Come si calcola l'ammortamento dell'avviamento

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

L'ammortamento dell'avviamento è un argomento trattato nell'ambito dell'economia aziendale, come materia di studio per gli studi tecnici. L'ammortamento dell'avviamento è regolato da delle normative specifiche, come descritto nell'articolo 103; questa legge indica e stabilisce che le quote di ammortamento sul valore dell'avviamento iscritto nel bilancio attivo, devono essere deducibili nella misura inferiore ad un diciottesimo del valore stesso. In questa guida ti indico con esempi pratici come si calcola questo ammortamento.

27

Ammortamento dell'avviamento

Per capire bene l'ammortamento dell'avviamento, è conveniente esplicare un esempio pratico; come illustrato in foto, per l'anno 2000 e fino al 2004, hai un avviamento scritto in bilancio di 54.000, che devi dividere per 10 ottenendo 5.400, come riportato sulla prima colonna della tabella da completare; questa divisione ti indica la quota dell'ammortamento. Nella colonna successiva dividi 54.000 per 18 ottenendo il risultato di 3.000; questa operazione la devi adottare anche per gli anni che vanno dal 2009 al 2013.

37

Svalutazione o rivalutazione dell'avviamento iscritto in bilancio

Nel caso in cui ci sia una svalutazione o rivalutazione dell'avviamento iscritto in bilancio, è necessario che tu proceda a rideterminare la quota di ammortamento deducibile dal punto di vista fiscale tenendo conto della variazione del valore dell'avviamento, nonché del periodo che rimane dell'ammortamento stesso.

Continua la lettura
47

Il valore contabile netto

A questo punto, ipotizza la situazione in cui, in un determinato anno, hai fatto l'iscrizione in bilancio. Prendi quindi 2.100 come valore contabile prima dell'ammortamento. Calcolando l'ammortamento deducibile, devi dunque fare in modo di ottenere 210 dalla divisione di 2.000 per 10, perché così come risultato avrai 1.890, che rappresenta il valore contabile netto.

57

Come si verifica una svalutazione del valore contabile

Nel corso del 2004, puoi notare come si verifica una svalutazione, con valore contabile prima dell'ammortamento pari a 90, che verrà sottratto da 1.890, avendo come risultato del valore contabile netto, 1.800. Sempre nel corso dello stesso anno, l'operazione dell'ammortamento ha come valore contabile prima dello stesso, 1.800, da cui effettuare la divisione per 1/9, ottenendo 200 che è l'ammortamento deducibile, mentre 1.600 è il valore contabile netto.

67

Applicare un'aliquota che non supera il periodo di ammortamento

Dopo che hai effettuato l'operazione di rivalutazione e svalutazione, applica un'aliquota che non supera il reciproco periodo di ammortamento nei minimi termini di ammissione, sottraendo il numero di tutti gli esercizi per il quale l'ammortamento è già stato detratto in precedenza, con il reddito imponibile.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Come calcolare il fondo di ammortamento

L'ammortamento fa parte dei costi contabili che consentono alle varie aziende di distribuire il costo del valore di un bene, durante l'intera vita utile del bene stesso. In poche parole, l'ammortamento consente alle aziende di calcolare il costo di un...
Finanza Personale

Come dedurre l'ammortamento finanziario dei beni devolvibili

In questa guida vedremo come dedurre l'ammortamento finanziario dei beni gratuitamente devolvibili. Per prima cosa vediamo cosa sono questi beni. Per beni gratuitamente devolvibili, si intendono tutti quei beni ricevuti in concessione, che alla scadenza...
Aziende e Imprese

Come avviene l'ammortamento dei beni strumentali di un professionista

Ogni impresa, annualmente, deve effettuare il bilancio dell’esercizio, vale a dire redigere il documento contabile dove sono riportati alcuni valori finanziari, quali principalmente la situazione patrimoniale e reddituale delle aziende; questo documento...
Case e Mutui

Come calcolare la quota di ammortamento

La "quota di ammortamento" è uno dei principali concetti da dover determinare nella gestione finanziaria di una società ed può assumere due significati differenti. In ambito bancario, si tratta solamente di un calcolo per stabilire l'ammontare della...
Case e Mutui

Come costruire un piano di ammortamento del mutuo

Quando si contrae un mutuo per acquistare una casa viene costruito il cosiddetto piano d'ammortamento. Abbiamo quello italiano, francese, tedesco, americano; inoltre il piano d'ammortamento può essere: a tasso misto, variabile e fisso. Il principio è...
Case e Mutui

Mutuo con ammortamento all'italiana

Se si ha l'intenzione di acquistare una casa oppure un qualsiasi altro bene con un costo abbastanza elevato, è possibile decidere di optare per un mutuo. In questa maniera, infatti, si può rateizzare la spesa nel tempo. Come ben sappiamo, esistono vari...
Case e Mutui

Come Calcolare la quota capitale di una periodicità in un piano di ammortamento a Rata Costante

L'acquisto di una casa rappresenta per ogni famiglia l'investimento più importante di un'intera vita; per questo motivo, prima di fare questo importantissimo passo è necessario fare una serie di valutazioni affinché non ci si possa pentire di quanto...
Finanza Personale

Come costruire il piano di ammortamento di un mutuo a rata costante

Per mutuo rata costante si intende il mutuo a tasso variabile la cui rata rimane invariata nel corso di tutto il finanziamento e a cambiare è solamente la durata del rimborso. Il vantaggio di questa formula risiede nella possibilità per il mutuatario...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.