Come scrivere un testamento

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Il testamento è un atto pubblico con il quale è possibile scrivere e stabilire la sorte del patrimonio del 'de cuius', ossia del testatore, dopo la sua morte. Si tratta essenzialmente di un atto revocabile che può essere steso in tre diverse forme di scritture: pubblico, segreto e olografo. Per le prime due è necessaria la presenza di un notaio e di testimoni, il terzo non necessità invece tali formalità. Vediamo insieme come scrivere correttamente un testamento.

26

Occorrente

  • Notaio
  • Eredità
36

L'ordinamento italiano è strutturato in modo tale da non lasciare che i beni rimangano senza proprietario; questo in virtù di esigenze garantiste che fanno sì che la categoria delle 'res nullius', letteralmente le 'cose di nessuno' di romana memoria, non sia assolutamente contemplata.
Le disposizioni testamentarie devono essere redatte in maniera del tutto autonoma, nel pieno delle facoltà mentali e senza alcun tipo di costrizione né fisica né psicologica. Le ultime volontà devono essere scritte dal testatore di proprio pugno, non quindi da altri né tanto meno a macchina, su un qualunque foglio di carta. Alcuni, nella stesura, prediligono la forma di lettera.

46

All'interno del testamento, ai fini della sua validità, devono essere presenti, oltre alle disposizioni del 'de cuius', anche la data di redazione e le firme del testatore e degli eventuali testimoni. Affinché le ultime volontà possano essere interpretate in maniera del tutto univoca, è opportuno che il testo contenga disposizioni chiare e precise, in modo da evitare equivoci interpretativi di sorta. Attraverso testamento è possibile disporre liberamente del proprio patrimonio, fatta salva la posizione dei congiunti più stretti, ai quali spetta di diritto la quota "legittima". Tale quota costituisce una forma di tutela che l'ordinamento ha previsto in capo ai parenti più prossimi del 'de cuius'.

Continua la lettura
56

Gli eredi legittimi, secondo quanto sancito dal codice civile, sono i figli e i loro discendenti, il coniuge e gli ascendenti, come i genitori e i nonni. La successione trasmette al coniuge 1\3 dell'eredità, mentre i rimanenti 2\3 ai figli in parti uguali. In mancanza di discendenti e con gli ascendenti ancora in vita, essi concorrono con il coniuge alla divisione, al coniuge andranno i 2\3 del patrimonio e la restante parte agli ascendenti. Se all'apertura della successione è in vita solo il coniuge, questi eredita l'intero patrimonio del 'de cuius"; allo stesso modo ereditano automaticamente l'intero patrimonio i genitori o i fratelli in mancanza di coniuge e figli.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se all'apertura della successione è in vita solo il coniuge, questi eredita l'intero patrimonio del 'de cuius".
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Come redigere un testamento olografo

Il testamento è un atto fondamentale per la successione ereditaria: ne esistono diversi tipi, pubblico, segreto e olografo. Quest'ultimo è la forma di testamento più semplice e più usata da parte di chi vuol far conoscere la propria volontà dopo...
Finanza Personale

Come fare testamento

Redigere un testamento permette di decidere a chi dovrà essere destinato il proprio denaro, le proprietà e gli altri beni dopo la morte. La parte più difficile della scrittura di un testamento spesso è trovare la volontà e la forza di farlo: non...
Finanza Personale

Motivi per impugnare un testamento pubblico

Il testamento rappresenta un atto giuridico unilaterale, ricevuto a seguito della morte di una persona; costituisce un atto importante per poter conoscere le ultime volontà di chi è deceduto in termini soprattutto di suddivisione e distribuzione dei...
Finanza Personale

come impugnare per vie legali un testamento olografo

Il testamento olografo è l'insieme delle volontà scritte di una persona, che non sia stata dichiarata incapace di intendere e di volere, senza bisogno di un notaio o di testimoni quindi di sua spontanea volontà. Per essere considerato valido, il testamento,...
Finanza Personale

Come scrivere una diffida

La diffida è un atto formale con il quale si intima ad una determinata persona di compiere o non compiere un'azione specifica; se la persona avvertita non intende osservare l'oggetto della diffida rifiutando di mettere in praticare o non mettere in pratica...
Finanza Personale

Come scrivere un contratto di prestito tra amici

All'interno di questa breve guida ma esauriente guida, andremo a parlare di contratti. In altre parole tenteremo di addentrarci maggiormente nello specifico della tematica, e ci concentreremo sul contratto di prestito, spiegandovi come riuscire a scrivere...
Finanza Personale

Come scrivere una proposta di investimento

La prima cosa che qualsiasi potenziale investitore vuole sapere, quando si trova ad affrontare un procedimento che termina con la vendita di un servizio o memorandum contrattuale, è che tipo di ritorno potrà ottenere ed in quali tempistiche. Se desideri...
Finanza Personale

Come scrivere una lettera di reclamo ad un ufficio

Può succedere che le nostre richieste verbali rispetto ad un disservizio di un ente o di un ufficio non siano sufficienti e non ottengano nessun riscontro. In questi casi è necessario ricorrere ad una formale protesta scritta. Spesso sono gli stessi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.