Consigli per un comunicato stampa di successo

tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Giornalisti e media sono molto spesso bombardati di richieste di pubblicazioni di notizie e di comunicati stampa e scelgono i più incisivi e i più interessanti da pubblicare. Far emergere il proprio tra i molti che vengono visualizzati ogni giorno in una redazione non è semplice, per cui vale la pena prestare attenzione a questi brevi consigli su come scrivere un comunicato stampa di successo, che vada subito in pubblicazione!

28

Visualizza il tuo obiettivo

Se un'azienda o un ente emette un comunicato stampa, certo vuole che la sua comunicazione abbia visibilità. La domanda è: perché? Qual è lo scopo principale del comunicato? Cosa si vuole che i lettori sappiano di chi sta scrivendo? Fai attenzione: lo scopo di un comunicato non è quasi mai fornire la banale informazione contenuta, ma raggiungere ben più concreti effetti: ampliare la clientela, mostrare le qualità dell'azienda, fornire giustificazioni a certi atteggiamenti. Prima di iniziare a scrivere il tuo comunicato, visualizza bene il tuo obiettivo e tienilo a mente durante tutta la stesura: anche se in modo velato, devi convincere i tuoi lettori.

38

Rispondi alle 5 W

Sono le basi della buona informazione e vengono insegnate a qualunque professionista del mestiere. Sono le 5 domande alle quali ogni buona comunicazione deve rispondere e, in inglese, iniziano tutte con la W.
What = Cosa? Qual è l'evento, l'informazione, la notizia che vuoi riferire?
Who = Chi? Chi è il protagonista di questa informazione?
When = Quando si è svolto l'evento in questione?
Where = Dove si è svolto l'evento in questione?
Why = Perché è accaduto quel che è accaduto?

Rispondendo a queste domande avrai fornito un'informazione completa, e i giornalisti sono molto sensibili alla completezza: quello a cui invierai il tuo comunicato sarà quindi molto più disposto a dargli spazio nel media che gestisce!

Continua la lettura
48

Punta sull'originalità

Dopo aver risposto alle "5 W", resta da soddisfare la cosiddetta "H", ovvero lo "How?", il "come" che dà i dettagli della notizia che vuoi fornire.
La tua attenzione a questo punto deve scivolare sui lettori, che da quando vengono bombardati tutti i giorni da informazioni di ogni tipo, restano ora maggiormente affascinati dalle notizie che destano curiosità, che hanno tratti originali, rari, perfino assurdi. Naturalmente non suggeriamo di falsificare il comunicato stampa per arricchirlo di assurdità, ma consigliamo di avere la capacità di porre gli accenti sulle note originali e curiose dell'informazione che stai trasmettendo. Anche il giornalista che ti legge capirà l'attrattiva sul pubblico di ciò che stai comunicando e ti pubblicherà di conseguenza.

58

Sii breve e conciso

La lunghezza media di un buon comunicato stampa non supera la facciata di testo A4, ed è meglio se arriva appena alla metà. Essere completi e concisi dà la possibilità di trasmettere direttamente le informazioni che si vogliono dare senza tergiversare e perdere di vista il punto centrale.
Ricorda che fare del comunicato una notizia non è compito dell'ufficio stampa, ma del media che pubblica la notizia: agli arricchimenti penseranno i relativi impiegati. Il tuo compito è far scegliere a questo impiegato il tuo comunicato fra decine di altri: quelli lunghi vengono spesso cestinati giusto perché in una redazione non c'è il tempo di leggerli! Loro privilegeranno i testi brevi, dunque fai altrettanto.

68

Mantieni un tono neutro

Un comunicato stampa presenta sempre un punto di vista: quello dell'azienda, del personaggio, dell'organo che lo trasmette. Dato che però l'intenzione è quella di far diventare un comunicato stampa una notizia, non si deve dimenticare che l'informazione non è di parte, ma oggettiva. Da un punto di vista teorico, un giornale, una televisione, un sito di informazione non dovrebbero essere schierati, ma fornire notizie oggettive e imparziali. Se anche talvolta accade diversamente, non si deve tuttavia trascurare che il media di riferimento a cui inviamo il nostro comunicato potrebbe non apprezzare affatto un tono evidentemente di parte e per questo cestinare il materiale che gli viene inviato. Mantenere pertanto un tono neutro e oggettivo è una regola standard per la redazione di un comunicato stampa.

78

Arricchisci il comunicato con allegati

Assodato che più il comunicato stampa è conciso meglio è, questo non significa che non dobbiamo fornire al destinatario che lo riceve tutto il materiale necessario per redigere un buon articolo.
Catturata l'attenzione, per esempio, del giornalista che desideriamo pubblichi il nostro comunicato grazie ad un contenuto completo, originale e conciso, possiamo inviare tramite allegati del materiale aggiuntivo che gli permetta di completare l'articolo a suo piacimento. Se infatti questo giornalista non possiede del materiale in archivio sul conto dell'azienda o dell'ente per il quale scriviamo, potrebbe essere difficile per lui pubblicarci... Così difficile da pensare di non pubblicarci affatto. Dipendiamo da lui, quindi: rendiamogli facile il lavoro! Alleghiamo, ad esempio, la storia dell'azienda, del materiale fotografico, altre pubblicazioni passate, referenze: tutto materiale a cui attingere per redigere un articolo sul nostro comunicato.

88

Fai attenzione all'orario di invio

Sembra una banalità, ma l'ultima cosa a cui prestare attenzione una volta terminato di redigere il nostro comunicato stampa è fare bene attenzione all'orario in cui lo si invia.
Informati accuratamente sulla redazione alla quale stai inviando il tuo comunicato per sapere a che ora vengono visualizzate le email e quando redatti gli articoli: inviare un ottimo comunicato stampa quando ormai le redazioni stanno già impaginando rende tutto il tuo lavoro inutile!
Fai in modo che il materiale che invii venga letto nel momento più opportuno.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Come inviare un comunicato stampa

Se avete intenzione di condividere con i media delle determinate informazioni sulla vostra organizzazione o su un evento che state preparando, ciò che vi serve, è un comunicato stampa. Non entrate nel pallone se pensate di dover scrivere nel dettaglio...
Aziende e Imprese

5 consigli per condurre una trattativa di successo

Che tu sia un imprenditore di successo o un privato libero professionista, nel caso in cui ti dovessi ritrovare a vendere qualcosa oppure a proporre un'affare a qualcuno devi sapere come muoverti. Non importa quanto si è esperti in materia, ciò che...
Aziende e Imprese

10 errori da evitare un e-commerce di successo

Il termine e-commerce (commercio elettronico) indica un canale per acquistare beni e servizi sul web attraverso server sicuri che prevedono il pagamento on-line tramite l'utilizzo di carte di credito. I beni acquistati possono essere di varie tipologie...
Aziende e Imprese

Come avere un franchising di successo

Per tutti coloro che intendono rendere la propria attività conosciuta e diffusa in tutto il Paese, il franchising costituisce certamente un’importante occasione di crescita, la soluzione più conveniente e adatta. Tramutare un’attività di successo...
Aziende e Imprese

Come aprire un account di successo eBay

eBay è una piattaforma web, meglio definita come market place, che offre a tutti i suoi utenti la possibilità di vendere oppure acquistare degli oggetti nuovi o usati in qualsiasi momento. Inoltre è possibile fare acquisti o mettere annunci da qualsiasi...
Aziende e Imprese

Come organizzare un meeting di successo

Commercialmente il meeting non è altro che una riunione, pianificata da professionisti per una presentazione o per congressi. Tale riunione può avere espletamento in albergo, in un centro congressi o qualsiasi altro luogo. I meeting, come a molti piace...
Aziende e Imprese

Temporary store: consigli efficaci

Se hai deciso di aprire un temporary store per proporre dei prodotti innovativi, magari per sondare il mercato, e poi in futuro provvedere al fitto di un locale in pianta stabile, è importante sapere che per ottenere il successo sperato, occorrono alcune...
Aziende e Imprese

Consigli per l'apertura di un franchising all'estero

Oggigiorno in Italia risulta essere sempre più difficile per i giovani diplomati e neo laureati trovare un lavoro che per loro sia gratificante.  In Italia le scarse offerte di lavoro fanno si che i giovani si sentono frustrati e che cercano successo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.