Come trattare contabilmente il periodo di astensione per maternità

Di: Skye Brg
Tramite: O2O 01/03/2017
Difficoltà: media
16
Introduzione

Le assunzioni di impiegate femminili aumentano sempre di più, come dovrebbero, ma anche i problemi non fanno che moltiplicarsi. Quando un datore di lavoro assume una lavoratrice di sesso femminile, essa avrà bisogno di un periodo di astensione dagli impegni lavorativi in caso di gravidanza. Questa è un'occasione che la normativa prevede, in caso di impiegate donne che attendono l'arrivo di un bambino. In questa guida l'attenzione si focalizzerà su come trattare gli aspetti contabili connessi alla maternità. Vediamo quali sono.

26

Il periodo di maternità parte dall'inizio della gravidanza fino al primo anno del nascituro. Questo viene diviso in tre modalità di indennizzo: la prima è l'anticipazione della maternità, la seconda: astensione obbligatoria e la terza: astensione facoltativa.
La prima modalità è l'anticipazione della maternità obbligatoria. Viene chiamato così il periodo che parte dall'inizio della gravidanza fino ai due mesi prima del parto. In questa fase i diritti che spettano alla lavoratrice sono molti. Il primo di questi, forse il più importante, è il divieto dei lavori faticosi. Questa modalità inizia due mesi prima del parto e finisce tre mesi dopo la nascita del bambino. Nella seconda fase, invece, viene dettato che alla dipendente spetti un periodo di ritiro obbligatorio dal lavoro. In questa fase, chiamata maternità facoltativa, viene lasciata alla dipendente la facoltà di presentare richiesta per ottenere un periodo di astensione e riduzione del carico di lavoro che vale per sei mesi entro i primi otto anni di età del bambino. Dieci mesi se la madre è l'unico genitore legalmente responsabile.

36

Si parla dell'astensione obbligatoria. Come già accennato precedentemente, durante il periodo di maternità obbligatoria, la legge nega la possibilità al datore di lavoro di assegnare compiti alle dipendenti che hanno appena avuto un figlio. Alle lavoratrici, in questo caso, spetteranno delle indennità pari all'ottanta percento della retribuzione, interamente a carico dell'INPS.
La dipendente maturerà normalmente il periodo di ferie a lei attribuito, l'anzianità di servizio e il TFR.

Continua la lettura
46

Parliamo di cantabilità. Nel file contabile da presentare al momento della liquidazione dovranno apparire diverse voci. Nel caso la dipendente si trovi nel periodo di astensione obbligatoria, allora la scrittura sarà la seguente: Crediti INPS a Debiti personale; all'atto del pagamento dello stipendio segue la scrittura contabile: Debiti v/Personale a Diversi, in cui tra i Diversi bisogna mettere Banca X c/c ed Erario c/ritenute.

56

La terza fase è chiamata astensione facoltativa. Questa prevede che sia conservata la facoltà di assentarsi dal lavoro, anche successivamente al periodo della maternità obbligatoria.
Il lasso di tempo massimo è di sei mesi, entro il il compimento dell'ottavo anno di età del bambino. Il periodo può essere diviso in più di una assenza. La donna avrà diritto alla retribuzione di una indennità. Essa sarà pari al trenta percento della retribuzione nei primi 3 anni di vita del bambino, a carico dell'INPS.

Potrebbe interessarti anche
Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Previdenza e Pensioni

Maternità e lavoro: i diritti delle mamme lavoratrici

Per ogni donna che lavora, prima o poi si presenta il dubbio riguardante la apparente incompatibilità tra maternità e lavoro. Tante si chiedono se devono abbandonare la carriera lavorativa e dedicarsi al ruolo di mamma a tempo pieno, riducendo però...
Previdenza e Pensioni

Come chiedere il supplemento di pensione

Il periodo della pensione, per una persona, è molto significativo e importante. Esso viene infatti vissuto come denso di tensione, poiché ci si aspetta un trattamento degno dopo numerosi anni passati a lavorare con grande fatica. Arrivare alla pensione,...
Previdenza e Pensioni

Come richiedere il permesso di soggiorno per minori di 14 anni

Il permesso di soggiorno è un titolo rilasciato dallo Stato italiano ad un cittadino straniero, che consente di trattenersi sul territorio nazionale per un periodo superiore a quelli normalmente concessi con i visti. La durata del permesso di soggiorno...
Previdenza e Pensioni

Come richiedere un visto d’ingresso in Italia

Per visitare l'Italia ai fini del turismo, un cittadino straniero deve richiedere un visto per un soggiorno di breve durata conosciuto come modulo "Schengen". Quest'ultimo è valido per tutti i 26 paesi dell'Unione Europea, ed è rilasciato per un periodo...
Previdenza e Pensioni

Come richiedere la rateizzazione all'Inps

In un periodo di crisi come questo, non è insolito trovarsi ad affrontare piccoli o grandi problemi di liquidità. Tutto questo è purtroppo valido per tanti cittadini, nonché per le imprese che, per rispettare tutte le scadenze, spesso si trovano a...
Previdenza e Pensioni

Come richiedere l'assegno di disoccupazione con requisiti ridotti

L'assegno di disoccupazione con requisiti ridotti è un'indennità rivolto ai lavoratori che hanno cessato il rapporto di lavoro e che non soddisfano i requisiti per beneficiare dell'indennità ordinaria di disoccupazione. L’indennità di disoccupazione...
Previdenza e Pensioni

Come calcolare la pensione di un avvocato

Una delle professioni storicamente più rinomate e remunerative è sempre stata quella dell'avvocato. Tuttavia, c'è da dire che nell'ultimo periodo riuscire ad accedere all'interno di questo mondo è diventato piuttosto complesso. C'è un percorso di...
Previdenza e Pensioni

Come funziona l'isopensione

Se nel corso della vostra vita lavorativa avete versato abbastanza contributi, una volta raggiunta l’età prevista dalla legge potrete accedere alla pensione di vecchiaia. In tal modo otterrete un trattamento pensionistico proporzionato ai contributi...