Come valutare un'impresa con il metodo reddituale ipotizzando una vita residua dell'impresa illimitata

Tramite: O2O 30/12/2014
Difficoltà: facile
15

Introduzione

In questa breve e semplice guida, vi spiegherò come valutare un'impresa con il metodo reddituale ipotizzando una vita residua dell'impresa illimitata. Prima di iniziare ad entrare nel vivo della questione, dovete sapere che cos'è il metodo di reddituale. Si tratta di una tipologia di sistema che cerca di stimare il valore di un'impresa. Esso si basa sui redditi che una qualsiasi impresa potrà conseguire nel corso del futuro. Tale metodo di stima si basa prettamente su ipotesi specifiche. Inoltre, si calcola in maniera differente in relazione all'orizzonte temporale di previsione. Ma adesso, vi illustro quando dovete applicarlo nel caso in cui la vita residua di un'impresa risulti illimitata.

25

Il metodo di valutazione reddituale consiste in una metodologia che fa parte della categoria dei sistemi fondati sulla teoria dei flussi. Come potete facilmente comprendere già dalla denominazione, si tratta di un metodo che prende in considerazione innanzitutto i redditi futuri attesi dall'impresa. Inoltre, li utilizza come base di calcolo per la determinazione del valore conclusivo. Il reddito adoperato non corrisponde però ad un reddito qualsiasi, e nemmeno all'ultimo reddito che può essere ricavabile dal bilancio. È semplicemente un reddito standardizzato che scaturisce da apposite procedure, il cui nome è REI. Continuiamo a scoprire come valutare un'impresa con il metodo reddituale ipotizzando una vita residua dell'impresa illimitata.

35

Una volta che avete definito l'orizzonte temporale e il REI, è necessario determinare un adeguato tasso di attualizzazione. Si tratta di un passaggio fondamentale per attualizzare definitivamente il REI. Questo tasso dovrà necessariamente tenere conto di alcuni alimenti. Tra questi, l'inflazione, la remunerazione destinata ad investimenti alternativi e il rischio al quale si sottopone l'attività imprenditoriale nel caso specifico. Il valore effettivo dell'impresa si ricava dopo aver diviso il REI per il tasso di attualizzazione. In pratica, si applica la formula per la determinazione del valore attuale di una rendita perpetua, che si chiama Gordon Model.

Continua la lettura
45

Ecco un esempio pratico per valutare un'impresa con il metodo reddituale ipotizzando una vita residua dell'impresa illimitata. Se avete intenzione di determinare il valore di una società di consulenza, dovete tenere conto che gli asset dell'impresa non hanno grande valore. In virtù di questo elemento, il metodo reddituale sembra un'ottima soluzione per determinare il valore della società. Quest'ultima possiede un REI di 4500 annui, con un tasso di attualizzazione stimato al 10%. Questo scaturisce dalla somma del tasso di un investimento privo di rischio, 5%, più il premio per il rischio pari al 7% meno l'inflazione pari al 2%. Il valore dell'azienda sarà quindi pari a 4.500 / 10% ovvero 45.000.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Come calcolare il reddito d'impresa con il procedimento sintetico

Il reddito d’impresa non è altro che la variazione che ha subito, in aumento o in diminuzione, il capitale di un’azienda grazie a quella che è stata la gestione aziendale in determinato intervallo. Il reddito d’impresa totale riguarda l’intera...
Aziende e Imprese

Come richiedere il rating d'impresa

In questa guida definiremo con dettaglio come richiedere il rating di impresa. Innanzitutto, definiamo il rating di impresa come un meccanismo di valutazione aziendale, in grado di assegnare un valore di qualità a ciascuna impresa. Il meccanismo di calcolo...
Aziende e Imprese

Come comprare una piccola impresa

Considerando la crisi economica che attanaglia il nostro Paese al giorno d'oggi, l'acquisto di un bene si rivela sempre una scelta rischiosa. Soprattutto se decidiamo di comprare un'impresa, prendere decisioni in merito diventa davvero difficoltoso. Una...
Aziende e Imprese

5 differenze tra azienda e impresa

Nel lessico aziendalistico i termini impresa ed azienda sono utilizzati quasi come sinonimi, spesso però il termine impresa viene riferito in senso stretto alle aziende di produzione. Stando alla disciplina giuridica, tuttavia, e in particolare a quanto...
Aziende e Imprese

Come avviare un'impresa di pulizie

Decidere di avviare una impresa di pulizie può rappresentare un'ottima idea da realizzare, anche perché presenta un rischio economico piuttosto limitato. Infatti la richiesta per questo genere di servizio è sempre molto elevata, pertanto esso possibilità...
Aziende e Imprese

Impresa familiare: regole da seguire

L'impresa caratterizzata da una stretta collaborazione tra familiari, prende il nome di impresa familiare. In questo tipo di azienda, l'imprenditore si avvale di collaboratori che appartengono alla sua cerchia famigliare. È una ditta individuale disciplinata...
Aziende e Imprese

Come aprire un'impresa Di Pulizia

Per fare le pulizie negli uffici generalmente ci si rivolge a delle imprese di pulizie con personale qualificato atti a svolgere tale ruolo. D'altronde questa attività è difficile che possa fallire perché si tratta di un lavoro che è da sempre esistito...
Aziende e Imprese

Come amministrare un'impresa edile

Quando si parla di impresa edile, si fa riferimento ad un insieme di ditte responsabili di costruzioni e ristrutturazioni. Ciascuna di esse si specializza in interventi di edilizia su strutture industriali o su abitazioni civili. Esempi di lavori svolti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.