Come progettare un vigneto

Tramite: O2O 22/06/2018
Difficoltà: media
18

Introduzione

Il nuovo singolo di Alvaro Soler parla de la "Cintura", ovvero la vita. Cosa centra con il progettare un vigneto? Il brano esprime la ricetta fondamentale che necessita di un buon piano di riuscita di un sogno: l'energia giusta, la grinta e un pizzico di creatività. Per lavorare in un vigneto occorrono passione, dedizione ed esperienza. Le normative in ambito aziendale-agricolo prevedono schemi standard a livello progettuale. Essi devono essere realizzati ed eseguiti dagli agricoltori in modo tale che il vigneto sia a norma di legge e progettato secondo un preciso iter. Grazie a esso, è possibile stabilire, in anticipo, il valore economico del vigneto per sfruttare il terreno e prepararlo adeguatamente ad un buon rendimento di vitale importanza. Ecco come si progetta un vigneto.

28

Occorrente

  • Pali di sostegno in ferro o legno, bambù
  • Filo in acciaio, spago
  • Vanga, zappa o macchinari similari
  • Barbatelle
  • Letame naturale
38

La preparazione

In principio occorre avere un quadro preciso del terreno a cui si ha a disposizione, valutando tutti gli aspetti necessari per il progetto.
Da una prima analisi si può partire da circa 500 mq di terreno: in questo spazio si sistemeranno 500 viti. La procedura di applicazione, in questo caso viene denominata "scasso" e consiste nella preparazione della superficie del terreno, che con molta attenzione deve essere vangata per una profondità di circa 30 - 40 centimetri. La preparazione al terreno è eseguito su grandi appezzamenti di terra, che richiedono come minimo la profondità di 1 metro. Se però, si ha a che fare con un terreno piccolo si scava per non più di mezzo metro, per non rischiare di rovinarlo e vanificare il nostro lavoro. Il movimento delle zolle serve ad arieggiare il terreno e può essere eseguito sia a mano che con l'ausilio di un attrezzo agricolo chiamato "motocoltivatore".
Questo macchinario serve per muovere il terreno e districare le zolle in modo tale da appianarlo e distribuire in modo strategico il concime. In genere, è un macchinario che si muove su due ruote ed è impiegato maggiormente in ambito agricolo.
La scelta del terreno sarà basilare, per definire il lavoro. Ci sono terreni sabbiosi vicino al mare che rendono il sapore dell'uva diverso rispetto a quello collinare o di montagna perché più speziato e influenzato dall'aria salmastra.

48

La concimazione

Dopo aver realizzato la prima parte, si passa alla fantastica nutrizione del terreno: la concimazione. Secondo molti agricoltori Il miglior fertilizzante naturale è il letame, sia per i suoi componenti organici che per il risvolto economico. Si intende che è molto meno caro di un concime chimico e quindi più nutriente e meno dannoso.
La concimazione richiede poi il tempo giusto di riposo (solitamente questa procedura viene eseguita in inverno per la primavera successiva). Con l'arrivo della primavera e una buona conservazione, occorre rompere le zolle (nel frattempo indurite), allineando in questo modo il terreno. Il terreno sarà quindi pronto e si procederà alla costruzione delle spalliere, strutture di sostegno, delle viti, simbolo in futuro di vita.
Esistono diversi tipi di vini grazie, all'impiego del concime. Un altro consiglio, in tale ambito è l'uso delle foglie che ammorbidiscono il terreno, lo nutrono e creano un gusto sublime al coltivato.

Continua la lettura
58

I materiali

A questo punto importanti saranno i materiali da impiegare e la pazienza da adottare. Come prima cosa occorreranno dei pali in legno o in ferro zincato e di altezza di 1 metro e 80 centimetri. I pali di testata del vigneto (ovvero il primo e l'ultimo) dovranno avere una circonferenza di 10-12 centimetri. Per quelli centrali, invece, sarà sufficiente una circonferenza di 6 centimetri. Impiantandoli nel terreno a una profondità di circa 50 centimetri e con una distanza gli uni dagli altri di 4 o 5 metri si concluderà la prima parte. Uno dei migliori suggerimenti è quello di partire da 80 centimetri dal terreno, tirando il cavo in orizzontale, dove le future piantine di vite si potranno arrampicare. Tra un cavo e l'altro fare intercorrere una distanza di almeno 40 centimetri fino a coprire l'intera altezza dei pali. Il risultato che si otterrà sarà stupefacente: ettari di viti, piantate (a 30 centimetri) secondo tecniche moderne ed efficaci per non rovinare il terreno e il nostro lavoro.
Come ultimo tocco, si pianteranno le piante, con canne di bambù o altro materiale analogo per sostenerle, si accudirà con devozione, vedendo giorno dopo giorno crescere e realizzato il nostro progetto: il vigneto.

68

Le barbatelle

Secondo un'antica leggenda le barbatelle crebbero in seguito alla rasatura della barba dei frati che nutrivano con i loro peli il terreno. Erano radici fondamentalmente, ma da questa procedura nacque la concezione di radici, casa per i nativi del posto, grazie alla produttività e credenza nella pratica e nella Dea che custodiva e proteggeva le piante di vite. Da qui la vite simbolo di creazione e sviluppo dei nostri sogni.

78

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Come progettare delle attività ricreative per anziani

La società in cui viviamo è statisticamente popolata da persone non più giovani. Sono inoltre carenti le associazioni che si occupano in modo particolare di attività ricreative a favore delle persone ultrasessantenni. È anche per questo motivo che...
Aziende e Imprese

Come progettare e condurre un workshop

Progettare e condurre un Workshop può essere un’occasione per mettere alla prova le vostre capacità in campo relazionale e, nel contempo, insegnare una vostra particolare abilità. Senza contare che può essere un’ottima fonte di guadagno, supportata...
Aziende e Imprese

Come progettare l'interno di uno studio medico

Il design degli interni di uno studio medico trasmette molte informazioni ai pazienti: dovrebbe riflettere direttamente il tipo di attività e la sua clientela specifica. Ad esempio, l'ufficio di un pediatra avrà un aspetto diverso da quello di un chirurgo...
Aziende e Imprese

Come aprire un'attività di vendita e produzione Di Vini

In questa guida, passo dopo passo, darò tutte le indicazioni utili su come aprire un'attività di vendita e produzione Di Vini. L'apertura di un'azienda specializzata nel settore della vendita di vini non è immediata, visto e considerato che ci sono...
Aziende e Imprese

Come aprire un negozio di elettronica online

Ormai il mercato degli oggetti e soprattutto dei prodotti tecnologici ed elettronici si sta spostando sempre di più verso gli store online. Sono sempre di più, infatti, coloro che sono alla ricerca di offerte o affari sul web per provare a risparmiare...
Aziende e Imprese

10 idee per fare business con un terreno agricolo

Negli ultimi anni il senso di appartenenza al territorio è diventato qualcosa di molto importante in ognuno di noi. Sarà forse per la vita stressante che conduciamo ogni giorno, ma i weekend in campagna affascinano chiunque. Passare le giornate all'aria...
Aziende e Imprese

Come avviare un'azienda di videogiochi

Le aziende di videogiochi creano prodotti di intrattenimento digitale interattivi che possono essere riprodotti su una vasta gamma di piattaforme, tra cui personal computer, telefoni cellulari e console di gioco, come Sony PlayStation, Xbox e Nintendo....
Aziende e Imprese

Come pianificare una campagna pubblicitaria

La pubblicità è un investimento mirato a migliorare ed espandere la propria azienda. Alcune di queste scelgono di pubblicizzarsi quando il loro pubblico di riferimento è più propenso ad acquistare i loro prodotti o servizi. Ecco una semplicissima...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.