Come usufruire del bonus asilo nido

Tramite: O2O
Difficoltà: media
19

Introduzione

La domanda del bonus asilo nido è una forma di sostegno al reddito erogata dall’Istituto Nazionale di Previdenza in favore di quelle famiglie che effettuano i pagamenti delle rette per la frequenza di asili nido pubblici o privati autorizzati. La domanda è rivolta ai genitori di minori nati dal 1 gennaio 2015, al fine di ottenere dall’INPS un contributo di massimo 1.000 euro, pagato mensilmente. Per ottenere il beneficio, il genitore dovrà presentare la documentazione all’Istituto relativa ad ogni retta mensile pagata. Il bonus, inoltre, può essere concesso per le forme di supporto presso la propria abitazione: ciò accade quando un pediatra certifica l’impossibilità di un bambino a frequentare gli asili nido, a causa di una grave patologia cronica certificata. Solo in quest’ultimo caso, l’INPS provvederà ad erogare l’importo di 1.000 euro in un'unica soluzione. Ma vediamo nel dettaglio, come usufruire del bonus asilo nido.

29

Occorrente

  • Pin INPS dispositivo;
  • Mod SR163;
39

Verificare la documentazione

Per poter presentare la domanda del bonus asilo nido, dovrete essere in possesso delle ricevute delle rette versate, relative alla frequenza, nel caso di un asilo nido privato autorizzato, o della sola iscrizione o dell’inserimento in graduatoria, se il minore frequenta un asilo nido pubblico. Nella richiesta andranno indicati, infatti, anche gli estremi del provvedimento autorizzativo e se l’asilo nido privato non dovesse essere autorizzato, la domanda non potrà essere accolta.

49

Verificare le fatture

Nella domanda on line dovranno essere indicate le mensilità per le quali si richiede il bonus, e per ognuna di esse dovrà essere allegata apposita fattura. La documentazione da trasmettere all’Istituto Previdenziale dovrà essere quella relativa alla retta pagata e dovrà necessariamente riportare la denominazione e la partita IVA dell’asilo nido, i dati del minore, il mese di riferimento (non sono accettate fatture riportanti più mesi) e il nominativo del genitore che paga la retta per il minore.

Continua la lettura
59

Trasmettere la domanda

La domanda del bonus asilo nido potrà essere presentata alla sede INPS territorialmente competente per la nostra residenza, esclusivamente on line. La presentazione potrà avvenire tramite un Ente di Patronato, che fornirà assistenza gratuita nella compilazione e trasmissione della domanda telematica all’INPS. Il Patronato effettuerà anche il controllo dei documenti da trasmettere. In alternativa, si potrà trasmettere la domanda attraverso il proprio pin INPS dispositivo o telefonicamente, tramite il Contact center INPS al numero verde 803 164 da rete fissa, 06 164 164 da rete mobile. In quest’ultimo caso i costi della chiamata potrebbero variare in base al proprio piano telefonico.

69

Allegare le fatture

Per trasmettere la richiesta, accedete al sito istituzionale e dopo esservi autenticati con il pin, recatevi nella sezione dedicata alle domande per il bonus nido o al seguente link. In fase di compilazione della domanda telematica si dovrà specificare se la richiesta è relativa al pagamento di rette per la frequenza di asili nido pubblici o privati autorizzati o se è richiesto il contributo per le forme di supporto presso la propria abitazione. Dopo aver inserito i dati anagrafici, dovrete cliccare sulla sezione “Allegati Domande”. Da qui selezionate la tipologia di documento da inserire e il programma vi guiderà nell’inserimento segnalando in rosso i mesi non inseriti al momento della domanda.

79

Richiedere il pagamento

Questo procedimento è utile, qualora si desideri trasmettere le domande all’Inps, senza dovervi recare da un intermediario e permette, inoltre, di controllare lo stato della pratica anche attraverso lo smartphone. L’Istituto Nazionale di Previdenza, dopo aver effettuato i controlli della documentazione trasmessa, provvederà alla corresponsione del bonus attraverso la modalità di pagamento indicata nella domanda e comunque solo dopo la presentazione del modello SR163 debitamente compilato (tranne nei casi in cui sia stato già presentato all’INPS in occasione di altre domande).

89

Guarda il video

99

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Fatevi assistere da un Ente di Patronato, che vi aiuterà nella compilazione e nell’inoltro all’INPS della domanda, gratuitamente;
  • Il richiedente deve essere convivente con il figlio, pena la reiezione della domanda;
  • Il bonus consiste in un pagamento di 90,91 euro per ogni rata mensile. Se si paga di meno si riceverà solo la quota effettivamente pagata;
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Previdenza e Pensioni

Come funziona il bonus gas e luce

La crisi economica dell’ultimo decennio e i costanti aumenti in bolletta delle tariffe di luce e gas hanno ridotto notevolmente il reddito disponibile delle famiglie italiane. Fortunatamente, a sostegno delle famiglie che versano in condizione di disagio...
Previdenza e Pensioni

Modello Sia: cos'è e a chi è destinato

Il modello Sia (Sostegno per l’Inclusione Attiva) è una social card che mira a combattere la povertà, in quanto prevede un corrispettivo economico nei confronti delle famiglie che sono economicamente più disagiate ed in cui sia presente un minorenne,...
Previdenza e Pensioni

Come richiedere l'assegno al nucleo familiare per pensionati

L’INPS ha recentemente pubblicato la nuova normativa in merito all’erogazione dell’assegno al nucleo familiare per pensionati. Il decreto prevede tuttavia che siano soddisfatti una serie di requisiti, per cui vale la pena approfondire il discorso,...
Previdenza e Pensioni

Come richiedere la certificazione del diritto alla pensione

Il certificato del diritto al conseguimento della pensione è un documento che informa l’esistenza del diritto alla pensione e la possibilità di avere il diritto ad un bonus. Questo documento può essere richiesto in strutture INPS o INPDAP. Con la...
Previdenza e Pensioni

Come fare richiesta di ricongiungimento familiare per stranieri

I cittadini stranieri residenti in Italia, extracomunitari e non, possono mantenere l'unità della propria famiglia chiedendo il ricongiungimento familiare purché siano in possesso di un permesso di soggiorno per soggiornanti di lungo periodo, o di un...
Previdenza e Pensioni

Come assicurarsi il rimborso delle spese mediche con il Fondo Est

Tra i tanti fondi assicurativi relativi all'assistenza sanitaria, possiamo trovare il Fondo Est. Grazie all'accordo stipulato fra il Fondo Est e la società Unisalute, è possibile, da parte di tutti gli iscritti, usufruire di una vasta gamma di servizi...
Previdenza e Pensioni

INPS: come riscattare la laurea

Quando possono essere riscattati gli anni universitari e quanto può essere vantaggioso farlo? Il nostro ordinamento giuridico concede ai i giovani di poter recuperare, ai fini pensionistici, gli anni relativi alla loro formazione universitaria: viene...
Previdenza e Pensioni

Come richiedere il permesso di soggiorno per lavoro autonomo

Trovare oggi una occupazione lavorativa in Italia risulta abbastanza complicato, soprattutto quando non si ha un diploma di maturità od una laurea. Molto spesso quindi le persone decidono di intraprendere un'attività in proprio, ma portarla avanti non...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.