Come rilevare e registrare i risconti attivi in partita doppia

Tramite: O2O 01/02/2021
Difficoltà: media
19

Introduzione

Per introdurre la guida è bene dare una definizione puntuale dell'argomento che viene trattato. I risconti attivi sono un'applicazione del principio di competenza economica, essi identificano costi già sostenuti ma di competenza di uno o più esercizi successivi (spese anticipate). La partita doppia è un metodo di scrittura contabile in cui figurano le operazioni aziendali simultaneamente in dare-avere; tra le voci che la compongono è necessario includere anche i risconti attivi. Attraverso questa guida potrete capire passo passo come rilevare e registrate i risconti attivi in partita doppia.

29

Definizione di risconto attivo

Come anticipato in precedenza, i risconti (attivi e passivi) identificano un costo o ricavo che hanno manifestazione finanziaria anticipata ma che, di fatto, devono essere imputati all'esercito successivo; per questo si parla di costi o ricavi "sospesi". Essendo il risconto attivo un'operazione economica che esplica i suoi effetti a cavallo tra due esercizi, è fondamentale tenere in considerazione l'elemento 'tempo' quando si redige la partita doppia. Sono esempi di costi che generano risconti attivi: i canoni di locazione, i premi di assicurazione e gli interessi passivi.

39

Descrizione del caso esempio

Per capire precisamente come gestire i risconti attivi in partita doppia partiamo da un esempio concreto. Supponiamo che in data 1 Ottobre 2010 Carlo abbia concesso un immobile in locazione semestrale a Mario. Il contratto stabilito tra i due prevede che il canone verrà pagato in maniera anticipata secondo un importo pari a 15.000,00?. I dati fondamentali che emergono dal testo e a cui prestare attenzione sono i seguenti: - Data: 1/10/2010 - Durata del contratto: 6 mesi - Pagamento anticipato - Canone: 15.000,00 ?.

Continua la lettura
49

Calcolo del risconto attivo

Dopo aver identificato le informazioni fondamentali, il calcolo numerico del risconto attivo risulta molto semplice. La quota di costo da rinviare ad esercizio futuro, è data dall'importo totale del canone (15.000,00 ?) diviso la durata del tempo contrattuale convertita in giorni (in questo caso 6 mesi = 180 giorni). Da questa operazione matematica si ottiene il costo giornaliero del canone (?/giorno). A questo punto, bisogna moltiplicare il costo giornaliero del canone per il numero di giorni dal 01/01 dell'anno successivo (2011) fino al termine del canone semestrale, quindi il 31/03/2011 (91 giorni). Le operazioni matematiche descritte a parole fino ad ora sono le seguenti:

15.000,00 / 180 (giorni totali di locazione) = 83,30 ? (Importo giornaliero del canone) 83,30 x 91 = 7.583,30 ? (Risconto attivo)
Quindi, l'importo di competenza del 2010 sarà di 7.416,70 ? (perché da 15.000 ? è necessario sottrarre 7.583,30 ? rinviati all'esercizio successivo).

59

Registrazione in partita doppia

Nei libri contabili dell'azienda dovranno essere riportate tutte queste operazioni al fine di ottenere il bilancio dei conti. La prima cosa da registrate in partita doppia è la scrittura del pagamento effettuato il primo ottobre 2010: Affitti passivi a banca C/C 15.000,00 ?.
Al 31/12/2010 è necessario rilevare il risconto attivo secondo la seguente scrittura:
Risconti attivi e affitti passivi: 7.583,30 ?.
È fondamentale specificare che in questo caso il risconto attivo comparirà nella sezione 'dare' perché è un costo anticipato per intero.

69

Scrittura contabile all'esercizio successivo

Una volta che l'esercizio in corso sarà concluso e si aprirà il successivo, nel caso dell'esempio il 1/01/2011, sarà necessario chiudere i risconti attivi e rilevare il relativo costo nell'esercizio di competenza. Per fare questo sarà necessario aggiornare la partita doppia eseguendo l'operazione contraria a quella fatta a chiusura del periodo precedente. Nella sezione dare dei risconti attivi si andrà quindi a riportarne il valore. Questa operazione permette di azzerare il valore dei risconti attivi e ottenere così nuovamente il bilancio dei conti.

79

Punti chiave del risconto attivo

Per riepilogare i risconti attivi sono operazioni di rettifica necessarie a rispettare il principio di competenza economica. Essi servono a stornare dai costi la quota di competenza degli anni successivi che al termine dell'anno sono allocati nell'attivo di stato patrimoniale. Inoltre, nei casi più particolari, questi possono essere pluriennali ovvero vanno a rettificare costi la cui competenza si distribuisce su più di due annualità.

89

Guarda il video

99

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Fate attenzione ad identificare tutti i dati rilevanti per il calcolo del risconto attivo
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Come registrare i conti in partita doppia

La partita doppia è un metodo di scrittura contabile che viene applicata al sistema del reddito. Essa riguarda la registrazione dei fatti di gestione simultaneamente in due gruppi di conti: numerari ed economici. Un conto di natura numerica si riferisce...
Aziende e Imprese

Come capire la partita doppia

I sistemi da adottare per la contabilità sono davvero infiniti, così come i metodi ai quali ricorrere. La partita doppia, ad esempio, viene impiegata per la registrazione dei movimenti aziendali: in questo caso, potrete controllare simultaneamente il...
Aziende e Imprese

Come annotare le retribuzioni in partita doppia

Se ti trovi in questa pagina significa che sei alle prese con un libro giornale ed una partita doppia, e sia che tu sia uno studente in cerca di aiuto e suggerimenti per capire il procedimento e prendere un bel voto a scuola, sia che tu sia alle prese...
Aziende e Imprese

Come rilevare un'attività commerciale

Mettersi in proprio rappresenta il sogno di tante persone, alle strette nelle vesti di lavoratori dipendenti. A tal fine, conveniente è rilevare un'attività commerciale già in auge. Tuttavia, quando all'interno di un'attività si procede al cambio...
Aziende e Imprese

Come rilevare una società

La maggior parte degli imprenditori che intendono avviare un'impresa, pensano di cominciare da zero per sviluppare le proprie trasformandole in business. Ma a partire da zero presenta alcuni svantaggi, tra cui la difficoltà di creare una fitta rete di...
Aziende e Imprese

Come verificare l'esistenza di una partita iva

La partita iva è rappresentata da una sequenza di 11 numeri, che identifica univocamente un soggetto o un'impresa che esercita un'attività rilevante dal punto di vista dell'imposizione fiscale indiretta. È molto importante verificare l'esistenza e...
Aziende e Imprese

Metodi di verifica della validità di una partita IVA

Come vedremo nel corso di questa guida, la partita Iva (rilasciata dall'agenzia dell'entrate), è una peculiare sequenza di numeri, ovvero un insieme di cifre, idonee ad identificare in modo univoco l'esercente di una certa attività (ad esempio un commercialista,...
Aziende e Imprese

Come aprire una partita IVA per giovani

Oggi per i giovani ci sono delle nuove opportunità per inserirsi nel modo del lavoro con una professione autonoma; infatti, per loro è stata istituita una Partita Iva specifica che gli consente di ottenere anche una serie di agevolazioni rispetto a...