Come ripartire la bolletta dell'acqua in un condominio

Tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Chi partecipa abitualmente o ha partecipato alle assemblee condominiali sa bene come possa essere facile che insorgano incomprensioni e litigi. Ciò succede in particolar modo quando ci si trova ad dover capire come dividere le spese comuni o che possono riguardare nel complesso tutti i condomini. Ecco allora come fare per ripartire la bolletta dell'acqua in un condominio.

25

La presenza di un amministratore all'interno di un condominio può evitare numerose liti e discussioni mostrandosi come arbitro imparziale che cerca di stabilire una giusta soluzione per tutti. Occorre in ogni caso stabilire un criterio attraverso il quale prendere una decisione che sia il più possibile congeniale ed equa per tutti, soprattutto quando si ha a che fare con questioni economiche.

35

Nel caso della ripartizione della bolletta dell'acqua, ci sono diversi criteri grazie a cui stabilire come dividere le spese. Una prima possibilità consiste nell'opzione di ripartire le spese dell'acqua in base al numero degli alloggi presenti all'interno del condominio; tuttavia, tale criterio, apparentemente ovvio e di facile applicazione, non risulta tale in molte occasioni, soprattutto quando gli alloggi sono abitati da un numero di componenti molto differente. Una famiglia di cinque persone, ad esempio, consumerà molta più acqua di un condomino single o con un nucleo familiare di due persone, per cui non risulterebbe equa la ripartizione delle spese. A questo punto verrebbe naturale pensare che la giusta divisione della bolletta va eseguita per il numero complessivo dei condomini, in modo tale da far spendere di più ai nuclei familiari più numerosi. Anche in tal caso, però, potrebbe essere posta qualche questione, se si considera, ad esempio, che un bambino non può essere considerato un consumatore di acqua alla stessa stregua di un adulto.

Continua la lettura
45

A questo punto è la legge a venire in soccorso di queste possibili diatribe condominiali: un decreto del 1996, infatti, obbliga l'utilizzo di apposite apparecchiature tecniche, come il contatore di sottrazione dell'acqua, che permettano di calcolare il consumo effettivo e di addebitare conseguentemente i costi risultanti in bolletta. Secondo questo decreto, quindi, ogni alloggio (unità abitativa) dovrà possedere il proprio contatore dell'acqua; l'eventuale installazione, qualora la strumentazione non sia già stata inserita al momento della costruzione dell'immobile, richiede il parere favorevole dell'assemblea condominiale oppure il ricorso al giudice di pace in caso di contenziosi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Case e Mutui

Come ripartire le spese condominiali in base ai millesimi

In questo tutorial vedremo come ripartire le spese condominiali in base ai millesimi. Il fatto di abitare in condominio, permette il pagamento delle spese condominiali sia da parte di chi è in affitto, sia da parte di dei proprietari delle abitazioni....
Case e Mutui

Come tutelarsi se un amministratore di condominio ha lasciato dei pagamenti insoluti

Non è raro scoprire che un amministratore di condominio abbia tralasciato il pagamento di alcune bollette condominiali come le bollette dell'acquedotto o altri pagamenti da sostenere per conto dei condomini. Con l'arrivo di un nuovo amministratore, vengono...
Case e Mutui

Amministratore di condominio: come sceglierlo

Quando la propria abitazione si trova all'interno di una palazzina, è necessario avere un buon amministratore di condominio. In questo modo si cerca di gestire al meglio la convivenza civile tra i condòmini. Le decisioni riguardanti gli aspetti comuni...
Case e Mutui

Come revocare l'amministratore di condominio

La maggior parte dell'ente persone nell'epoca moderna vive in un condominio. Nonostante questo fatto abbia anche dei notevoli vantaggi, c'è comunque bisogno di designare un amministratore di condominio che si occupi di tutti i problemi e della gestione...
Case e Mutui

Come Revocare Un Amministratore Di Condominio

L'amministratore di condominio è la persona che ha il potere esecutivo all'interno di un condominio. L'amministratore non instaura nessun rapporto con il condominio in quanto persona non giuridica, ma con i singoli condomini, che invece sono personalità...
Case e Mutui

Come comportarsi ad un'Assemblea Di Condominio

Nel presente tutorial enunciato nei passaggi successivi, vorrei aiutarvi a sapere come bisogna comportarsi ad un'assemblea di condominio. In effetti, non tutti i condomini sanno il modo e le maniere che si dovranno assumere nel corso di un incontro con...
Case e Mutui

Come cambiare amministratore di condominio

L'amministratore gestisce le criticità di un condominio. Risolve i problemi ed i disguidi per i beni comuni. Mitiga eventuali incomprensioni tra i condomini, trovando un accordo tra le parti. Non sempre però questa figura professionale svolge adeguatamente...
Case e Mutui

Come ricavare il codice fiscale di un condominio

In questa guida, quindi, vediamo come ricavare il codice fiscale di un condominio e se è possibile, la sua importanza e la validità. Ricordiamo che esso è un codice alfanumerico atto all' identificazione di un individuo ma, come in questo caso, anche...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.