Come tutelarsi se il proprietario non registra il contratto di affitto

tramite: O2O
Difficoltà: facile
14

Introduzione

Molti sono coloro che offrono un canone d'affitto minore, appunto per convincere l'affittuario ad accettare il compromesso. A tale proposito è bene sapere che c'è chi, addirittura, non fa firmare alcun accordo e chi, invece, fa firmare al proprio inquilino un contratto senza effettuare la registrazione dello stesso, con la conseguenza che esso non ha comunque valore legale. Purtroppo oggi i cosiddetti "contratti di locazione in nero ", cioè quei contratti di locazione che restano come scrittura privata tra le parti e non vengono registrati alle agenzie delle entrate o che vengono registrati, ma dichiarando un canone di locazione inferiore a quello realmente percepito per evadere il fisco, sono una realtà sempre più crescente in tutta l'Italia. Vediamo quindi insieme come bisogna comportasi e soprattutto qual è il modo migliore di tutelarsi nel caso in cui il proprietario dell'appartamento in cui vivete non registra il contratto di affitto.

24

È bene precisare, innanzitutto, che risulta ovvio che la mancata registrazione del contratto di locazione, o la registrazione di un contratto con dichiarazioni false, costituisce un danno non solo per il fisco che non percepisce le tasse dovute, ma per lo stesso inquilino, che non avendo la dichiarazione dell'importo che realmente paga come affitto, non può detrarre alcuna spessa dalla sua dichiarazione dei redditi.

34

Qualora sia in possesso di tali dati, l'inquilino dovrà presentare all'agenzia delle entrate una denuncia in doppio originale e l'apposito modello 69, contenenti i dati dell'immobile, i propri dati anagrafici, quelli del proprietario e, ovviamente, l'importo del canone, oltre naturalmente a presentare la ricevuta di pagamento della tassa di iscrizione. Ricordiamo, però, che qualora l'inquilino denunciasse che, per esempio, questa mancata registrazione del contratto di locazione dura da almeno due anni, le sanzioni dovute saranno a carico dell'inquilino stesso, salvo poi rivalersi nei confronti del proprietario. Per concludere, possiamo dire che la registrazione è una procedura semplice da effettuare ed è necessaria perché costituisce un atto con valore legale.

Continua la lettura
44

Oggi, però, attraverso una espressa disposizione contenuta nel decreto legislativo numero 23 del 2011, l'inquilino può reagire a questa situazione, occupandosi egli stesso di effettuare la registrazione del contratto di locazione. Ovviamente, per poter eseguire questa procedura nella maniera corretta è necessario essere in possesso dei dati catastali dell'immobile e dei dati anagrafici del proprietario.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Case e Mutui

Affittare con contratto 4+4: errori da evitare

Avere un appartamento da mettere in affitto rappresenta oggi una rendita aggiuntiva, che per molte famiglie significa avere la possibilità di integrare in modo adeguato le proprie entrate mensili. Sia che si tratti di una proprietà ereditata da una...
Case e Mutui

Come si stipula un contratto di affitto transitorio

Decidere se acquistare casa oppure affittarla può rappresentare spesso un grande problema, specialmente per i più giovani. La scelta, infatti, risulta spesso obbligata dalla precarietà del lavoro e dall'impossibilità di ottenere un mutuo. Talvolta,...
Case e Mutui

10 errori da non fare mai quando si affitta casa

Affittare una casa di proprietà non è affatto una cosa semplice. Infatti per riuscire ad affittare una casa, ed essere allo stesso tempo contenti e passare sonni tranquilli, occorre stare attenti a determinati aspetti. In primis, bisogno rispettare...
Case e Mutui

Come denunciare un affitto in nero

Chi prende casa in affitto molto spesso si ritrova a dover pagare in nero il compenso dovuto al padrone di casa, questo espone l'inquilino ad una serie di pericoli ed inconvenienti nel quale può incorrere, oltre ad essere un atto fuori legge, che si...
Case e Mutui

Come disdettare anticipatamente un contratto di locazione

Il Codice Civile nostro, prevede anche il contratto di locazione, fra gli altri tipi di contratto. Esso non è altro che un contratto di fitto mediante il quale il locatore, cioè il proprietario di un immobile, conferisce in affitto la sua proprietà...
Richieste e Moduli

Come fare la contestazione di adeguamento Istat del canone di locazione

Il canone d'affitto è quella somma di denaro che l'inquilino deve corrispondere al padrone di casa per usufruire di un immobile. A volte, deve anche pagare un deposito cauzionale, se scritto sul contratto, a titolo di garanzia. Ma l'inquilino, cioè...
Case e Mutui

Come verificare la registrazione di un contratto di locazione

Il contratto di locazione è quel contratto con cui il proprietario di un immobile concede in locazione, o come comunemente si dice "in affitto", una casa, un appartamento o altro locale, al conduttore (cioè l'inquilino). I contratto di locazione affinché...
Case e Mutui

Affitti nero: come tutelarsi

Ci sono molte irregolarità, a livello legislativo, che riguardano l'Italia. Al giorno d'oggi, nel nostro Paese, ormai quasi la stragrande maggior parte degli inquilini pagano un canone mensile sull'affitto, maggiore rispetto a quello che è già stato...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.