Come Sapere Se Esiste Un Testamento Di Persona Defunta

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Accade sovente che, passata l'ora dell'estremo saluto alla persona cara, i familiari del "de cuius" arrivino a porsi le fatidiche domande: "Ma l'avrà fatto il testamento? L'avrà depositato da un notaio? Se sì, quale? Come facciamo a scoprirlo?". Sapere se esiste un testamento olografo e venire quindi a conoscenza delle eventuali volontà della persona defunta è molto semplice. Le strade da seguire sono fondamentalmente due. Vediamo quindi come procedere. Ovviamente è molto importante sapere se esiste un testamento di persona defunta. In questa guida vedremo proprio questo o meglio vedremo tutti i dettagli principali per quanto riguarda un testamento e tutti passi per sapere se esiste un testamento di una persona defunta. Vediamo come fare.

26

Occorrente

  • Certificato di morte (in originale) del defunto
36

Il testamento

Anzitutto, se si sospetta che il testamento possa trovarsi da un notaio della propria città o provincia, è possibile recarsi direttamente presso l'archivio notarile o, in alternativa, inviare una richiesta scritta (anche in carta libera), al consiglio notarile. In entrambi i casi, è necessario allegare alla richiesta (fatta a voce o per iscritto), il certificato di morte (in originale) del defunto e dichiarare la propria relazione di parentela con lo stesso. Nell'ipotesi in cui il testamento olografo esista, sarà lo stesso notaio presso il quale l'atto è stato depositato, a mettersi in contatto con i parenti del defunto. Ovviamente la prima cosa da fare oltre al sospetto della presenza del testamento, bisogna accertarsi che il testamento sia in mano ad un notaio e soprattutto bisogna accertarsi di che città o meglio in che città si trova questo notaio. Una volta certificato ciò possiamo proseguire col passo successivo.

46

Il registro generale dei testamenti

Nel dubbio che il testamento si trovi invece presso uno studio notarile al di fuori della propria provincia (o addirittura all'estero), è necessario consultare il registro generale dei testamenti che ha sede a Roma. La richiesta, da presentare con apposito modulo, va indirizzata alla sede del Registro generale dei testamenti situata in Via Padre Semeria, 95 – 00154 Roma, applicando una marca da bollo da 14,62 €, allegando pure in questo caso il certificato di morte (sempre in originale). Per ogni certificato rilasciato dal registro è dovuto un importo pari a 20 € per richieste sul territorio nazionale, o 28 € per richieste riguardarti gli stati esteri. Ovviamente come abbiamo detto prima, una volta che ci siamo accertati che il testamento è presente ma comunque al di fuori della nostra città dobbiamo consultare il registro generale dei testamenti. Una cosa molto importante è fare richiesta per rientrare nei registri generali con il modulo corretto che possiamo trovare tranquillamente anche sulla rete internet. Tutto ciò ha un piccolo costo quindi non è una procedura free.

Continua la lettura
56

L'assenza del testamento

E se dopo aver cercato ovunque il testamento non si trova? Niente paura: se il congiunto viene a mancare senza aver dato chiare disposizioni testamentarie, in assenza quindi di testamento pubblico o olografo, la divisione dei beni tra i parenti avviene attraverso successione legittima (art. 565 c. C.). Nel caso invece in cui il defunto lasci un testamento regolarmente depositato da un notaio, la divisione dei beni avviene adempiendo alle volontà del "de cuius", sempre che queste non contrastino apertamente con le norme di legge. Vale a dire: se il defunto, in presenza di familiari diretti (coniuge e figli in primis), dispone di devolvere ogni suo bene, per esempio, alla Chiesa, il testamento non può avere effetto. Una volta che abbiamo fatto tutti questi procedimenti ma il testamento ancora non è saltato fuori, non bisogna avere paura, infatti non bisogna entrare in una fase di ansia o meglio non bisogna preoccuparsi dell'assenza di questo testamento. Non bisogna entrare nella paura perché in assenza come dicevamo del testamento, la divisione dei beni avviene tramite legge 565 c.C. Dello stato italiano.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Richieste e Moduli

Come redigere un testamento biologico

Il testamento biologico attesta la volontà, da parte di chi lo sottoscrive, di non essere sottoposto in futuro a cure mediche e terapie che abbiano il solo fine di prolungare la vita in modalità che non consentono di svolgere le più comuni funzioni...
Richieste e Moduli

Come trasportare le ceneri di una persona cara in aereo

La perdita di una persona cara non è mai semplice, motivo per cui può essere di notevole conforto per le famiglie poter avere nelle vicinanze la salma o le ceneri della persona da visitare e pregare. Negli ultimi anni è poi aumentato il numero di persone...
Richieste e Moduli

Come richiedere la cremazione

Quando una persona muore, solitamente esistono due opzioni per occuparsi del corpo. La più utilizzata è la sepoltura, mentre per alcuni viene richiesta la cremazione anche a seconda del volere del defunto se ha lasciato delle istruzioni. La cremazione...
Richieste e Moduli

Assegni familiari: 5 cose da sapere

Gli assegni familiari sono un incentivo dell'INPS a favore di famiglie di particolari categorie di lavoratori. Se il reddito di tale lavoratore va sotto una certa soglia prevista per Legge, l'INPS è pronta a firmare tale assegno. Negli ultimi tempi si...
Richieste e Moduli

5 cose da sapere se ricevi un decreto ingiuntivo

È meglio che nessuno nella vita riceva un decreto ingiuntivo. Per chi non lo sapesse infatti è un ordine dato da un giudice su base di un creditore. Questo consiste nell'obbligare il debitore ad adempiere all'obbligazione assunta entro 40 giorni solitamente....
Richieste e Moduli

Come disperdere le ceneri dei defunti

All'interno di questa guida, andremo a occuparci di ceneri dei defunti. Nello specifico, come abbiamo indicato lungo il titolo dell'articolo stesso, ora andremo a indicarvi qualche informazione su Come disperdere le ceneri dei defunti.Come in America...
Richieste e Moduli

Come compilare un atto di notorietà

Ogni giorno abbiamo a che fare con la legge e con i sui rappresentanti, che per un motivo o per l'altro sono chiamati in causa per risolvere questioni spinose e delicate, che altrimenti da soli non sapremmo come risolvere. Tra le varie pratiche che potremmo...
Richieste e Moduli

Quando rinunciare all'eredità

Quando un soggetto muore e lascia un patrimonio questo si trasmette ai suoi eredi secondo le regole del diritto successorio. La morte del de cuius porta alla successione ereditaria che può essere di tre tipi: testamentaria, necessaria e legittima. Qualsiasi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.