Come si calcola il margine di tesoreria

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Il margine di tesoreria, rappresenta una delle grandezze differenziali deducibili dal bilancio d?esercizio. Lo scopo del margine di tesoreria è determinato dalla possibilità di evidenziare la situazione di liquidità dell?impresa. In particolare il margine di tesoreria indica la capacità dell'impresa di essere in grado di ripagare i debiti a breve termine o/e medio termine, mediante le proprie disponibilità liquide. Di seguito riportiamo come si calcola il margine di tesoreria.

27

Come determinare il margine di tesoreria

Il valore espresso dal margine di tesoreria si ottiene tramite la differenza manifestata dalla liquidità immediate e differite a cui vanno sottratte le passività correnti. Per liquidità immediate, si intendono i fondi disponibili presso l?azienda ( come le disponibilità liquide di cassa ) o presso gli uffici postali e bancari ( come le disponibilità liquide espresse dai depositi o dal conto corrente ), mentre le liquidità differite sono rappresentati dagli investimenti o dai crediti a breve termine dichiarati nel bilancio d?esercizio, sono identificate come liquidità differite ad esempio i crediti verso i clienti, i crediti verso erario, i ratei e i risconti e tutte quelle voci che possiamo identificare nella categoria di investimenti o crediti a breve termine .Le passività correnti invece sono rappresentate dai debiti a breve termine.

37

Come determinare il margine di tesoreria secca

Una variante molto utilizzata è il margine di tesoreria secca, identificato con il termine acid test. Il margine di tesoreria secca prende in esame le sole disponibilità liquide, escludendo nella sua equazione le liquidità differite. L?esigenza di ricorre al margine di tesoreria secca scaturisce dal bisogno di misurare l'effettiva solvibilità immediata dell'impresa, senza ricorrere alle liquidità differite, come ad esempio i crediti verso clienti, il cui valore di solvibilità non è sempre certo o comporta un difficile rientrare del capitale. Tuttavia è bene precisare che nel tessuto imprenditoriale italiano risulta molto difficile riscontrare valori positivi del margine di tesoreria secca.

Continua la lettura
47

Come determinare il margine di tesoreria tramite il capitale circolante lordo

Una buona situazione di liquidità dell?impresa presuppone un margine di tesoreria positivo. Il margine di tesoreria presenta delle relazioni con il capitale circolante netto. Infatti il margine di tesoreria può essere espresso come differenza tra il capitale circolante lordo (le attività correnti) e le passività correnti, questi due valori li possiamo ricavare dallo stato patrimoniale.

57

Cosa determina un margine di tesoreria positivo

Un margine di tesoreria positivo, determina un presumibile equilibrio finanziario, in quando la sommatoria delle liquidità differite e delle liquidità correnti risulteranno in grado di compensare gli eventuali esborsi in scadenza entro l?arco dei dodici mesi.

67

Cosa determina un margine di tesoreria negativo

Un margine di tesoreria negativo, determina un deficit di liquidità, inoltre riscontra possibili tensioni finanziarie nel breve termine. Questo significa che l?impresa risulta trovarsi in una situazione di rischio finanziario, in quando non riesce a far fronte alle richieste di rimborso immediato dei debiti, perché l?impresa risulta essere in uno stato di illiquidità.

77

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Come calcolare il margine di contribuzione

è definito margine di contribuzione la differenza tra il costo variabile ed il prezzo unitario (ovvero il costo ed il ricavo). Come il margine di contribuzione supera i costi fissi si genera l'utile.Il margine di contribuzione può essere di due livelli...
Finanza Personale

Come si calcola l'Ispe

Un indicatore chiamato ISPE viene oggi molto utilizzato da coloro che intendono dimostrare la propria situazione patrimoniale, oppure ottenere agevolazioni fiscali così come usufruire di una borsa di studio o di eventuali bonus. In riferimento a ciò,...
Finanza Personale

Come si calcola la rendita catastale degli immobili

Il Catasto stabilisce la rendita degli immobili che possiede un proprietario. Per sapere a quanto ammonta la rendita catastale, basterà ottenere i documenti necessari e consegnarli agli uffici del Catasto. Ciò è utile per calcolare l'IMU di un immobile,...
Finanza Personale

ISEE: che cos'è e come si calcola

All'interno della presente guida, andremo a occuparci di ISEE. Nello specifico, come avrete ben potuto comprendere attraverso la lettura del titolo stesso della nostra guida, ora andremo a spiegarvi, che cos'è e come si calcola l'ISEE.Ogni anno, durante...
Finanza Personale

Come si calcola la duration di un portafoglio di titoli

All'interno di questa guida ci soffermeremo sulla spiegazione del procedimento che ci porterà a capire come si calcola la duration di un portafoglio di titoli La "duration" di un portafoglio di titoli è costituita primariamente, dalla durata media finanziaria...
Finanza Personale

Come Si Calcola La Conversione In Rendita Di Un Capitale Assicurato

In un contratto assicurativo si possono individuare tre persone: il contraente che stipula il contratto, l'assicurato che è l'oggetto del contratto ed il beneficiario, cioè la persona che riceve i benefici. Spesso queste categorie coincidono con la...
Finanza Personale

Come si calcola la base imponibile

La base imponibile nel diritto tributario esprime quel valore reddituale essenziale per il calcolo dell'imposta sul reddito. Sapere come calcolare la base imponibile permette di evitare spiacevoli sorprese al termine del periodo d'imposta, permettendoci...
Finanza Personale

Come Calcolare Il Tri

Quando si parla di TRI, ci si riferisce al Tasso di Rendimento Immediato, derivante dal rapporto tra i frutti periodici di un investimento ed il capitale che è stato investito. Per rendimento, si intende, infatti, in economia come in fisica: il rapporto...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.