Come riscuotere un assegno postale

Tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Le Poste Italiane oggi sono diventate un vero e proprio operatore finanziario, e permettono di svolgere molteplici operazioni finanziare, oltre a quelle classiche postali come invio di lettere, raccomandate e via dicendo. Alle Poste oggi è possibile aprire un conto corrente, un libretto di risparmio postale, da cui sarà possibile effettuare pagamenti o riscuotere crediti. Grazie a questi strumenti si possono anche emettere e riscuotere assegni postali, che si possono equiparare a quelli bancari, sia per validità che per legislatura. Se anche voi siete insicuri ed avete bisogno di qualche delucidazione su come riscuotere un assegno postale, ecco una guida che fa al caso vostro.

25

Quando si riceve un assegno postale il primo interrogativo che ci si pone è sul come poterlo incassare, visto che talvolta si fa confusione pensando che gli assegni emessi da conti correnti postali siano diversi da quelli bancari. Non è assolutamente così, in quanto ogni volta che si riceve un assegno postale ci si può comportare come se fosse emesso da un istituto di credito bancario. Gli assegni postali sono dunque anch'essi non trasferibili, come da normativa anti riciclaggio; quindi devono essere versati o riscossi dall'intestatario posto in calce all'assegno.
Se si è titolari di conto corrente presso una banca sarà sufficiente recarsi alla banca per versare tranquillamente l'assegno, anche se talvolta possono essere richiesti più giorni per l'effettivo accredito e disponibilità materiale sul conto. L'assegno postale può essere ordinario o vidimato. Nel primo si tratta di un assegno ordinario che può essere riscosso in contanti, recandosi personalmente all'ufficio postale del conto emittente, oppure versarlo sul proprio conto. Nel secondo di un assegno vidimato che (connesso all'acquisizione di fondi sul conto corrente stesso) può essere riscosso a "Vista" in qualsiasi ufficio postale, anche se non si è possessori di alcun conto.

35

Il problema sorge quando la persona intestataria dell'assegno non sia titolare di alcun conto corrente. Nel caso in cui non vi sia L'assegno postale può essere anche vidimato. In questo caso può essere riscosso a vista in un ufficio postale, anche senza essere titolari di alcun conto. Basterà presentarsi con un documento d'identità valido e corrispondente al beneficiario dell'assegno.

Continua la lettura
45

La riscossione di ogni assegno postale è davvero semplice e può essere fatta da tutti. Si ricorda che anche nel caso si voglia avere il pagamento in contanti, nonostante si disponga di un conto corrente, ciò è possibile, andando all'ufficio postale e richiedendo il pagamento in contanti. L'operazione è possibile solo per assegni di basso importo, sempre per la normativa anti riciclaggio.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Come riscuotere un vaglia agli sportelli postali

Il vaglia postale è utile per inviare e ricevere del denaro attraverso un servizio postale. Se dovete ricevere una vaglia postale e non sapete come operare, questa guida è fatta proprio per voi. Vedremo insieme cosa vi occorre e come muovervi per ricevere...
Finanza Personale

Vaglia postale circolare: cos'è e come funziona

Il vaglia postale circolare è un metodo di pagamento molto comune e di facile utilizzo. Attraverso di esso, è possibile inviare denaro a terze persone, anche se non si è titolari di un conto corrente postale. Per effettuare un vaglia, è necessario...
Finanza Personale

Cosa fare in caso di assegno scoperto

L'assegno rappresenta un mezzo di pagamento largamente utilizzato al giorno d'oggi. La legge italiana determina che per ingenti somme di denaro non si può effettuare un pagamento in contanti. Come ogni cosa, ovviamente, questo metodo di pagamento presenta...
Finanza Personale

Come compilare e incassare un assegno

Esistono, come ben saprai, due tipi di assegni, quello denominato bancario e quello definito circolare. Quando compili un'assegno bancario o ne ricevi uno in pagamento, oppure richiedi l'emissione di un assegno circolare, ti trovi tra le tue mani due...
Finanza Personale

Assegno circolare invalido: 5 cose da sapere

In materia e nell'ambito dei titoli di credito, l’assegno circolare è pagabile a vista (ovvero, all'atto della presentazione del titolo) e contiene la promessa da parte di un istituto bancario (denominato emittente) di pagare un determinato importo...
Finanza Personale

Come compilare un assegno bancario

L'assegno bancario è un utilissimo strumento di pagamento che può essere impiegato in sostituzione del denaro contante. Ma ai fini per contrastare il fenomeno del cosiddetto "denaro sporco, nel 2007, sono state introdotte norme più stringenti in funzione...
Finanza Personale

Come riscuotere un conguaglio a nostro credito

Il conguaglio è un calcolo annuale che viene effettuato sia sui redditi che sulle bollette, per stabilire se ci sono somme in eccesso a favore di una delle due parti interessate dal documento in oggetto. Nel caso delle bollette può risultare che la...
Finanza Personale

Come compilare un assegno bancario non trasferibile

Conseguentemente ad una norma contenuta nella Legge di Stabilità il limite per pagamenti in contanti è stato fissato a 3000 €. Questa manovra è stata fatta al fine di incentivare i consumi e porre fine ad un vero e proprio "terrore" fiscale. Resta,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.