Come sapere se sei protestato

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Il protesto può avvenire a causa del mancato pagamento di un effetto, di una cambiale oppure di un assegno. Se il titolo è regolare e viene presentato nei termini previsti per il pagamento, in mancanza del pagamento ne verrà elevato il protesto. I termini previsti per effettuare il pagamento sono 8 o 15 giorni su Piazza in Italia per l'assegno, oppure entro la data di scadenza nel caso della cambiale. Inoltre, il protesto viene elevato da un ufficiale giudiziario, da un notaio oppure attraverso la stanza di compensazione nel caso degli assegni. Tuttavia può accadere di non essere a conoscenza del protesto a proprio carico. L'incaricato, sia esso notaio oppure ufficiale giudiziario, dovrebbe effettuare l'accesso e pertanto mettersi in contatto con il debitore. Se desideri sapere se sei stato protestato o meno, a seguire andremo ad esaminare la procedura da praticare. In ogni caso, dopo 5 anni dal protesto la segnalazione viene cancellata. In questa semplice ed esauriente guida vi spiegheremo come sapere se sei protestato.

26

Occorrente

  • Documento di riconoscimento e codice fiscale
  • Effetti quietanzati in caso di richiesta cancellazione
36

Esistono differenti modalità per sapere se si è stati protestati o meno. Come abbiamo scritto in precedenza, il protesto dopo 5 anni ed un giorno dalla segnalazione decade, ossia viene eliminato dalla banca dati, e di conseguenza il nominativo viene completamente riabilitato. Per sapere se siamo ancora protestati e non ricordiamo esattamente la data o le date in cui si è verificato il protesto, è possibile procedere come andremo a descrivere nei successivi passi di questa guida. In ogni caso, dobbiamo premettere che ciascun protesto fa storia a sé.

46

L'interessato può consultare la banca dati presso la Camera Locale di Commercio e, con circa quattro euro, richiedere una visura protesti. Su questa visura comparirà l'importo degli assegni oppure delle cambiali protestati e la data di segnalazione, dalla quale dopo 5 anni ed un giorno quel protesto decadrà automaticamente. È quindi possibile richiedere la cancellazione dal bollettino dei protesti e la conseguente riabilitazione. Se si è in possesso degli effetti e si ha l'intenzione di cancellarne le rispettive segnalazioni, occorrerà rivolgere ad un avvocato civile che vi spiegherà tutta la procedura, anche se i prezzi della consulenza di questo esperto del settore non sono certamente bassi.

Continua la lettura
56

Un altro metodo praticato per venire a conoscenza dei propri protesti consiste nel recarsi in alcune delle agenzie di informazioni che a loro volta andranno a consultare la banca dati e potrebbero essere più costose, pertanto, rispetto a quella della Camera di Commercio. Anche alcuni CAF possiedono il collegamento per effettuare la consultazione diretta online. Naturalmente, anche gli Istituti Bancari possiedono un collegamento per verificare la bontà oppure no di un soggetto, e di conseguenza procedere o meno ad intrattenere dei rapporti. Di conseguenza quest'ultima che vi abbiamo indicato rimane una valida opzione, anche se non è la fonte istituzionale a cui rivolgersi per la finalità che ci siamo prefissati. Sperando di esser stati sufficientemente chiari nell'esposizione delle varie modalità di agire, vi auguriamo di intraprendere la strada che maggiormente preferite, togliendo ogni forma di dubbio.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • La Camera di Commercio è la soluzione più economica per la consultazione

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Come sapere se un bonifico è arrivato

Se per un qualsiasi pagamento (fitto, perizie, consulenze via web etc) facciamo un bonifico bancario o dobbiamo riceverlo, ed intendiamo sapere se effettivamente è arrivato sul nostro conto corrente o su quello del destinatario, ci sono diverse possibilità....
Finanza Personale

Dichiarazione di successione: 5 cose da sapere

Per chi non ne fosse ancora a conoscenza, è importante sapere cosa sia di preciso una dichiarazione di successione. Spesso infatti si sente parlare di dichiarazione di successione, senza sapere in sostanza di cosa si tratti. Per non avere alcun dubbio...
Finanza Personale

Polizze assicurative a consumo: 5 cose da sapere

Se il premio assicurativo annuo della nostra auto ci risulta particolarmente oneroso, e non intendiamo correre il rischio di non poter fronteggiare la spesa annuale o semestrale per pagarlo, è importante sapere che si può sfruttare un tipo di polizza...
Finanza Personale

Azioni correlate: 5 cose da sapere

Il mondo della finanza è un mondo pieno di nozioni da sapere, trucchi e tecniche per poter avere successo e far crescere il proprio denaro o quello delle aziende per cui lavorate, cercando di farlo nella maniera più corretta possibile. Per riuscire...
Finanza Personale

Azioni a favore dei prestatori di lavoro: 5 cose da sapere

Il lavoro dipendente o lavoro subordinato è strettamente connesso a due figure: il prestatore di lavoro o dipendente e il datore di lavoro. Il dipendente cede il proprio lavoro al datore in cambio di un salario, settimanale o mensile come previsto per...
Finanza Personale

Fondi di garanzia: 5 cose da sapere

Prima di entrare nei dettagli, è doveroso spiegare cosa sono i fondi di garanzia. Si tratta di un fondo patrimoniale istituito dallo Stato italiano e gestito da Medio Credito Centrale Spa. Lo scopo dei fondi di garanzia è agevolare l'accesso al credito...
Finanza Personale

Obbligazioni zero-coupon: 5 cose da sapere

Il mercato finanziario offre innumerevoli opportunità di investimento per tutti coloro che decidono di ottenere maggiori guadagni dal proprio capitale. Si può scegliere tra una stragrande varietà di titoli, di azioni, di obbligazioni e tra queste ultime...
Finanza Personale

Obbligazioni a tasso fisso: 5 cose da sapere

Le obbligazioni sono uno strumento attraverso il quale un soggetto (definito obbligazionista) esegue un'operazione di finanziamento a titolo di prestito (a titolo di mutuo, secondo il diritto privato). L'obbligazionista è perciò un creditore dell'ente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.