Come ristrutturare un immobile destinato all'affitto

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Chi possiede più di un immobile si trova davanti ad alcune scelte importanti riguardo il loro utilizzo e la loro gestione. Tra tutte le azioni possibili troviamo l'affitto e la vendita dell'immobile. In alcuni casi potrebbe essere necessaria la ristrutturazione del proprio immobile. Qui si aprono due strade: ristrutturare l'immobile prima di darlo in affitto oppure affidare questo compito al futuro affittuario. Inevitabilmente questa scelta influenza il valore del canone d'affitto. Dare in affitto un immobile da ristrutturare significa scalare al prezzo d'affitto tali spese. Questa guida ci illustra come ristrutturare un immobile destinato all'affitto.

27

Occorrente

  • un immobile destinato all'affitto da ristrutturare
37

Una manutenzione profonda

Prima di affidare l'immobile ai nuovi inquilini bisogna provvedere ad una manutenzione profonda. Tutto all'interno dell'immobile deve funzionare al meglio. In caso possiamo modificare anche la divisione degli ambienti dell'immobile. Le pareti in cartongesso consentono di creare in poco tempo e senza spendere troppo nuovi ambienti. Non trascuriamo l'esterno dell'immobile, ugualmente importante. Verifichiamo l'integrità della copertura dell'immobile soprattutto se esiste una mansarda sottostante. L'esterno di un immobile è il suo biglietto da visita. Infatti è la prima cosa che notano le persone interessate all'immobile. Per fare bella impressione ai potenziali affittuari, curiamo il giardino e l'ingresso dell'immobile. Rendiamolo gradevole ed accogliente.

47

La tinteggiatura delle pareti

Ristrutturare un immobile implica molte altre scelte. Tra queste ci sono quelle legate agli interventi di manutenzione oppure di rifacimento parziale o totale. Prima di tutto valutiamo da un punto di vista generale lo stato dell'immobile. Analizzando lo stato di fatto possiamo farci un'idea su come ristrutturare l'immobile. È inutile intervenire in parti dell'immobile che non hanno realmente bisogno di ristrutturazione. L'intervento più probabile è la tinteggiatura delle pareti dell'immobile. In questo modo l'immobile apparirà immediatamente più fresco, pulito e luminoso, praticamente come nuovo.

Continua la lettura
57

L'impianto idraulico

A volte però la tinteggiatura non basta. Alcuni rivestimenti nel tempo si deteriorano e necessitano di interventi più importanti, per esempio il rifacimento dell'intonaco. In un secondo tempo analizziamo le condizioni di tutti i serramenti dell'immobile. Se i danni sono importanti l'unica soluzione è la sostituzione. In alternativa possiamo trattarli in modo da riportarli quasi alle condizioni originali. Successivamente verifichiamo il corretto funzionamento e le prestazioni di tutti gli impianti dell'immobile. L'impianto idraulico, elettrico, di riscaldamento o del gas dovrebbero essere perfettamente funzionanti.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Interveniamo solo sulle parti dell'immobile che hanno realmente bisogno di ristrutturazione

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Case e Mutui

Come disdettare anticipatamente un contratto di locazione

Il Codice Civile nostro, prevede anche il contratto di locazione, fra gli altri tipi di contratto. Esso non è altro che un contratto di fitto mediante il quale il locatore, cioè il proprietario di un immobile, conferisce in affitto la sua proprietà...
Case e Mutui

Come stipulare un contratto d'affitto con riscatto

A causa della recente e persistente crisi economica, gli istituti finanziari non erogano più i mutui finalizzati all'acquisto di un bene immobile, pertanto, per superare l'ostacolo del prestito bancario, si può stipulare un contratto d'affitto con...
Case e Mutui

Come recedere da un contratto di affitto

Nel momento in cui si stipula un contratto d’affitto tra il proprietario dell’immobile, cioè il locatore, e l’inquilino, cioè il conduttore, si fissa la durata del contratto.Essa è stabilita per legge e varia in relazione al tipo di contratto,...
Case e Mutui

Come funziona l'affitto con riscatto

L'affitto con riscatto è una valida alternativa all'acquisto di un immobile attraverso il ricorso all'accensione di un mutuo bancario. Chi non riesce ad ottenere un mutuo per i più svariati motivi (reddito non sufficiente, inidonee condizioni di età,...
Case e Mutui

Come calcolare il valore di un immobile

In questo periodo critico per l'Italia prima di acquistare un immobile bisogna pensarci più volte a causa degli elevati costi. Il problema non sta nel fatto che gli immobili siano cari di prezzo, quanto piuttosto agli alti costi per il loro mantenimento...
Case e Mutui

10 errori da non fare mai quando si prende una casa in affitto

Stando ai dati statistici dell'ISTAT la questione è piuttosto chiara: nel nostro paese gli acquisti di case di proprietà sono sensibilmente diminuiti negli ultimi anni a causa della difficoltà di trovare mutui agevoli. A controbilanciare questo trend,...
Case e Mutui

Come usufruire degli sconti fiscali per ristrutturare la casa

Quando si decide di ristrutturare la propria casa, la prima cosa che viene in mente è quella della disponibilità economica in quanto i vari lavori comportano un grosso investimento monetario. In questo caso occorre sapere che esistono alcuni criteri...
Case e Mutui

Affittare con contratto 4+4: errori da evitare

Avere un appartamento da mettere in affitto rappresenta oggi una rendita aggiuntiva, che per molte famiglie significa avere la possibilità di integrare in modo adeguato le proprie entrate mensili. Sia che si tratti di una proprietà ereditata da una...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.