Come usufruire del metodo di pagamento degli assegni

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Oggi abbiamo a disposizione tantissime modalità di pagamento. Affianco ai contanti ci sono le nuove e tecnologiche modalità come paypal, app dello smartphone, conti digitali, carte contact less e tanto altro. I metodi più tradizionali, però, non sono caduti in disuso. Molti di noi continuano a utlizzare non solo le carte bancomat e di credito ma anche gli assegni. Gli assegni sono molto utili quando altri metodi di pagamento appaiono inadeguati. Ad esempio nel caso di ingenti somme, perché spesso i bonifici prevedono un tetto massimo. Ma volendo si possono utilizzare anche per pagamenti più contenuti. L'unico vero limite è la liquidità presente nel conto. Vediamo come usufruire al meglio del metodo di pagamento tramite assegni.

27

Occorrente

  • conto corrente bancario o postale
  • libretto degli assegni
37

Per poter ususfruire degli assegni occorre innanzitutto avere un conto corrente. Tuttavia il libretto degli assegni non viene concesso a tutti, un po' come la carta di credito, ma solo a fronte di una certa liquidità. Prima di chiedere il libretto degli assegni, quindi, conviene accreditarvi il proprio stipendio e altri eventuali introiti dalle diverse trasazioni finanziarie. In questo modo giustificheremo la richiesta del libretto degli assegni.

47

Il solo conto corrente non basta. Per poter utilizzare l'assegno, la banca deve rilasciare una vera e propria autorizzazione per l'utilizzo di questo metodo di pagamento, definito in gergo "convenzione di assegno". A onor del vero, tale convenzione è nella quasi totalità dei casi una pura formalità, richiederla alla propria banca non fornisce mai alcun tipo di problematica. Con questa convenzione terminano i requisiti necessari per poter avere un libretto di assegni.

Continua la lettura
57

Anche con un carnet (libretto degli assegni), il correntista ha bisogno di un ultimo presupposto per stilare assegni: l'effettiva copertura di tale importo riportato nell'assegno. Si parla di "esistenza della provvista", ovvero della disponibilità di denaro sul c/c bancario. L'inosservanza di questo presupposto e quindi l'emissione di assegni a vuoto comporta una reale sanzione amministrativa che può sfociare con pesanti sanzioni pecuniarie o addirittura penali.

67

Quando compiliamo un assegno, è sempre utile anteporre alla cifra in numeri il simbolo del cancelletto (#). Quindi facciamo seguire una virgola con due zeri (esempio: euro #1300,00). Questa accortezza permette di non far variare la cifra al destinatario per far lievitare l'incasso. La firma da apporre dovrà essere non solo leggibile, ma dovrà corrispondere a quella depositata in banca al momento del ritiro del carnet.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Attenzione a custodire con cura il libretto degli assegni: occorre sempre la firma, ma può essere falsificata
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Come emettere assegni circolari

Tutti prima o poi nella vita abbiamo sentito parlare di assegni circolari, in banca, ufficio, tra amici. A molti è capitato di essere interessati ma di non conoscere bene l'argomento? Sono titoli sempre piú richiesti sia da privati che dalle imprese,...
Finanza Personale

Come richiedere gli assegni familiari

Se hai dei familiari a tuo carico e non raggiungi la soglia di reddito stabilita annualmente, hai diritto, per ciascun componente della propria famiglia ad un assegno familiare. Si parla pertanto della moglie, anche se separata purché sia a carico, dei...
Finanza Personale

Come difendersi da una ingiunzione di pagamento

L'ingiunzione di pagamento è uno strumento tramite il quale un creditore cerca di recuperare il proprio denaro. È nota anche come "decreto ingiuntivo". È un Giudice di Pace (o il Tribunale) ad emetterlo in favore di un creditore. Quest'ultimo deve...
Finanza Personale

I migliori metodi e sistemi di pagamento online

Al giorno d'oggi fare acquisti su internet è diventato un modo molto comune per comprare e pagare qualsiasi tipo di merce. Su internet ormai si trova qualsiasi articolo che si desideri senza la scomodità di doversi recare personalmente in negozio....
Finanza Personale

Come funziona il pagamento in contrassegno

Il pagamento in contrassegno è una procedura di invio e emissione a distanza di pacchi, raccomandate o plichi. È così definito perché è gravante nei confronti di colui che paga quanto dovuto e stabilito, al momento dell'arrivo della merce richiesta,...
Finanza Personale

Come annullare un pagamento Paypal

Cosa succede se si effettua un pagamento erroneo e si deve annullarlo? L'operazione è possibile se si verifica una delle seguenti situazioni: il pagamento è in stato di “non riscosso”; il pagamento è stato inviato ad un indirizzo email non registrato...
Finanza Personale

Come bloccare un pagamento con Postepay

Un gran numero di persone utilizza internet non solo per cercare informazioni di vario genere, ma anche per fare degli acquisti comodamente seduti da casa. Nonostante la grande crisi economica, questo è un settore in continua crescita; normalmente, per...
Finanza Personale

Come usufruire delle detrazioni fiscali sulle ristrutturazioni

Se dovete effettuare delle ristrutturazioni nella vostra casa oppure apportare delle semplici migliorie ai vari apparati per migliorarne, ad esempio, la sicurezza o l'abitabilità, oggi, potete usufruire di detrazioni fiscali statali. Queste vi daranno...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.