Come scrivere una lettera di referenza

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Oggigiorno il mondo del lavoro costituisce un ambito obiettivo per quanti, dopo anni di sacrifici, titoli e qualifiche, si trovano alle sue porte. In certe occasioni è possibile che chi si accinge ad accedere ad una nuova opportunità lavorativa lo stia facendo non per la prima volta, e quindi con esperienze pregresse inserite nel proprio curriculum. In queste circostanze diventa molto importante sfruttare appieno le proprie qualità attraverso una dovuta presentazione. Al di là dei colloqui, altri strumenti di visibilità in ambito lavorativo sono costituiti dalle lettere di referenze, e cioè documenti con cui l'aspirante candidato si presenta al potenziale datore di lavoro, tramite una dichiarazione del precedente datore, con cui questo pone sotto una maggior luce il vecchio dipendente. In questa occasione vedremo come scrivere una lettera di referenza, sperando che la stessa possa esserci di aiuto per raggiungere definitivamente il nostro traguardo.

26

Occorrente

  • Carta intestata della vecchia azienda/società
  • Firma del vostro ex datore di lavoro
36

Per prima cosa tenete bene presente che una lettera di referenza non è un documento qualsiasi, ma deve rispettare precisi canoni di presentazione e formalità. Per questo motivo è necessario che venga redatta su carta intestata dell'azienda o della precedente società.

46

Nella maggior parte dei casi non troveremo mai la completa disponibilità del nostro precedente datore di lavoro, che nel migliore dei casi, si occuperà essenzialmente di firmare e timbrare la lettera di referenza. Per questo motivo tocca a noi redigerla in tute le sue parti. In linea generale la prima parte è costituita da dati essenziali, come il proprio nome, i dati personali, l'attività svolta, l'azienda di riferimento, il periodo di lavoro interessato. Nella parte centrale della lettera andrà disposto uno schema dettagliato delle qualifiche che abbiamo assunto durante il periodo di lavoro, eventuali promozioni e simili. Evitate giri di parole, cercate di inserire solo le informazioni davvero importanti, che possono interessare il futuro datore di lavoro; è possibile inserire pure giudizi veritieri del vecchio datore nonché encomi e particolari che possono esaltare le vostre qualità lavorative.

Continua la lettura
56

Una volta terminato il corpo del testo centrale, la lettera va conclusa con procedure formali di cortesia e raccomandazione. Ricordate di redigere tutto in una forma esatta e veritiera, considerato che per ultimo sarà necessario presentare la lettera al vostro vecchio datore di lavoro, il quale dovrà firmarla, apponendovi dove possibile anche eventuali timbri di riconoscimento. Una volta conclusa questa operazione sarà possibile trasmettere la propria lettera di referenza alla società o azienda verso cui siamo interessati.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Abbiate cura del lessico e delle forme verbali durante la redazione della lettera
  • Inserite solamente informazioni rilevanti e veritiere, senza giri di parole

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Come scrivere una lettera di presentazione

Una lettera di presentazione solitamente viene debitamente allegata al Curriculum Vitae e ha il fine di spiegare in maniera essenziale, ma meno schematica del Curriculum le proprie qualità, esperienze ed aspirazioni. L'obiettivo posto in risalto è colpire...
Lavoro e Carriera

Come chiedere una referenza al nostro ex datore di lavoro

Quando si è alla ricerca di un nuovo impiego vengono richieste delle referenza ai propri ex datori di lavoro, ma la persona può proporne qualcuna direttamente nel proprio curriculum vitae. Spesso le relazioni con il vecchio datore non sono ottimali;...
Lavoro e Carriera

Come scrivere una lettera d'affari

Nell'epoca di internet e della corrispondenza attraverso le email, scrivere una lettera può sembrare un'attività antiquata e priva di utilità. Nel mondo del lavoro, invece, questo mezzo di comunicazione non è affatto superato. Risulta più efficace...
Lavoro e Carriera

Come iniziare a scrivere una lettera formale

Una lettera formale è una lettere indirizzata ad una persona con cui non siamo in confidenza, a cui diamo del lei o anche indirizzata ad un ufficio a ad una ditta, un'istituzione. Quest'ultima si differenzia da quella informale sia per la struttura,...
Lavoro e Carriera

Come scrivere una lettera di ringraziamenti

Al giorno d'oggi, i semplici e comunque importanti gesti di riconoscenza sono diventati sempre meno frequenti. In alcune situazioni, è necessario offrire i ringraziamenti personali nei confronti di qualcuno, anche tramite un mezzo oramai quasi abbandonato....
Lavoro e Carriera

Come scrivere una lettera di presentazione professionale

Quando si è alla ricerca di un impiego, farsi conoscere nel modo corretto è senz'altro indispensabile. In questo frangente, la lettera di presentazione è la prima cosa che un'azienda conosce di voi. Poiché le impressioni immediate sono sempre le più...
Lavoro e Carriera

Come scrivere una lettera formale o commerciale

È frequente dover contattare enti, aziende o professionisti tramite una lettera o un'email. In questi casi è opportuno rivolgersi al destinatario usando un tono formale e rispettando determinati canoni. Scrivere un testo di questo genere può risultare...
Lavoro e Carriera

Consigli per scrivere una lettera di scuse

Qualche volta la vita porta una persona a ferire o danneggiare qualcuno, magari anche in modo involontario. Spesso non c'è malafede o cattive intenzioni dietro questo gesto, ed anche un semplice fraintendimento può portare due persone a litigare. Scusarsi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.