Come segnalare un cartella esattoriale errata

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

A nessuno piace pagare le tasse, ancor meno quando queste non sono dovute, o presentano delle anomalie. È già successo numerose volte in passato e continua a succedere di vedersi recapitare la notifica di cartelle esattoriali errate e di non sapere cosa fare, ne a chi rivolgersi, per segnalare l'errore ed evitare di pagare dei tributi erariali che non ci competono. Talvolta la cartella potrebbe essere non dovuta, altre volte del tutto errata; in entrambi i casi però dovrete procedere con la segnalazione di quest'ultima. Vediamo insieme come fare correttamente.

26

Occorrente

  • Ente di riscossione
  • Domanda di richiesta cancellazione per errore
  • Motivazione e documentazione
  • Modulistica on-line
36

Le cartelle esattoriali provengono dall'ufficio delle entrate, ma ciò non toglie che gli errori possono essere commessi. In tal caso fate valere i vostri diritti ogni qual volta si verifichi questa spiacevole situazione. Dopo il 2006 è stata emessa una "direttiva anti-burocrazia"; secondo quest'ultima si ha la facoltà di richiedere all'ente pubblico la sospensione del pagamento. Recandosi agli sportelli Equitalia e richiedendo l'apposito modulo di auto dichiarazione si potrà richiedere l 'annullamento della cartella, ma lo si dovrà giustificare.

46

Nel mese di Febbraio 2014 è stata messa in atto una procedura molto utile e semplice da seguire, creata appositamente per snellire le trafile burocratiche e provvedere a bloccare le cartelle esattoriali errate o ingiustificate. Il web è diventato una risorsa in molti settori, incluso quello esattoriale. On-line infatti si possono richiedere documenti, attuare ricerche, pagare tributi e in ultimo bloccare delle cartelle esattoriali non valide. Attraverso il sito web di Equitalia, con pochi semplici click si potrà chiedere la sospensione della riscossione tributaria e segnalare la cartella errata. Il tutto però facendo attenzione ai termini di decorrenza.

Continua la lettura
56

I termini di decorrenza sono da considerare in ogni procedimento legale e fiscale, se si va oltre gli stessi si perde ogni diritto anche quando si è dalla parte della ragione. Il contribuente potrà, presentano opportuna documentazione, redigere la domanda di sospensione ed attendere la risposta. In automatico avverrà la sospensione della stessa e se entro un periodo di tempo (che rientra nei 220 giorni) non si riceve nessuna risposta in merito al contenzioso tributario, la cartella esattoriale verrà automaticamente dichiarata nulla. Risolte le procedure sgradevoli e ridotti i tempi di attesa, i cittadini hanno ricevuto una tutela maggiore rispetto a questa scottante tematica legata ai tributi.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • I termini di decorrenza sono da considerare in ogni procedimento legale e fiscale, se si va oltre gli stessi si perde ogni diritto anche quando si è dalla parte della ragione.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Come richiedere la cartella clinica di un degente defunto

Talvolta, la vita riserva degli avvenimenti positivi e purtroppo anche delle sofferenze. Una delle cose più brutte è certamente la perdita di un parente o amico, specialmente quando la causa è quasi inaccettabile. Dopo la tristezza e lo sconforto iniziale,...
Finanza Personale

Come pagare il bollo auto a rate

Tra le varie spese automobilistiche oltre all'assicurazione RCA, le spese di manutenzione ordinaria per il tagliando, carburante ecc, troviamo il bollo auto. In questo caso siamo di fronte ad una vera e propria tassa automobilistica che va corrisposta...
Finanza Personale

Come ottenere il rimborso dei costi dovuti ad un dialer

A volte può capitare di ricevere una bolletta di un costo molto più alto rispetto a quello che in realtà si dovrebbe pagare. La causa di ciò molto spesso risiede nel dialer. Si tratta di un programma indisturbato che si insinua nel pc e, a propria...
Finanza Personale

Come si calcolano le tasse di successione

Sino ad un decennio fa, a seguito della ricezione di beni mobili ed immobili da parte di un defunto, gli eredi erano tenuti a pagare delle imposte di successione. La legge, prima abolita e poi ripristinata parzialmente nell'anno 2006, attualmente prevede...
Finanza Personale

Come contestare una bolletta del telefono

In tempi di crisi economica, anche pagare le bollette del telefono diventa spesso una spesa a volte insostenibile, in particolar modo se nelle stesse vengono inseriti degli importi non dovuti. Se si ritiene per qualsiasi motivo che la propria bolletta...
Finanza Personale

Come funziona il sistema fiscale in Nigeria

La Nigeria è uno stato federale dell'Africa, membro del Commonwealth. Indipendente dal 1960, il paese fu sottoposto a regime militare dal 1966 al 1979. Successivamente è stato retto da una Costituzione che affidava la funzione esecutiva al Presidente...
Finanza Personale

Come funziona il sistema fiscale in Liechtenstein

Il 1° gennaio 2011, in Liechtenstein è entrato in vigore un nuovo sistema fiscale con l'obiettivo di modernizzare il precedente ordine giuridico in materia di imposizione fiscale, tenendo conto degli sviluppi internazionali. Il nuovo sistema dovrebbe...
Finanza Personale

Contestare una multa: 5 cose da sapere

Quando sul tergicristallo della propria auto ci si ritrova un foglietto di carta subito risale il forte dubbio di aver preso una multa. Ebbene quando ci si ritrova in questa situazione bisogna provvedere al pagamento della stessa per evitare aumenti di...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.