Come si apre un rifugio per gatti

Tramite: O2O 14/08/2019
Difficoltà: media
18

Introduzione

L'abbandono degli animali è un fenomeno che si verifica soprattutto durante le vacanze estive. Questo mette a rischio la loro salute per vari motivi. Il pericolo principale è quello di morire di stenti e di fame. Seguito poi, da incidenti che si verificano molto spesso in strada e in autostrada, provocando la loro morte. Le vittime principali di questo fenomeno sono i cani e soprattutto i gatti. Per fortuna oggi giorno esistono dei rifugi che ospitano i gatti. Queste sono delle oasi vere e proprie, dove i gatti vengono curati e trattati con dedizione e amore. Ovviamente per aprire questo genere di strutture, occorre avere un capitale che si aggira dalle quarantamila euro in su. A questo si devono calcolare le spese del mantenimento del rifugio e del personale da assumere. Inoltre chi decide di aprire un rifugio per gatti, deve amare gli animali e capire le loro esigenze. Nella seguente guida spiego come si apre un rifugio per gatti.

28

Occorrente

  • Terreno ampio
  • Box conformi con le norme vigenti
  • Struttura a norma
  • Servizi professionali
  • Certificazione sanitaria
  • Personale affidabile
  • Recinzione
  • Aerea verde
  • Lettiere
  • Cucce
  • Ciotole
  • Prodotti per la pulizia pet
  • Giochi
  • Alimenti per gatti
38

Scegliere il luogo adeguato

La prima cosa da fare per aprire un rifugio per gatti è quella di scegliere il luogo adeguato. Pertanto è importante ricordare che non si tratta di una prigione, ma di un luogo dove l'animale deve sentirsi accolto e amato. I gatti sono degli animali curiosi e circospetti, per cui gli piace esplorare il territorio, controllandolo l'area in cui vive. Quindi è fondamentale creare un ambiente con degli spazi interni e esterni, dove poter inserire attrezzature, box, cucce e aree per i pasti. Il terreno dove costruire la struttura, deve essere ampio e distante almeno cinquecento metri dal centro abitato. L'ideale è un luogo lontano da strade troppo trafficate.

48

Costruire la struttura

A questo punto si può cominciare a costruire la struttura del rifugio. Sicurezza e illuminazione sono decisamente prioritarie. La luce deve essere sia naturale che artificiale e devono esserci zone soleggiate e zone di ombra. In modo tale che i gatti non debbano patire il caldo e neppure la deprivazione della luce solare. Inoltre occorre permettere l'accesso in alcuni locali del rifugio, allestendo dei passaggi con differenti livelli di altezza. A queste elementi deve aggiungersi la comodità e i servizi. Quest'ultimi devono comprendere: uno studio veterinario, un'unità di ricovero, una cucina e delle cucce termiche, dove gli animali ricoverati possano stare al caldo e in un luogo confortevole. L'area parco deve essere recintata e all'interno non ci debbono essere vie di fuga attraverso le quali gli animali possano fuggire.

Continua la lettura
58

Ottenere le autorizzazioni

Una volta costruita la struttura è necessario ottenere le autorizzazioni comunali e quelle dell'Asl. Per iniziare si deve ottenere la certificazione di idoneità della struttura da parte dei Servizi Veterinari e di Igiene e Sanità Pubblica della Asl, previa ispezione. In questa maniera viene consegnata la certificazione sanitaria vera e propria. Ovviamente bisogna tenere un libro mastro ed essere iscritti alla Camera di Commercio e possedere un numero di partita IVA. Assolutamente da pagare la tassa di igiene ambientale e poter istallare i segnali stradali adeguati. Concluse tutte le fasi preliminari è essenziale assumere il personale adatto.

68

Assumere il personale adatto

Quando si ottengono tutti i permessi è necessario assumere il personale adatto. Per prima cosa cercare un veterinario disponibile per il rifugio. Un'altra soluzione è quella di sottoscrivere una sovvenzione con uno studio veterinario. Per poi portare i gatti in ambulatorio, quando devono essere visitare e vaccinati. Tutti gli attrezzi necessari al gioco e al benessere dei gatti, devono essere puliti costantemente. Inoltre è fondamentale somministrare il cibo due volte al giorno, lasciandolo nelle apposite ciotole pulite e disinfettate. In questo caso è più indicata un'alimentazione a base di crocchette. Quindi per sostenere queste mansioni è necessario disporre di altro personale. Questi possono essere volontari o persone assunte regolarmente, per gestire la manutenzione e la pulizia del rifugio. A questo punto si può iniziare ad ospitare il primo felino che avrà bisogno di aiuto e soprattutto d'amore, fino a quando non verrà ritrovato o adottato.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • L'area esterna deve essere dotata di recensione. Inoltre deve essere dotata di vegetazione curata, che assicura ombra e con all'esterno un manto erboso curato.
  • La recensione dell'area verde dove i gatti verranno tenuti liberi deve essere in ottime condizioni, senza reti strappate o muri pericolanti
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Agenzia d'affari: come si apre

Quando si cerca di aprire un'attività lavorativa solitamente si tende ad aprire un negozio, ma avete mai pensato a qualcosa di diverso, come per esempio ad un'agenzia d'Affari? Un'agenzia di affari è un esercizio a scopo di lucro in grado di offrire...
Aziende e Imprese

Come aprire un negozio di elettronica online

Ormai il mercato degli oggetti e soprattutto dei prodotti tecnologici ed elettronici si sta spostando sempre di più verso gli store online. Sono sempre di più, infatti, coloro che sono alla ricerca di offerte o affari sul web per provare a risparmiare...
Aziende e Imprese

Come avviare un allevamento di oche

L'allevamento di oche, tra tutti gli animali comunemente allevati, è forse quello più sottovalutato. Infatti non risulta molto facile imbattersi in questo genere di aziende. In genere, gli animali domestici più presenti nelle aziende agricole sono...
Aziende e Imprese

Come aprire un ostello della gioventù

In questo articolo vi diamo consigli su come aprire un ostello della gioventù. Esso è una specie di albergo dove sono ospitati gli studenti, praticamente una specie di rifugio per viaggiatori, dove troveranno un risparmio notevole sui costi e dove si...
Aziende e Imprese

Come allevare conigli a terra

In questa guida, passo dopo passo, darò tutte le indicazioni utili su come allevare conigli a terra. Va detto innanzitutto che i conigli rappresentano uno degli animali domestici maggiormente apprezzati nel mondo, sia per il loro aspetto, sia per il...
Aziende e Imprese

Come acquisire la licenza di vendita bevande e alimenti

Internet facilita il contatto tra clienti e uomini d'affari, facilitando ordini, acquisti, presentazione di prodotti, ecc. Ma copre anche un bisogno segnato dalla mancanza di tempo per cucinare a casa.Per gli imprenditori, è un'opportunità che apre...
Aziende e Imprese

Come arredare un negozio di articoli da regalo

Quando si apre un negozio di articoli da regalo è essenziale arredarlo bene. Rendendolo funzionale e allo stesso tempo gradevole alla vista. La scelta dell'arredo e la disposizione del locale non è facile, specialmente quando si deve creare un qualcosa...
Aziende e Imprese

Come aprire un'attività di artigianato del legno

L'artigianato è da sempre un'attività molto ambita ed apprezzata inquanto si occupa di realizzare degli oggetti interamente a mano o con l'ausilio di semplici mezzi. Negli ultimi decenni, questo mestiere ha subito un notevole declino, con l'aumento...