Come si calcola il canone di locazione dell'immobile

Tramite: O2O 14/11/2018
Difficoltà: media
15

Introduzione

Il canone di locazione è il corrispettivo che bisogna versare per poter godere del bene di proprietà del locatore. Generalmente il canone viene corrisposto in denaro; le parti però possono accordarsi diversamente se ad esempio viene locato un terreno agricolo. Di solito il canone di locazione viene versato in più rate (mensili, trimestrali oppure semestrali) e viene stabilito quando si stipula il contratto. In caso di mancato pagamento il moroso deve corrispondere anche gli interessi, se sono previsti nel contratto. Quando si accumula un ritardo nel pagamento di circa venti giorni il locatore può chiedere la risoluzione del contratto. L'obiettivo di questa breve guida è quello di dare delle utili indicazioni su come si calcola il canone di locazione dell'immobile.

25

Visura

Generalmente il canone di locazione o prezzo di affitto di un immobile viene stabilito tenendo presente le categorie catastali. Per questo motivo è fondamentale avere sempre a portata di mano una visura catastale dell'immobile per applicare il prezzo di affitto secondo ciò che stabilisce la legge. Non è consigliabile applicare un canone di locazione inferiore in quanto l'Agenzia delle Entrate rintraccia abbastanza facilmente le unità locate. Ciò è possibile mediante la consultazione dell'Anagrafe Tributaria. L'Agenzia delle Entrate tramite accertamenti fiscali risale a queste persone in quanto hanno intestato luce, acqua, gas ed altre utenze come il telefono.

35

Valutazione

Se l'affitto dell'immobile deve essere effettuato autonomamente è fondamentale ingaggiare un professionista che deve fare la valutazione della casa, dell'ufficio oppure del locale commerciale. Grazie al suo operato è possibile proporre il proprio bene ad un prezzo coerente con il reale valore dell'immobile. Il discorso è diverso se si decide di affittare il proprio immobile rivolgendosi ad un'agenzia immobiliare. Quest'ultima dopo aver valutato il bene lo inserisce nel database per metterlo a disposizione di chiunque fosse interessato ad un immobile con caratteristiche analoghe.

Continua la lettura
45

Canone

Prima di affittare un immobile è opportuno stabilire una soglia minima da non varcare consultando la visura catastale. Questa operazione è indispensabile per non correre il rischio di affittare il locale ad un prezzo inferiore del suo valore di mercato. La visura catastale può essere considerata a tutti gli effetti la carta di identità dell'immobile. Infatti, in questo documento sono riportati tutti i dati. Per il calcolo del canone occorre un apposito coefficiente che si può trovare online, specificando la tipologia dell'immobile. A questo punto per ottenere il canone basta moltiplicare la rendita catastale maggiorata del 5% per il coefficiente.

55

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Case e Mutui

Come registrare un contratto di locazione a canone libero

Il contratto di locazione a canone libero è la tipologia di contratto più utilizzata. Con questo documento si da in uso il proprio immobile destinato ai fini abitativi, dietro pagamento di una quota concordata tra le parti. Al contrario, sono regolati...
Case e Mutui

5 tipologie di contratti di locazione residenziali

In Italia esistono ben 5 tipologie di contratti di locazione per fini residenziali. È facile confondersi e non sapere bene quale scegliere. In questa lista troverai indicate tutte le tipologie con le loro caratteristiche ed i loro regolamenti così da...
Case e Mutui

Come valutare Un Contratto Di Locazione Con La Cedolare Secca

La “cedolare secca” è un regime facoltativo, che si sostanzia nel pagamento di un’imposta sostitutiva dell’Irpef e delle addizionali (per la parte derivante dal reddito dell’immobile). In più, per i contratti sotto cedolare secca non andranno...
Case e Mutui

Contratto di locazione: come fare una disdetta

Quando abbiamo un locale od un appartamento da locare, capita a volte che si firmino i contratti di locazioni e ci troviamo in difficoltà per fare la disdetta per un cambio di programmi per diversi motivi. Con il tempo possono capitare questi cambi e...
Case e Mutui

Contratti di locazione: quale scegliere

Se stiamo pensando di affittare un appartamento o un locale di nostra proprietà, sicuramente sapremo che per farlo dovremo stipulare con il locatario un particolare contratto attraverso il quale noi ci impegniamo a mettere a disposizione il nostro bene...
Case e Mutui

Locazione: tutto sulla registrazione del contratto

In questa guida parleremo di locazione: ecco tutto sulla registrazione del contratto. Cominciamo col dire che registrare un contratto di locazione è un obbligo dell'affittuario. Generalmente si deve provvedere alla registrazione solo se la locazione...
Case e Mutui

Come risolvere anticipatamente un contratto di locazione

Quando si stipula un contratto di affitto tra il locatario (proprietario dell'immobile) ed il conduttore (persona fisica che occupa il locale) vengono stabilite diverse clausole, tra cui la durata di locazione. Nel contratto vi è un intero paragrafo...
Case e Mutui

Come disdettare anticipatamente un contratto di locazione

Il Codice Civile nostro, prevede anche il contratto di locazione, fra gli altri tipi di contratto. Esso non è altro che un contratto di fitto mediante il quale il locatore, cioè il proprietario di un immobile, conferisce in affitto la sua proprietà...