Come rispondere alle domande più temute ai colloqui di lavoro

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Dopo anni di studio e di serio impegno, per un giovane giunge il momento di cercare un lavoro. È uno degli obiettivi di vita più importanti per un individuo. Significa emancipazione, indipendenza, possibilità di costruirsi una vita. Riuscire a guadagnarsi un impiego, però, non è certo facile al giorno d'oggi. In un'Italia in piena crisi, quella del lavoro può sembrare una chimera. Ma perseverare è d'obbligo e il primo passo sarà certamente il colloquio. Durante i colloqui di lavoro si ripetono ciclicamente delle domande al candidato. Sono quesiti che il datore pone al fine di valutare le nostre attitudini. Ma come rispondere alle domande più temute e frequenti? Lo vedremo insieme nei prossimi passi.

27

Occorrente

  • Sicurezza dei propri mezzi.
  • Un buon equilibrio tra ambizione, umiltà e realismo.
  • Pragmatismo e obiettività.
37

Durante i colloqui di lavoro vi sono almeno due o tre domande ricorrenti. L'esaminatore ha tutto l'interesse a valutare la nostra percezione di noi stessi. È utile per capire quanto ci riteniamo abili e adatti al ruolo. Una delle domande più temute è "qual è il suo punto di forza?". È un quesito che manda in crisi tanti candidati. Molti temono di apparire presuntuosi; altri, al contrario, temono l'eccessiva umiltà. In entrambi i casi la paura è quella di sembrare poco credibili. Dovremo rispondere in modo equilibrato. Basiamoci sulle competenze richieste e analizziamo con cura le nostre capacità. In particolare, offriamo l'esempio della nostra esperienza. Un caso in cui le nostre doti abbiano effettivamente migliorato i nostri risultati.

47

Tra le domande più temute vi è anche l'opposto della precedente. Nei colloqui di lavoro si chiede spesso "qual è il suo punto di debolezza?". A molti può sembrare un tranello, un modo per esporre ciò che ci allontanerà dal lavoro. In realtà è utile per mostrare la nostra capacità di autoanalisi e di correzione degli sbagli. Dovremo rispondere in modo onesto, senza mai minimizzare. Sottolineiamo qualche debolezza a cui stiamo ponendo rimedio. In questo modo potremo far notare anche i miglioramenti in quell'aspetto. Diamo risalto al nostro impegno nell'affrontare le fragilità con mente razionale.

Continua la lettura
57

Ma i datori di lavoro, nei colloqui, vogliono capire cosa pensiamo del futuro. E tra le domande più temute vi è spesso questa: "come si vede tra 5/10 anni?". Avere una visione chiara del futuro è complesso, impossibile. Ma rispondere con troppa incertezza potrebbe giocare a nostro sfavore. Anche in questo caso dobbiamo essere obiettivi e sicuri delle nostre qualità. Mostrare ambizione e ottimismo è un'ottima cosa, ma rimaniamo realisti. Concentriamoci sulle competenze da acquisire sul campo e sul nostro sviluppo professionale. Mostriamoci entusiasti all'idea di dare un profondo contributo all'azienda.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Prima di recarci al colloquio è sempre una buona idea documentarci a fondo sull'azienda. Conoscere la filosofia dietro la società ci permette di sintonizzarci meglio sulle loro aspettative.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

5 domande cruciali nei colloqui di lavoro

Il colloquio di lavoro è sicuramente quella situazione che confronta due persone sconosciute, fino a quel momento. Lo scopo è quello di decidere in merito al lavoro che viene offerto. Un colloquio di lavoro infatti non deve essere visto solo ed esclusivamente...
Lavoro e Carriera

Le domande più frequenti in un colloquio di lavoro

Il colloquio conoscitivo è molto importante in ambito lavorativo perché sarà esso ad aprire la strada alla propria carriera. Dal colloquio dipenderanno molti fattori: la mansione che il dirigente vorrà affidarvi; la sua fiducia in voi e la possibilità...
Lavoro e Carriera

Come gestire i conflitti durante i colloqui di lavoro

Durante un colloquio di lavoro tra le domande più frequenti rivolte al candidato c'è quella di descrivere come gestirebbe un conflitto.Poiché si tratta di un'eventualità piuttosto probabile, questa domanda ha l'obiettivo di valutare come il candidato...
Lavoro e Carriera

Domande da fare durante un colloquio di lavoro

In un periodo così complesso dal punto di vista economico e lavorativo, trovare la giusta opportunità di carriera non è di certo cosa semplice. L'alto numero di domanda spesso non coincide con le richieste del mercato ed è quindi molto complicato...
Lavoro e Carriera

Le domande da non fare al primo colloquio di lavoro

Affrontare un colloquio di lavoro non è facile. Nonostante le numerose esperienze lavorative, può essere stressante sottoporsi ad una candidatura. Chi ha fatto molta esperienza in questo campo, conosce già le regole di base. Tra queste ci sono le norme...
Lavoro e Carriera

Come rispondere ad un annuncio di lavoro

Trovare lavoro al giorno d'oggi è diventato davvero difficile. Sembra che gli annunci di lavoro seri siano davvero pochi e che ci sia sempre qualcuno più qualificato pronto ad essere assunto al posto vostro. Il consiglio che posso darvi è di non disperare...
Lavoro e Carriera

Come rispondere per iscritto ad un annuncio di lavoro

Al giorno d'oggi, trovare un buon posto di lavoro sta diventando sempre più complicato, soprattutto a causa della crisi economica che non accenna a diminuire. Molto spesso, ovviamente, chi è in cerca di lavoro tende a sfogliare i giornali specializzati...
Lavoro e Carriera

Superare i colloqui: 10 consigli

I colloqui di lavoro sono spesso uno scaglione complesso da superare, tanto per i giovani quanto per i meno giovani. Le possibilità di commettere errori e dunque darsi da soli la cosiddetta zappa sui piedi è un rischio costante, specialmente per chi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.