Come usufruire del concordato fallimentare

tramite: O2O
Difficoltà: facile
14

Introduzione

Il concordato fallimentare nell'ordinamento giuridico italiano è una causa legale di cessazione del fallimento. Esso rappresenta uno strumento il cui scopo è quello di realizzare il soddisfacimento di tutti i creditori ammessi al passivo. Il concordato fallimentare, a differenza del concordato preventivo, che costituisce un’autonoma procedura concorsuale, rappresenta una delle forme di chiusura del fallimento, per il tramite di un accordo tra il fallito o un terzo e i creditori, ove vengano rispettate determinate condizioni. Ma ora vediamo come usufruire del concordato fallimentare.

24

Rispetto alla liquidazione fallimentare dell’attivo, il concordato consente al fallito di sanare i propri debiti mediante una sorta di accordo con il ceto creditorio, che può prevedere il pagamento anche parziale dei debiti, la dilazione o ristrutturazione degli stessi. La possibilità di richiedere tale concordato è affidata al fallito; nel caso in cui il concordato venga accettato, ha effetti positivi sia per il creditore che per il debitore: ai primi consente un migliore trattamento rispetto a quello che avrebbero avuto attraverso la liquidazione fallimentare, ai secondi consente di usufruire dell'esdebitazione.

34

Affinché il fallito possa presentare una domanda di concordato fallimentare, deve essere trascorso almeno un anno dal fallimento, a meno che la richiesta non avvenga da parte di uno o più creditori. Per accedere a tale concordato fallimentare, il giudice delegato deve preventivamente acquisire il parere del curatore. Successivamente, il giudice delegato dovrà chiedere parere al comitato dei creditori, il quale rappresenta invece un parere decisivo sulla convenienza del concordato; infatti, un suo parere negativo impedisce la prosecuzione del procedimento.

Continua la lettura
44

Qualora la proposta contenga una suddivisione per singole classi di creditori, va sottoposta al giudizio del tribunale che andrà a verificare la corretta utilizzazione dei criteri per la formazione delle classi. In seguito vi deve essere la votazione dei creditori, la quale avviene attraverso il metodo del silenzio assenso. A tale voto partecipano tutti i creditori ammessi al passivo. Per l'approvazione, è sufficiente il voto favorevole dei creditori che rappresentano la maggioranza dei crediti ammessi al voto. Nel caso in cui siano previste più classi di creditori, è inoltre richiesto anche l'approvazione del maggior numero di classi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Come Richiedere l'ammissione al passivo fallimentare

Il fallimento di un'azienda scatta nel momento in cui si verifica la morosità dell'imprenditore, il quale è responsabile di un inadempimento delle sue obbligazioni. Secondo la legge fallimentare, vi sono altri indicatori di insolvibilità. Tra questi...
Aziende e Imprese

Come usufruire dei Fondi Europei

Far parte dell'unione europea significa anche usufruire delle sue agevolazioni finanziarie per diversi progetti. I fondi europei sono l'utilissimo strumento con il quale l'Unione Europea si impegna a sostenere e promuovere diversi aspetti del lavoro....
Aziende e Imprese

Il fallimento aziendale: guida

Il fallimento per un'azienda è la procedura legale istituita per proteggere i creditori da un imprenditore che non può più far fronte ai pagamenti. La sentenza è a cura di un tribunale che è investito di tutte le azioni che ne derivano. Inizialmente...
Aziende e Imprese

Come avviare la procedura di fallimento della propria attività

Accade sempre più spesso di dover chiudere la propria attività, a causa di una mancata o di un'insufficiente fatturazione. Gli aspetti procedurali del processo di bancarotta sono regolati dalle norme di procedura fallimentare, che fanno parte del diritto...
Aziende e Imprese

I principali obblighi del venditore e del compratore

Quando avviene una compravendita ci sono degli obblighi precisi che vanno rispettati, sia dalla parte del venditore che di colui che compra il bene in questione. Perché la compravendita sia valida occorre prima di tutto che le due parti siano in grado...
Aziende e Imprese

Come negoziare contratto lavoro

I datori di lavoro in base all'andamento dell'economia sono chiamati a dover prendere decisioni e fare delle scelte che possono incidere sui ruoli dei dipendenti stessi, apportando cambiamenti di mansione, responsabilità e dello stipendio e anche l'accordo...
Aziende e Imprese

Come avviare un'attività di noleggio auto e furgoni

Hai mai pensato di potere avviare una attività di noleggio auto e furgoni? Cominciamo col dire che il noleggio di un'auto o di un furgone consiste nell'affittare a terze persone dei veicoli, con o senza il conducente, per un determinato periodo di tempo,...
Aziende e Imprese

Come salvare un'azienda sull'orlo del fallimento

Gli imprenditori compiono degli enormi sforzi per le aziende che formano, sia personali che finanziari. Ecco che è per questo motivo che può essere particolarmente preoccupante quando un'azienda deve presentare istanza di fallimento per cancellare i...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.