Come spartire le spese di un condominio

tramite: O2O
Difficoltà: facile
18

Introduzione

Spesso e volentieri sono cause di continue liti e diatribe fra condomini, che non di rado sfociano in vere e proprie azioni legali: stiamo parlando di come spartire le spese fra condomini. Il Codice Civile infatti all’art. 1123 disciplina la “ripartizione delle spese” condominiali. In linea generale, bisogna sapere che il Codice Civile dedica il Libro III, Titolo VII, Capo II (artt. Da 1117 a 1139) alla disciplina del condominio. La norma sancita dall’art. 1123 C. C., in particolare, esprime il principio in forza del quale le spese relative alle parti comuni di un edificio debbano essere ripartite fra condomini in proporzione alle rispettive quote, salvo diversa convenzione. Detto così può sembrare un'impresa decisamente complessa, per questo motivo, attraverso i passaggi seguenti, ci occuperemo di spiegarvi, in modo semplice e chiaro, come si devono spartire le spese di un condominio.

28

Occorrente

  • Amministratore di condominio
  • Codice Civile
38

La prima cosa da sapere è che le spese relative alla gestione dei beni condominiali si distinguono in spese ordinarie e in spese straordinarie. Queste ultime devono essere ripartite secondo i dettami contenuti nei regolamenti condominiali o, in mancanza di essi, alle norme sancite dal Codice Civile e riguardano i costi relativi alla conservazione, alla manutenzione e all'utilizzo di tali beni. La relativa ripartizione delle spese dovrà essere approvata dall'assemblea condominiale e, da quel momento in poi, diventa obbligatoria per tutti i condomini.

48

Tale ripartizione deve essere effettuata sulla base di criteri oggettivi, che vengono stabiliti dai regolamenti o dalle leggi, oppure previsti per particolari tipi di intervento. È infatti buona norma sapere alcuni dati, chiamati coefficienti, riferiti alla propria unità abitativa, quali: la superficie del proprio locale, la cubatura, l'effettiva destinazione d'uso e in quale piano si trova. Tutti questi sono elementi che potete facilmente certificare con l’ausilio di un tecnico professionista (ingegnere o architetto).

Continua la lettura
58

Una volta che avrete predisposto tutti i dati necessari, ora non resta che preparare la tabella millesimale nella quale il valore dell'intero edificio, considerato convenzionalmente uguale a mille, verrà ripartito tra tutte le unità immobiliari del condominio. Il valore proporzionale può essere indicato negli atti di acquisto di ciascuna unità immobiliare: infatti, solitamente, tale tabella viene predisposta inizialmente dal costruttore del fabbricato. Se negli atti di acquisto non vi è riportato alcun dato, il valore si desume sulla base di apposite tabelle formate e approvate dall'assemblea condominiale, che terrà conto di alcuni coefficienti che, per esempio, potranno riguardare: l’esposizione, la luminosità, la funzionalità, l’orientamento ecc….

68

Quando saranno individuati i relativi millesimi, l’ultimo passo da compiere è quello di dividere la spesa per mille e moltiplicarla per ciascuna unità immobiliare. Se, per esempio, le unità immobiliari sono in totale 6, e secondo le tabelle millesimali hanno rispettivamente un valore di 250, 100, 120 180, 150 e 200, su una spesa totale di euro 2.500 le relative quote da versare saranno: per la prima unità (2.500/1000*250) di euro 625; per la seconda unità immobiliare (2.500/1000*100) di euro 250; per la terza (2.500/1000*120) euro 300; per la quarta (2.500/1000*180) euro 450; per la quinta (2.500/1000*150) euro 375; infine per l’ultima (2.500/1000*200) di euro 500. Il totale infatti risulterà di euro 2.500. Come avrete capito, il procedimento per ripartire in modo corretto le spese è abbastanza semplice, occorre solamente prestare molta attenzione alla verifica dei correttezza dei dati e alle leggi in vigore.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Chiamate un architetto o ingegnere per certificare i coefficienti della vostra unità abitativa
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Come diventare amministratore di condominio

L'amministratore di condominio è una persona che gestisce le spese. Egli si fa carico dei lavori da effettuare nel condominio e successivamente della supervisione degli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria che sono stati eseguiti. Generalmente...
Lavoro e Carriera

Come Annullare Decisioni Ad Un' Assemblea Di Condominio

Tutte le persone che non hanno un'abitazione indipendente, molto probabilmente abitano in un appartamento insieme ad altri condomini, questo comporta fare fronte alle decisioni che vengono prese nelle assemblee di condominio. Con il termine assemblea...
Lavoro e Carriera

Come essere un amministratore di condominio onesto

Essere un amministrare onesto di condominio è una vera e propria professione da svolgere a tempo pieno dopo aver seguito un'opportuna formazione. I doveri sono molteplici e complessi. Per diventare amministratori è necessario il pieno godimento dei...
Lavoro e Carriera

Come redigere una nota spese

Tutte le aziende, sia piccole che grandi, al fine di controllare il rendimento economico devono redigere una nota spese. Tale operazione, generalmente viene eseguita da un commercialista in modo preciso e dettagliato. Essa, risulta essenziale in termini...
Lavoro e Carriera

Come Nominare E Revocare Un Amministratore Di Condominio

L'amministratore è la figura con funzioni esecutive all'interno del condominio in quanto si occupa di amministrare e gestire i beni comuni e di dare esecuzione alle delibere dell'assemblea condominiale. Oltre ad una specifica serie di compiti che la...
Lavoro e Carriera

Come trattare fiscalmente le spese di vitto ed alloggio sostenute dal libero professionista in trasferta

In questo argomento parliamo di un discorso che riguarda la materia giuridica ed economica: "Come trattare fiscalmente le spese di vitto ed alloggio sostenute dal libero professionista in trasferta". Con l'emanazione del Decreto Legge 25 giugno 2008,...
Lavoro e Carriera

Come trovare condomini da amministrare

Ormai, la figura dell’amministratore di condominio professionista è rinominata. Esso ha saputo negli anni farsi strada affrontando qualsiasi problema nell'ambito del condominio. Per tale motivo questo è un lavoro altamente specializzato che si basa...
Lavoro e Carriera

Come andare in pensione a 50 anni

Di questi tempi non è certo semplice andare in pensione prima del tempo. In ogni caso, facendo delle scelte oculate inerenti all'investimento del tuo denaro, ritirarti dal lavoro all'età di 50 anni è senz'altro possibile. In questa guida, passo dopo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.