Come salvaguardare gli scontrini dalla cancellazione

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Gli scontrini possono sembrare semplice carta straccia una volta che si esce dai negozi o dal bar oppure dai supermercati. Invece in alcuni casi è un piccolo documento che torna molto utile, quindi è meglio conservarlo. Se ad esempio si acquistano dei medicinali, conservare lo scontrino serve per la detrazione. Se invece si comprano prodotti particolarmente costosi, come un computer o un elettrodomestico, questo piccolo foglio bianco pieno di scritte può fungere da garanzia in caso di malfunzionamenti o riparazioni. Purtroppo, però, l'inchiostro di uno scontrino non dura per sempre. Difatti a lungo andare esso tende a sbiadire, fino a che non scompare del tutto, lasciando la carta completamente bianca. Questo perché il supporto cartaceo è di tipo termico. Ecco perché l'inchiostro sbiadisce. Tuttavia non si tratta di un problema irrisolvibile. Infatti è possibile fare in modo che l'inchiostro si conservi con qualche piccolo accorgimento. Qui di seguito andremo dunque a vedere come salvaguardare gli scontrini dalla cancellazione.

27

Occorrente

  • Luogo fresco, asciutto e lontano da fonti di calore
  • Lacca per capelli
  • Fotocopiatrice
  • Scanner
  • Computer o laptop
37

Evitare di piegare lo scontrino e proteggerlo da fonti di calore

Innanzitutto, per salvaguardare gli scontrini dalla cancellazione, è importante non piegarli. Quando ci viene consegnato alla casa, il foglietto ha subìto da pochi istanti la stampa. Se venisse piegato e inserito nel portafogli, il calore inizierebbe immediatamente a far sbiadire l'inchiostro. Subito dopo l'acquisto, è preferibile conservare lo scontrino nel sacchetto che contiene i prodotti. Una volta a casa, si potrebbe custodire il foglietto in una scatolina, o comunque in un posto fresco che si trovi al riparo dai raggi solari o da eventuali fonti di calore. Meglio riporlo senza piegarlo anche in questo caso. Se si dispone di un raccoglitore o di una cartellina, allora si possono raccogliere lì tutti gli scontrini utili. Si creerebbe così un mini archivio da consultare in caso di necessità, come la restituzione di un articolo o la compilazione dei moduli relativi alla dichiarazione dei redditi.

47

Spruzzare la lacca per capelli sullo scontrino o fotocopiarlo

Se ci sono degli scontrini che non si devono assolutamente rovinare, si può ricorrere a un metodo davvero efficace. In questo modo si riuscirà a salvaguardare qualunque tipo di scontrino dalla cancellazione. Un valido alleato a tal proposito è la lacca per capelli. Basterà spruzzarla sul foglietto, dal lato in cui si trovano le scritte. L'applicazione dovrà avvenire con movimenti molto veloci. Una volta cosparso di lacca, lo scontrino va lasciato asciugare per almeno mezz'ora. La lacca per capelli impedirà così al calore di agire sull'inchiostro. Un metodo alternativo per conservare al meglio lo scontrino consiste nel farne una fotocopia su carta comune. Una volta creata la copia, si può fissare il foglietto al libretto d'istruzioni del prodotto acquistato tramite spillatrice, attache o nastro adesivo.

Continua la lettura
57

Creare una copia digitale dello scontrino

Un ultimo sistema altrettanto efficace per salvaguardare gli scontrini dalla cancellazione è quello di digitalizzarli. Si può infatti eseguire una scansione e memorizzare i foglietti direttamente sul PC. I vari scontrini andranno poi raccolti in un'apposita cartella da conservare sul desktop. Per creare una copia digitale dello scontrino, è sufficiente adagiarlo sullo scanner e trasferirlo come file immagine jpeg o png. Ovviamente il file va rinominato utilizzando la dicitura relativa all'oggetto acquistato. La copia digitale si potrà poi stampare al momento opportuno, senza alcuno spreco di carta e inchiostro per stampante. La copia dello scontrino permetterà poi di dimostrare l'acquisto in caso di garanzia o di detrazione delle spese ai fini del calcolo valido per il 730. Al fine di conservare tutti gli scontrini insieme, è possibile ricorrere a qualche applicazione. Molto utili risultano i servizi come iCloud o Lambo. Il primo viene reso disponibile dall'azienda statunitense Apple e si può impiegare anche su Windows. Il secondo risulta adatto per iPhone o dispositivi mobili con sistema operativo Android. Ecco quindi spiegato come salvaguardare gli scontrini dalla cancellazione.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Non tenere mai gli scontrini piegati all'interno del portafoglio, in quanto il calore potrebbe danneggiare e scolorire le scritte presenti.
  • Realizzare uno scontrino digitale od una fotocopia.
  • Spruzzare della lacca per capelli sulla parte dello scontrino avente le scritte, tramite movimenti rapidi.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Come controllare lo scontrino dei medicinali per la detrazione

Le spese sanitarie possono essere davvero molto salate per il cittadino. Fortunatamente ogni anno è possibile detrarre parte di queste spese attraverso la dichiarazione dei redditi. È importante controllare e conservare ogni scontrino d'acquisto dei...
Finanza Personale

Come e per quanto tempo conservare fatture e bollette

Bollette, fatture, ricevute bancarie e chi più ne ha più ne metta! Quanto tempo e spazio ti toglie sistemare tutte queste cose? Ma forse non sai che tutti questi documenti vanno conservati solo per un tot di tempo. Con questa piccola guida vi daremo...
Finanza Personale

Come fatturare un rimborso spese

Raggiungete i vostri clienti in auto con i mezzi o con la vostra auto? Spesso pernottate e mangiate fuori casa? La cancelleria è il vostro "pane quotidiano"? Che siate dipendenti o liberi professionisti, ogni giorno, per lavoro, affrontate delle spese...
Finanza Personale

Cosa allegare al 730 precompilato

A partire dal 15 aprile, l'Agenzia delle Entrate ha iniziato a rendere disponibile ai lavoratori dipendenti (e assimilati) e ai pensionati il nuovo modello 730 che, da quest'anno, si presenta parzialmente precompilato. Infatti, sono già riportati i dati...
Finanza Personale

Come cancellare un protesto di un assegno postale o bancario

Nel momento in cui si va ad emettere un assegno di pagamento, sia bancario e sia postale, c'è la necessità di assicurarsi che la somma che dovrà essere prelevata sia subito a disposizione all'interno del proprio conto corrente personale. Nella guida...
Finanza Personale

Come detrarre le spese mediche dalla dichiarazione dei redditi

Il momento della dichiarazione dei redditi è sempre fonte di preoccupazione e grattacapi e si vorrebbe poter detrarre il più possibile per pagare un'imposta ridotta o addirittura per vedersi riconosciuto un rimborso. Sono molte le spese che si possono...
Finanza Personale

Come presentare alla banca una contestazione per addebiti bancomat

Se possiedi un conto corrente bancario qualunque operazione effettui che sia un prelievo tramite il bancomat o un pagamento in un esercizio commerciale, viene registrata nell'estratto conto mensile. Sia che tu lo riceva bimestralmente a casa o la visioni...
Finanza Personale

Azioni esecutive e cautelari: 5 cose da sapere

La materia tributaria può generare non pochi grattacapi a chi è poco avvezzo a questo mondo. Per molti rappresenta un vero e proprio ostacolo insormontabile. Lo scopo di questa guida è quello di chiarire brevemente alcuni aspetti relativi alle azioni...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.