Come Trasformare Un Tasso Semestrale In Annuale Con L'Interesse Composto

Tramite: O2O 17/10/2016
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Quando si sente parlare di "tassi d'interesse" capita di domandarsi a che periodo di tempo quei tassi di interesse facciano riferimento. Per convenzione, i tassi d'interesse sono generalmente annuali, ma possono anche essere semestrali, mensili, a lungo termine. In questa piccola guida vedremo in che modo procedere per trasformare un tasso d'interesse semestrale in uno annuale, attraverso la regola dell'interesse composto. Diamo dunque inizio a questa guida su come trasformare un tasso semestrale in annuale con l'interesse composto.

26

Occorrente

  • saper fare i calcoli
36

Può essere importante sapere in che modo operare per trasformare un tasso di interesse semestrale in uno annuale così da poter mettere a confronto, ad esempio, due differenti investimenti.
Procediamo con un esempio: un conto corrente corrisponde - nel senso che remunera - al correntista un tasso semestrale del 4%; un altro conto, invece, paga allo stesso correntista l'8% annuale. Quale fra i due conti messi a confronto si rivela essere il più remunerativo?

46

Secondo la regola di calcolo del tasso d'interesse semplice, in questo caso si direbbe che i due conti remunerano esattamente allo stesso modo: 4% (semestrale) per 2 da 8% (annuale), ma non è così. In questo caso bisogna utilizzare la "capitalizzazione composta".
La "capitalizzazione" è un'operazione che permette di calcolare il probabile valore futuro di un capitale del presente, e in questo caso ci consente attraverso dei semplicissimi calcoli di confrontare i due conti.
Vediamo quindi perché i due conti proposti nell'esempio precedente non siano egualmente remunerativi.

Continua la lettura
56

Ipotizzando di avere cento euro sul conto per un anno intero, si otterrebbe - con il secondo conto corrente - l'8% di 100 euro, dunque otto euro di tasso d'interesse alla fine dell' anno.
Con il primo conto, che remunera invece il 4% di cento euro, dopo 6 mesi si otterrebbero quattro euro di tasso. A questo punto sarà presente sul conto un totale di centoquattro euro. Dopo altri sei mesi con quello stesso 4% di interesse, su quei centoquattro euro si accumuleranno altri quattro euro e sedici centesimi (4,16)!
A fine anno avremo quindi 104 + 4,16 euro, per un totale di centootto euro e sedici centesimi (108,16).
Il primo conto corrente remunera, effettivi, 16 centesimi in più del primo, con un tasso d'interesse annuo pari a 8,16%.
Per poter calcolare l'interesse composto, in questo caso: 1) sommo il tasso semestrale ad 1. 2) Elevo il risultato al quadrato 3) sottraggo 1 a quanto ottenuto; Ovvero in questo caso: 1) 1più 4% mi da 1,04. 2) 1,04 alla seconda da 1,0816; 3) Togliendo 1 ad 1,0816 ottengo 8,16%.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Banche e Conti Correnti

Come calcolare l'interesse composto

Il problema che oggi affrontiamo è quello del calcolo dell'interesse. Esistono due tipi: semplice e composto (per il primo caso rimandiamo all'apposita guida).Ricavare l'interesse composto ha un' utilità pratica evidente. A differenza di quanto si possa...
Banche e Conti Correnti

I conti deposito con maggiore tasso di rendimento

I conti deposito hanno come loro peculiarità, a differenza dei conti classici, il fatto di garantire ai depositari un maggior profitto sul capitale che è stato depositato in banca. Questa tipologia di conto non presenta spese aggiuntive, offre tassi...
Banche e Conti Correnti

I titoli a cedola fissa

I titoli a cedola fissa sono un investimento non molto flessibile; essi, però, sono sicuri in quanto ci danno la possibilità di calcolare con certezza il tasso di interesse reale. In questo modo riusciamo anche a sapere l'interesse che è maturato al...
Banche e Conti Correnti

Come calcolare il TAEG di un finanziamento

Come ben tutti potete sapere o almeno la maggior parte di voi, l'acronimo TAEG sta per Tasso Annuo Effettivo Globale. Il TAEG è presente ogni qualvolta vorrete stanziare un finanziamento. Quindi è molto importante sapere cos'è e come va calcolato,...
Banche e Conti Correnti

Come calcolare gli interessi composti

Per "interesse" in economia finanziaria si intende il corrispettivo ottenuto da un importo concesso in prestito per un periodo di tempo determinato. Differisce dall'interesse semplice poiché, aggiungendosi al capitale originario, genera anch'esso altro...
Banche e Conti Correnti

I pro e i contro del conto deposito

Il conto deposito è uno strumento di investimento che permette di depositare somme su un conto corrente, e di ottenere una rendita molto elevata a zero rischi. Viene definito anche conto liquidità e può essere associato ad un nuovo conto corrente,...
Banche e Conti Correnti

Come aprire un conto in banca per minorenni

Da intere generazioni i genitori fanno tanti sacrifici pur di assicurare un futuro migliore ai propri figli. I giovani, inoltre, si dedicano spesso a piccoli lavori saltuari per riuscire a mettere da parte dei soldi. Se siete genitori e avete bisogno...
Banche e Conti Correnti

I migliori conti correnti per minorenni

Se siete interessati ad aprire un conto corrente per un minore e non sapete quale scegliere, ecco una guida fatta ad hoc per voi per avere delle informazioni maggiori e basilari su alcune caratteristiche di questi conti correnti che, proprio perché riferiti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.