conto corrente è importantissimo, per non dire primario, nel caso in cui si cercasse lavoro in qualunque regione italiana, ma riveste un ruolo ancora più importante all'estero e nelle città ricche di opportunità come Londra. Questo perché il datore...
Banche e Conti Correnti

Come aprire un conto corrente postale in 5 mosse

Da qualche tempo è possibile aprire un conto corrente postale che risulta essere conveniente soprattutto per i signori risparmiatori italiani. In effetti il conto corrente postale permette ai cittadini che lo possiedono di effettuare delle manovre finanziarie...
Banche e Conti Correnti

Come aprire un conto corrente condominiale

Avete preso in carico l'amministrazione del condominio e volete informazioni riguardo l'apertura di un conto corrente condominiale? Grazie a questa guida avrete tutte le informazioni necessarie e, in pochi e semplici passaggi, avrete un conto in banca...
Banche e Conti Correnti

Come aprire un conto corrente a zero spese

Ultimamente sta aumentando da parte delle banche l'offerta di conto correnti a zero. Questa scelta da parte degli istituti di credito serve per incoraggiare i piccoli risparmiatori ad aprire un conto corrente. Inoltre, l'avvento dei conti online permette...
Banche e Conti Correnti

Come comunicare il conto corrente dedicato

Come sappiamo, il conto corrente bancario è un servizio che le banche offrono ai risparmiatori per depositare i loro risparmi. Chi ha una propria attività (autonomo, libero professionista o imprenditore) di solito apre un conto corrente per gestire...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.