Come scegliere l’investimento sicuro tra gli strumenti più comuni

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
14

Introduzione

Scegliere l'investimento sicuro non è una cosa semplice: bisogna, innanzitutto, avere una corretta informazione sugli attuali strumenti finanziari più redditizi per evitare di incappare in errori che potrebbero portare ad ingenti perdite del patrimonio e poi affidarsi ad esperti per farsi consigliare. I motivi che inducono un individuo al risparmio sono molteplici: si risparmia per garantirsi una vecchiaia più serena, per assicurare un avvenire migliore ai figli, per fronteggiare necessità future, per godere dei frutti che derivano dall'investimento del risparmio. Oggi gli italiani cercano di investire in qualcosa di sicuro, contrariamente agli anni passati dove il mattone rappresentava il bene di rifugio più diffuso. Ecco alcuni consigli su come scegliere l'investimento sicuro tra gli strumenti più comuni.

24

Diverse forme di investimento

Diverse sono le forme di investimento sicuro tra cui: buoni postali, titoli di stato, beni di rifugio e conto deposito. I buoni postali, negli anni passati, erano molto ricercati dagli Italiani perché garantivano un buon rendimento: oggi non è più così però, anche se rimangono una forma di investimento sicuro perché sono garantiti dall'ente emittente, senza costi aggiuntivi, rimborsabili in qualsiasi momento ed a capitale garantito.

34

I titoli di stato

I titoli di stato più affidabili sono: i BOT ed i BTP. Entrambi gestiti dallo Stato, non prevedono costi di gestione e vengono scelti in base alla durata che può essere a breve o a lungo termine. Oggi, sono consigliabili quelli a lungo termine perché danno un tasso di interesse di circa il 2% in più rispetto a quelli a breve termine. L'investimento nei cosiddetti beni di rifugio è rappresentato invece dall'oro. Quest'ultimo è un bene che non perde mai valore quindi, è consigliabile acquistarlo in lingotti a ventiquattro carati.

Continua la lettura
44

Il conto deposito

Il quarto strumento di investimento di cui parliamo e che consigliamo di scegliere è il conto deposito. Questo si può aprire presso un qualsiasi sportello bancario versando il capitale da investire su un conto corrente con la possibilità di smobilizzarlo in qualsiasi momento (entro due giorni). Un altro vantaggio è dato dal tasso di interesse che è più alto rispetto ai titoli di stato, ha il capitale garantito e costi di gestione limitati soltanto alle spese di istruttoria pratica di circa 60 euro. Questi strumenti consigliati sono i più sicuri attualmente sul mercato finanziario ed adatti a tutti coloro che intendono investire i propri capitali senza rischi e con un buon rendimento.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Guida ai tipi d'investimento finanziario

Il mercato finanziario è molto complesso e le possibilità di investimento sono tante: azioni, obbligazioni, fondi comuni, polizze ed altro ancora. Per cui, scegliere un investimento è sempre più difficile, soprattutto per chi non è competente in...
Finanza Personale

Come calcolare il rendimento di un investimento

Quando si è in grado di possedere gli strumenti per attuare delle forme di investimento in beni o capitali, ci si orienta verso quelle più idonee a garantire una resa in termini percentuali, del capitale investito. Ma per valutare la forma di investimento...
Finanza Personale

Come creare un buon portafoglio di investimento

Un portafoglio di investimento, detto anche "asset", è l'insieme delle attività finanziarie volte a trarre il massimo profitto da un investimento. In questa guida scopriremo come creare il miglior portafoglio di investimento. Bisogna però tenere presente...
Finanza Personale

Come Disinvestire Fondi di investimento

Gestire in prima persona i propri risparmi non è sempre facile, specie per chi non ha competenze finanziarie. In molti casi, l'alternativa è quella di mettere insieme tanti piccoli capitali e farli gestire da un pool di esperti: ciò comporta l'acquisto,...
Finanza Personale

Come aprire un fondo di investimento

Il fondo di investimento, chiamato anche fondo comune di investimento, non è altro che un fondo dove le risorse di più persone vengono racimolate ed investite nel mercato finanziario con il fine di creare valore per coloro che hanno investito in quest'ultimo....
Finanza Personale

Come investire in fondi comuni bilanciati

In questo articolo vedremo come investire i propri risparmi oppure un capitale piccolo, o grande, che si potrà essere accantonato, con l'intento di farlo fruttare in modo economico. È sempre una decisione buona che potrà sfociare in occasioni di guadagno...
Finanza Personale

Come trasferire fondi di investimento

Tra i motivi che impediscono agli investitori di chiudere i rapporti con una banca e aprirne altre con un nuovo istituto, quando la situazione è divenuta insostenibile per la lievitazione dei costi di gestione del conto corrente o magari per le difficoltà...
Finanza Personale

Come pianificare un investimento

La pianificazione di un investimento è quella manovra che ci permette di ponderare molto attentamente quali sono le soluzioni più idonee. Prima ancora di addentrarci nell'investimento stesso. Calcolando a tavolino quali possono essere i rischi ed eventualmente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.