Come usufruire della legge 314

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La legge 314 garantisce ad un gruppo specifico di cittadini dello Stato italiano il diritto ad una riduzione del 50% sul costo complessivo di una bolletta telefonica. Questa normativa fa riferimento in particolar modo ai titolari di un contratto di abbonamento telefonico per privati di categoria B. La legge 314 tutela però solo quei cittadini che sono in possesso di alcuni precisi requisiti economici e sociali. Nella presente guida cercheremo di capire come usufruire dei benefici previsti dalla legge 314.

26

Occorrente

  • Modello ISEE
  • Apposito modello da compilare e presentare
  • Documento d'identità
  • Requisiti economici e sociali
36

Possedere i requisiti necessari

Per poter usufruire della legge 314, occorre soddisfare alcuni requisiti economici. Anzitutto, il valore dell’ISEE Indicatore della Situazione Economica Equivalente) del nucleo familiare del richiedente non deve essere superiore ai 6.713,94 euro annuali.
Per riguarda i requisiti sociali, invece, colui che richiede la fruizione della legge 314 deve rientrare in una o più condizioni specifiche. Vediamo quali.
La prima condizione comporta che uno dei componenti della famiglia debba disporre di una pensione d'invalidità civile o sociale. Un secondo requisito prevede che vi sia almeno un familiare che abbia superato i 75 anni di età. Un altro caso si ha se il capofamiglia si trova ad essere privo di occupazione.

46

Compilare e inviare il modulo di richiesta

I soggetti che vogliono ottenere le agevolazioni previste dalla legge 314 devono compilare un apposito modulo di richiesta, al quale allegheranno tutti i documenti indicati nel modulo stesso.
Il tutto si dovrà poi inviare mediante raccomandata al gestore nazionale, ovvero "Telecom Italia".
Il modulo in questione si può tranquillamente scaricare dal sito di "Telecom Italia", ma è anche disponibile presso tutti i negozi "Punto 187", nelle strutture territoriali delle Associazioni dei Consumatori ed anche presso i CAF.
Tutti i documenti necessari si devono allegare al modulo di richiesta per ottenere la prestazione sociale agevolata. In seguito si occuperà lo stesso titolare della linea telefonica del loro inoltro. La riduzione totale o parziale del canone, una volta accordata, ha una validità di 12 mesi, dunque annuale.

Continua la lettura
56

Riconoscere i tipi di agevolazioni previste

Il decreto prevede quattro principali tipologie di agevolazione economica:
- La riduzione del 50% dell’importo mensile dell'abbonamento alla linea telefonica;
- L'esenzione totale dall'abbonamento;
- L'agevolazione Social Card;
- La riduzione del 50% del canone dell'abbonamento ADSL, per chi ne dispone.
Per ottenere l’esenzione totale della bolletta, bisogna avere diritto all'indennità di comunicazione. L'agevolazione si attiva quando si riceve la richiesta. Se quest'ultima si invia in breve tempo, allora l'agevolazione inizia dalla data di attivazione della linea telefonica.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Recatevi in un centro CAF per ottenere il modello ISEE aggiornato e per farvi aiutare nella compilazione della domanda di accesso al beneficio.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Richieste e Moduli

Come usufruire degli incentivi statali per l'acquisto di biciclette elettriche

Le biciclette elettriche sono dei mezzi di trasporto estremamente efficienti. Si possono sostituire a mezzi più inquinanti e costosi, e hanno una funzione doppia. Sono utilizzabili come biciclette, ma all'occorrenza, si può attivare la modalità elettrica....
Richieste e Moduli

Come richiedere i benefici della L.104/92 per i lavoratori dipendenti

Se sei stato riconosciuto, dalla commissione incaricata, soggetto portatore di Handicap in base alla L. 104/92 art. 33, oppure lo stesso riconoscimento l'ha avuto un tuo familiare, e tu sei un lavoratore dipendente, puoi usufruire dei benefici previsti...
Richieste e Moduli

Come ottenere la carta bianca per disabili

La "Carta Bianca" per disabili è un progetto partito in alcune regioni italiane, e che sta riscuotendo un notevole successo. Il progetto si propone di fornire un aiuto concreto alle persone portatrici di handicap. La Carta Bianca, in sostanza, consiste...
Richieste e Moduli

Consigli per la corretta richiesta degli assegni familiari

Gli assegni familiari vengono generalmente richiesti dal capofamiglia, costituiscono una sorta di incremento del proprio stipendio in relazione al numero di figli che si possiedono, e a determinati requisiti. Un supporto che può rivelarsi molto utile...
Richieste e Moduli

Come Richiedere I Permessi Per Assistenza Ai Familiari Disabili

Quando si ha una condizione di disabilità, si assiste ad una perdita della capacità di svolgere in modo autonomo qualunque attività della vita quotidiana (alimentarsi, lavarsi, vestirsi, spostarsi, camminare, utilizzare i servizi igienici). La disabilità...
Richieste e Moduli

Come ottenere le detrazioni fiscali per edifici esistenti e performanti

La legge numero 208 del 2015, chiamata anche "legge di stabilità 2016", è una legge che nel corso dell'anno preso in esame intende prendere scelte in merito ad argomenti quali IRPEF, lavoro, casa e investimenti. Affinché tutte le decisioni prese dalla...
Richieste e Moduli

Come esercitare il diritto di prelazione

Si chiama diritto di prelazione quel diritto di esercitare comprando o affittando un immobile prima di chiunque altro. La prelazione è concessa per legge a chi è già inquilino in forza di un contratto di locazione: se l'immobile venisse posto in vendita,...
Richieste e Moduli

Come fare la contestazione di adeguamento Istat del canone di locazione

Il canone d'affitto è quella somma di denaro che l'inquilino deve corrispondere al padrone di casa per usufruire di un immobile. A volte, deve anche pagare un deposito cauzionale, se scritto sul contratto, a titolo di garanzia. Ma l'inquilino, cioè...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.