Come si calcola il valore economico netto di un giorno di ferie

Tramite: O2O 14/07/2021
Difficoltà: media
17

Introduzione

Come si calcola il valore economico netto di un giorno di ferie

Nella guida che segue, passo dopo passo, darò tutte le indicazioni utili su come si calcola il valore economico netto di un giorno di ferie. Le ferie stesse rappresentano senza dubbio un diritto irrinunciabile del lavoratore dipendente, sia che venga assunto a tempo determinato che indeterminato. Il periodo di ferie varia in base al contratto nazionale di lavoro, ma anche al tipo di attività che si svolge (impiegato, operaio, dirigente). Inoltre vi è la possibilità per la fine dell'anno di ottenere la restituzione in denaro degli eventuali giorni di ferie non goduti, e che si decide di non recuperare nell'anno lavorativo successivo. La procedura di calcolo richiede senz'altro un po' di tempo, ma non è particolarmente complicata.

27

Occorrente

  • Calcolatrice
  • Busta paga
37

Effettuare il calcolo dell'importo mensile

Per calcolare un giorno di ferie non goduto, occorre recuperare l'ultima busta paga ricevuta e, considerare l'importo chiamato Reddito Annuo Lordo, che va diviso per 12. Il 12 è infatti il coefficiente indispensabile per fare in modo di ottenere immediatamente il relativo importo mensile mensile. In tal caso, si ha una cifra più alta dello stipendio lordo percepito ogni mese, visto e considerato che quest'ultimo viene erogato più di 12 volte l'anno, tenendo presente che in tutti i casi è prevista la tredicesima e in taluni casi anche la quattordicesima, a seconda del contratto di lavoro. A prescindere da ciò, ciascun lavoratore può decidere decidere se è più conveniente godere di alcuni giorni di ferie, oppure farseli retribuire in busta paga. Tutto ciò, è ovviamente dettato da esigenze strettamente personali, che si possono rivelare fondamentali per ottenere maggiore liquidità mensile.

47

Ottenere il valore economico netto del giorno di ferie

Un'altra importante differenza che bisogna fare, è tra chi lavora 5 giorni a settimana e chi 6. Infatti, nel primo caso, per gli impiegati che lavorano 5 giorni a settimana, bisogna dividere l'importo mensile ottenuta al passo precedente per 22. Invece, per tutti coloro che lavorano 6 giorni a settimana, è necessario dividere l'importo mensile per 26. Il risultato ottenuto in entrambi i casi, sarà il valore economico del singolo giorno di ferie, al lordo di tutte le ritenute fiscali e sociali. Le ritenute sociali sono il 9%, quindi si può moltiplicare il valore lordo calcolato per 91% (ossia la differenza tra 100% e 9%). Nella busta paga vicino all'importo della trattenuta Irpef vi è un'aliquota, cioè la somma che si va a pagare sulla parte di reddito più alta, e che supera l'ultimo scaglione Irpef raggiunto. Facendo un esempio, si deve tenere presente che l'aliquota dello scaglione di reddito è pari al 27%: moltiplicando il valore ottenuto alla fine del passo precedente per 73% (ossia la differenza tra 100% e 27%), si va ad ottenere il valore economico netto del giorno di ferie, ossia l'importo che verrà effettivamente percepito dal lavoratore dipendente.

Continua la lettura
57

Effettuare il calcolo del giorno di ferie con il part-time orizzontale e part-time verticale

Nel caso in cui si abbia a che fare con un lavoratore part-time, prima di effettuare il calcolo del valore economico di un giorno di ferie, occorre distinguere fra il part-time orizzontale e il part-time verticale. Nel caso del part-time orizzontale, il dipendente lavora tutti i giorni e a orario ridotto e matura gli stessi giorni di ferie previsti per il full time. Il calcolo è dunque lo stesso illustrato ai passaggi precedenti, ovvero retribuzione mensile netta divisa per i giorni lavorativi mensili. Il risultato ottenuto si deve successivamente moltiplicare per i giorni di ferie non goduti, attraverso i quali si va poi a individuare il valore economico netto di un giorno di ferie. Per quel che riguarda il part-time verticale, la procedura è diversa, visto e considerato che il dipendente lavora solo alcuni giorni alla settimana. In tal caso infatti, il numero di giorni di ferie spettanti viene ridotto in proporzione. In tal caso, la retribuzione netta giornaliera si ottiene dividendo lo stipendio mensile netto per il numero di giorni di lavoro mensili. Il risultato ottenuto si moltiplica quindi per il numero di giorni di ferie non goduti, per poi individuare il valore economico netto di un giorno di ferie.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per effettuare il calcolo del valore economico netto di un giorno di ferie, è consigliabile utilizzare un apposito software, ad esempio Zucchetti.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Come fare richiesta di ferie in una società cooperativa

La difficile e perdurante congiuntura economica negativa sta impattando in maniera notevole sulle dinamiche di gestione delle cooperative e delle imprese. Senza dubbio i datori di lavoro cercano di garantirsi la piena produttività in modo da abbattere...
Lavoro e Carriera

Come chiedere le ferie

Che siate dipendenti statali o privati, in qualità di lavoratori, avete diritto a delle ferie. Le ferie sono dei giorni in cui potete assentarvi da lavoro e queste maturano nel corso dell'anno. A seconda del tipo di lavoro che svolgete potete avere uno...
Lavoro e Carriera

Come calcolare contributi, tredicesima e ferie

Un lavoratore dipendente che ha una regolare retribuzione si può calcolare, in modo autonomo, le proprie ferie, i propri contributi e la tredicesima. Questa è un'operazione che può essere eseguita indipendentemente dal calcolo che viene effettuato...
Lavoro e Carriera

Come calcolare lo stipendio netto del contratto a progetto

Uno dei contratti più diffusi nell'ambito del lavoro è sicuramente quella "a progetto": si tratta di un tipo di contratto firmato dal lavoratore che accetta di realizzare un determinato progetto dietro il corrispettivo di un prezzo. In questa guida,...
Lavoro e Carriera

Come si calcola la liquidazione del TFR

Il TFR (Trattamento di Fine Rapporto) chiamato anche liquidazione, è un compenso che viene corrisposto al lavoratore in maniera differita, ossia alla cessazione del rapporto di lavoro. Per questa ragione l'accantonamento annuo del TFR viene considerato...
Lavoro e Carriera

Come controllare la busta paga

Per un impiegato è fondamentale saper controllare la propria busta paga. Questo documento rilasciato dal datore di lavoro comprende una serie di voci e di informazioni per il dipendente. La loro lettura informa sul calcolo effettuato per addivenire al...
Lavoro e Carriera

Come calcolare la retribuzione in maternità

Il congedo per maternità è un periodo di assenza obbligatoria della lavoratrice dal lavoro retribuito, durante il quale la donna riceve una retribuzione economica da parte dell'INPS, in sostituzione di quella abituale. Normalmente l'assenza obbligata...
Lavoro e Carriera

Come calcolare il TFR

Il TFR è il cosiddetto trattamento di fine rapporto. Consiste in una serie di retribuzioni che saranno trasferite sul conto del lavoratore alla fine del contratto di lavoro. Risulta possibile ormai tramite diversi calcoli capire e calcolare quale sarà...