Come valutare le pietre preziose

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Nella valutazione delle gemme esistono metodi di classificazione ben precisi, utilizzati nella gemmologia, ossia la scienza che studia appunto le gemme. Negli anni sono stati elaborati criteri per giudicare oggettivamente la bellezza delle pietre, riassunti della celebre formula anglosassone delle "4C": "color, cut, clarity, and carat" ossia "Colore, taglio, purezza e caratura". In questa semplice e veloce guida vi spiegherò, nella maniera più chiara e comprensibile possibile, come valutare al meglio le pietre preziose.

27

Iniziamo valutando il parametro della caratura.
Come tutte le pietre preziose, il peso (ovvero la grandezza) è espresso in carati. Con il tempo si decise che un carato misurasse 0.2 grammi. Inoltre questo è suddiviso in 100 punti. Quindi se è un diamante di 50 punti, avrà un peso di mezzo carato (0.50 carati). Questa è la prima valutazione da fare: una pietra più pesa, più ha valore.

37

Successivamente bisogna calcolare la purezza.
Di solito le pietre preziose sono caratterizzate da punti non cristallizzati. Per notarli, bisogna usare strumenti di ingrandimento, poiché è decisamente molto difficile riscontrarli ad occhio nudo. Per stabilire quanto sia pura bisogna denotare anche la presenza delle cosiddette "inclusioni", ovvero impronte naturali. Meno ne ha, più la pietra preziosa sarà rara e pura.

Continua la lettura
47

A seguire poniamo la nostra attenzione alla colorazione della pietra.
Quelle di colore rosso sono le meno diffuse, di solito sono il rubino e lo spinello. Quelle rosa sono abbastanza frequenti (quarzo, granato). Il colore blu predomina negli zaffiri e nella tanzanite. Lo smeraldo è tradizionalmente verde. Il viola lo si ritrova nell'ametista, nella fluorite e nella tormalina. Un diamante o una gemma può avere tutti i colori dello spettro. Gli esperti stabiliscono le qualità cromatiche di una pietra basandosi su: luminosità, tonalità e saturazione.

57

Per ultimo, ma non meno importante, valutiamo il taglio.
Questa peculiarità consente alla pietra di emettere la massima quantità di luce. Se viene tagliata in maniera corretta, la luce riflessa dalle faccette del padiglione fuoriesce dalla parte superiore. Se viene inciso con un padiglione troppo in profondità, parte della luce esce dalla parte opposta del padiglione stesso. Se il padiglione è troppo piatto, la luce fuoriesce prima che venga riflessa. È fondamentale che colui che lo taglia, lo faccia in maniera molto precisa e raffinata perché determinerà la brillantezza della pietra e quindi il suo valore.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Come valutare l'oro

In questi periodi di grande instabilità economica, con le valute che raddoppiano o dimezzano il loro valore anche in poche ore, l'oro resta una delle poche certezze finanziarie che ci permettono di salvaguardare il nostro patrimonio. Questo metallo prezioso...
Finanza Personale

Come vendere i gioielli all'asta

Se vendere gioielli in solo oro risulta estremamente semplice, basta andare da uno dei tanti "compro oro" diffusi nel vostro territorio o dal vostro gioielliere di fiducia,, vendere gioielli con pietre preziose è un po' più complesso. Le case d'asta...
Finanza Personale

Come valutare il rischio di un investimento

In un periodo di turbolenze di mercati finanziari e di elevate tassazioni del patrimonio immobiliare da una parte, e di un'offerta di prodotti di investimento sempre più complessa dall'altra, orientarsi sta diventando davvero difficile. Non esiste un...
Finanza Personale

Come valutare libri antichi

Qualsiasi libro si voglia leggere, contribuisce senz'altro a renderci una persona migliore, a cambiare una parte di noi, a cambiare il modo di intendere la vita e di viverla. I libri col tempo prendono valore, in quanto unici e antichi. È da ritenersi...
Finanza Personale

Come funziona il sistema fiscale in Zambia

Lo Zambia è un stato dell'Africa centro-meridionale abitato da 11 milioni di persone. Ex protettorato inglese, è una nazione indipendente dal 1964. L'attività economica più rilevante del Paese è senza dubbio l'estrazione del rame, settore che, in...
Finanza Personale

Come funziona il sistema fiscale in Nigeria

La Nigeria è uno stato federale dell'Africa, membro del Commonwealth. Indipendente dal 1960, il paese fu sottoposto a regime militare dal 1966 al 1979. Successivamente è stato retto da una Costituzione che affidava la funzione esecutiva al Presidente...
Finanza Personale

Come confrontare i fondi indicizzati

La guida che andremo a scrivere si occuperà di finanza. Per essere particolarmente precisi, come avete compreso tramite la lettura del titolo della guida, ci concentreremo su come confrontare i fondi indicizzati. Incominciamo subito a valutare questa...
Finanza Personale

Come funziona il sistema fiscale in Liechtenstein

Il 1° gennaio 2011, in Liechtenstein è entrato in vigore un nuovo sistema fiscale con l'obiettivo di modernizzare il precedente ordine giuridico in materia di imposizione fiscale, tenendo conto degli sviluppi internazionali. Il nuovo sistema dovrebbe...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.