Come risparmiare sulle spese di condominio

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Oggi le nostre città sono disseminate di palazzi e palazzine: questi edifici impongono a più nuclei familiari spazi e decisioni comuni. Proprio per questa ragione spesso interviene a gestire queste parti comuni un amministratore di condominio. Il suo ruolo è quello di mettere d'accordo i condomini su decisioni discordanti, amministrare le spese e i consumi dei luoghi comuni come scale, giardino condominiale ed altro ancora. Vediamo dunque insieme come risparmiare sulle spese di condominio.

26

Occorrente

  • Condominio
36

Come prima cosa è necessario nominare un amministratore di condominio, bisogna però sapere in cosa consistono i suoi ruoli. Questa figura gestionale è obbligatoria nel caso in cui in un condominio ci siano più di otto proprietari. Il suo compito è quello di far accordare i condomini e di farsi carico della gestione delle parti comuni. Le parti comuni in un condominio possono essere le scale, il giardino condiminiale, il parcheggio condominiale, le zone di passo e la facciata. In particolare l'amministratore, in accordo con ciascun condomino, si occupa della pulizia, dell'illuminazione e del mantenimento di queste aree in cambio di un corrispettivo che talvolta è molto oneroso, talvolta di modesta entità, e che va a coprire il costo dei vari servizi e il compenso dell'amministratore stesso.

46

Le spese di condominio più comuni sono il costo del conto corrente condominiale, il costo per i servizi dell'amministratore, la pulizia delle parti comuni (nel caso delle scale), l'illuminazione e la manutenzione di tali aree. Tolte le operazioni di manutenzione che sono extra-ordinarie, è necessario analizzare quelle che invece si presentano con una cadenza regolare. Il costo dell'illuminazione può essere ridotto con un sistema di spegnimento a tempo, onde evitare uno spreco eccessivo di corrente. Il costo per la pulizia delle aree comuni può essere abbattuto incaricando un condomino o più condomini con turni, a rotazione. Ovviamente questa è la soluzione ideale se all'interno di un palazzo i vari inquilini si trovano d'accordo.

Continua la lettura
56

Perfino per il conto corrente condiminiale (obbligatorio) si può risparmiare scegliendone uno senza costi di mantenimento. Quello che però ci si potrebbe chiederete a questo punto è: si può risparmiare anche sull'amministratore di condominio? Sì, è possibile confrontando i preventivi dei molti professionisti sul mercato. Se invece non desiderate rivolgervi ad un amministratore esterno per motivi di fiducia, potete nominare ufficialmente uno dei condomini che riceverà i compensi con semplice ritenuta d'acconto. Si può infatti diventare amministratori del palazzo in cui si abita purché lo si faccia attenendosi alle regole e svolgendo l'incarico con serietà.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Scegliete sempre una persona di fiducia a cui affidare il compito di amministratore.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Case e Mutui

Come ripartire le spese di riscaldamento in un condominio

Quando fa freddo, cosa importantissima, tanto in casa quanto sul luogo di lavoro, è il riscaldamento. Gli impianti di riscaldamento sono essenziali per rendere la casa o il luogo di lavoro il più confortevoli possibile. Solitamente, ogni proprietario...
Case e Mutui

Le principali spese ordinarie in condominio

Il condominio è un'ordinamento che diventa obbligatorio istituire quando in un fabbricato vi abitano più di tre nuclei familiari con le rispettive unità immobiliari, e la gestione comprende spese ordinarie e straordinarie. Quest'ultime come si evince...
Case e Mutui

Come ripartire le spese condominiali in base ai millesimi

In questo tutorial vedremo come ripartire le spese condominiali in base ai millesimi. Il fatto di abitare in condominio, permette il pagamento delle spese condominiali sia da parte di chi è in affitto, sia da parte di dei proprietari delle abitazioni....
Case e Mutui

Come verificare la divisione delle spese condominiali

In ogni stabile occorre avere sempre un amministratore. Questo renderà più semplice la vita condominiale. Occupandosi di gestire i conti e dividere le spese condominiali. Queste una volta ripartite vengono presentate ogni mese agli abitanti del condominio....
Case e Mutui

La gestione del condominio

In genere si sceglie tra una proprietà indipendente o un appartamento in condominio. Dato che il principale parametro di scelta è il costo di acquisto, molto spesso si è obbligati a scegliere l'appartamento in condominio, soluzione evidentemente più...
Case e Mutui

Come ripartire la bolletta dell'acqua in un condominio

Chi partecipa abitualmente o ha partecipato alle assemblee condominiali sa bene come possa essere facile che insorgano incomprensioni e litigi. Ciò succede in particolar modo quando ci si trova ad dover capire come dividere le spese comuni o che possono...
Case e Mutui

L'amministratore di condominio: obblighi e responsabilità

In questa guida ci occuperemo di elencare tutti gli obblighi (o comunque quelli più importanti) e le responsabilità che deve rispettare qualsiasi amministratore di condominio. Infatti, come si sa bene, tutti i condomini hanno bisogno di un rappresentante...
Case e Mutui

Il nuovo regolamento di condominio

D'ora in poi i rapporti fra condomini saranno disciplinati dal nuovo regolamento di condominio. Le "modifiche alla disciplina del condominio negli edifici" entrano in vigore dal 18 giugno 2013 (la relativa Legge è stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.