Come trasferirsi e vivere a Sidney

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

L'Australia fa parte dell'Oceania ovvero il nuovo continente, in cui è presente una notevole vegetazione e una natura davvero invidiabile. Sydney è il capoluogo dell'Australia, è una cittadina ricca di movida notturna; sono presenti tantissimi locali che soddisfano tutti i gusti, sia dell'età adulta che dell'età anche più avanzata. Sono presenti grandi parchi di divertimento, zone urbane ed extraurbane attrezzate; inoltre ci sono degli enormi parchi dove è possibile trascorrere le passeggiate con il proprio cane oppure portare a giocare i bambini. Sono presenti tantissimi negozi, quelli più costosi che quelli più economici. Al giorno d'oggi, sono migliaia i ragazzi, che cercano fortuna all'estero e in giro per il mondo, una delle mete più famose, è sicuramente l'Australia. Infatti Sidney una delle città più importanti di tutto l'emisfero australe, è stra colma di ragazzi di tutte le nazionalità. Per poter andare in Australia, bisogna avere un importo monetario elevato. Ecco come trasferirsi e vivere a Sydney.

24

Visto

Per prima cosa si deve ottenere un visto, e lo potete ottenere subito compilando il form presente a questo indirizzo. Se volete ottenere il visto al di fuori di internet dovete recarvi all'ambasciata di Berlino, ma è scontato che a meno che non siate in Germania, la più più comoda e anche veloce è tramite il sito citato prima. Questo dura un anno però potete restare in Australia per un periodo di 3 mesi massimo. Per chi è più giovane di 31 anni ha la possibilità di ottenere un eVisitor-visa che permette anche di lavorare, questa chiamata Working holiday Visa permette di lavorare un anno e poi di estendere il periodo di validità per un ulteriore anno se sono soddisfatte alcune condizioni.

34

Collocazione

Se avete solo il visto turistico dovete cercare qualcuno che vi sponsorizzi, l'ideale è trovare lavoro in occupazioni alimentari come cameriere poiché è molto più facile ottenere sponsors per poi trovare una collocazione più qualificata se si dispone di titoli attinenti ricordandosi di frequentare un corso di Inglese perché naturalmente è un requisito fondamentale per lavori del genere.

Continua la lettura
44

Residenza

Per avere la residenza permanente avete bisogno di due anno di lavoro sotto sponsor mentre se avete deciso di mettere le radici e restare per sempre (o quasi) in modo da riceve la cittadinanza dovete fare appunto un esame con 20 domande e rispondere bene minimo a 15. Prima di ottenere tutto ciò naturalmente dovrete trovarvi una occupazione stabile, di solito il più vicino al luogo in cui lavorate poiché la città è molto estesa e non è raro compiere tragitti che superano anche un'ora.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Sidney: come trovare lavoro

Se la vostra più grande ispirazione è andare a lavorare all'estero, per vivere nuove esperienze e sperimentare culture completamente diverse da quelle natie, allora l'Australia è sicuramente il paese che fa per voi! Oltre ad essere una realtà dai...
Lavoro e Carriera

Come trasferirsi e lavorare in Portogallo

Trasferirsi in un'altra nazione per lavoro è sempre un grande passo che una persona affronta a malincuore. Abituarsi a vivere in un nuovo paese è sempre una sfida, oltre che un'esperienza diversa nella vita. Se infatti prendiamo questa decisione, la...
Lavoro e Carriera

Come trasferirsi e trovare lavoro a Barcellona

Molte persone sono disposte a trasferirsi in Spagna, per trovare lavoro. Tra le città più gettonate troviamo Barcellona che tra l'altro, offre anche maggiori possibilità essendo una delle più attive dal punto di vista dell'architettura, quindi ideale...
Lavoro e Carriera

Come trasferirsi e lavorare in Bolivia

Trovare un lavoro appagante, che soddisfi le proprie esigenze, è l'obiettivo di tutti. Purtroppo, in un periodo di crisi economica, è molto difficile. La mancanza di lavoro non permette che ognuno possa realizzarsi in un campo specifico. Inoltre, con...
Lavoro e Carriera

Come trasferirsi e lavorare in Germania

Trasferirsi e lavorare all'estero è un'esperienza che cambia la vita. Le motivazioni per questo tipo di cambiamento possono essere diverse. Negli ultimi tempi anche per noi italiani è ritornato un fenomeno come l'emigrazione per esigenze lavorative...
Lavoro e Carriera

Come trasferirsi e lavorare in Bulgaria

Al giorno d'oggi, sempre più persone si trovano con le spalle al muro senza lavoro. Questo purtroppo è un fenomeno che si sta estendendo oltre che in tutta Italia anche in Europa. Chiaramente questo fenomeno comporta una sorta di "emigrazione" da parte...
Lavoro e Carriera

Come trasferirsi in Giappone

Negli ultimi anni, il numero di giovani che cerca e trova lavoro all'estero è salito vertiginosamente. Le mete più gettonate sono la Germania, l'Inghilterra e la Svezia, per chi vuole restare in Europa, gli States e il Giappone per chi è disposto (e...
Lavoro e Carriera

Come trasferirsi e lavorare in Guatemala

La crisi economica che ha attualmente travolto l'Italia ha indotto ed induce un numero crescente di persone ed espatriare in cerca di nuove collocazioni lavorative. I paesi verso i quali ci si dirige sono molteplici, alcuni non richiedono grandi permessi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.