Come rilevare e registrare i ratei attivi in partita doppia

Tramite: O2O 28/10/2016
Difficoltà: difficile
15

Introduzione

Ogni giorno abbiamo un costante flusso di denaro che entra ed esce dalle nostre tasche, tanto che la gestione il più delle volte risulta complicata. Diventa quindi necessario adottare un metodo sicuro ed efficace per svolgere al meglio il compito.
Riuscire a tenere sempre sott'occhio le entrate e le uscite, in alcune circostanze, non è mai facile. Ci sono, però, alcune discipline e alcune figure professionali che hanno come obiettivo quello di avere la consapevolezza e quello di semplificare tutti questi processi relativi all'economia. Chi studia ragioneria, ma non solo, ne sa qualcosa. Stiamo parlando, ovviamente, di contabilità. La contabilità permette, a chi è esperto, di riuscire a determinare la rilevanza economica. Può essere impiegata in qualsiasi tipologia di struttura, sia essa pubblica, sia privata. Vi sono vari meccanismi e definizioni che sottostanno a tale disciplina, come i ratei. In particolare, se stiamo parlando di ratei in partita doppia, potrebbero esserci alcuni problemi di comprensione rispetto alla procedura. Nei passi successivi verrà spiegato come rilevare e registrare i ratei attivi in partita doppia, evidenziando, nei minimi particolari, quali sono le determinanti principali che caratterizzano lo svolgimento corretto di tale processo. Mettiamoci quindi all'opera e vediamo come fare.

25

Il rateo riguarda la rilevazione nell'esercizio corrente di un ricavo che, però, sarà registrato solo in concomitanza dell'esercizio seguente. Un esempio di rateo si identifica con gli interessi su una determinata quota di denaro. Lo scopo di tutto ciò è quello di determinare quale è la relazione effettiva tra i costi ed i ricavi di una data attività.

35

Il rateo si definisce "attivo" poiché la somma non è stata ancora versata ed è in corso di esercizio. Per determinare effettivamente il rateo bisogna tenere bene in vista il quantum locativo (5.000,00 %u20AC) frazionato per il termine di decorrenza del contratto (che può essere della durata di un anno, ovvero, 365 giorni); in questo modo si ottiene la quota giornaliera del canone. Ora bisognerà moltiplicare la quota giornaliera per il tempo compreso tra l'inizio del contratto e il pagamento del canone. In questo modo si stabilirà l'importo del rateo.

Continua la lettura
45

Bisogna inoltre fare una distinzione fondamentale tra rateo attivo e rateo passivo. Se il primo sta ad indicare il ricavo, la cui manifestazione finanziaria avverrà il mese successivo, ma che è di competenza dell'esercizio in corso; il secondo fa riferimento al costo della propria attività finanziaria nell'esercizio seguente (un esempio calzante, in questo caso, viene dato dal pagamento della quota di affitto di un immobile).
Controllare le entrate e le uscite mensili è piuttosto importante per non sprecare inutilmente denaro e rischiare di trovarsi a fine mese senza i soldi necessari. Seguendo le indicazioni di questa guida riuscirete ad avere sotto controllo i vostri conti ed evitare così inutili sprechi. Non mi resta quindi che augurare buon lavoro e buona fortuna.
Alla prossima.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Come registrare in partita doppia

Il seguente tutorial ha l'obiettivo di spiegare in modo semplice e preciso come si deve procedere alla registrazione dei "fatti contabili" di un'impresa utilizzando il metodo della "partita doppia". Questo procedimento è quello maggiormente utilizzato...
Aziende e Imprese

Come registrare i conti in partita doppia

La partita doppia è un metodo di scrittura contabile che viene applicata al sistema del reddito. Essa riguarda la registrazione dei fatti di gestione simultaneamente in due gruppi di conti: numerari ed economici. Un conto di natura numerica si riferisce...
Aziende e Imprese

Come capire la partita doppia

I sistemi da adottare per la contabilità sono davvero infiniti, così come i metodi ai quali ricorrere. La partita doppia, ad esempio, viene impiegata per la registrazione dei movimenti aziendali: in questo caso, potrete controllare simultaneamente il...
Aziende e Imprese

Come annotare le retribuzioni in partita doppia

Se ti trovi in questa pagina significa che sei alle prese con un libro giornale ed una partita doppia, e sia che tu sia uno studente in cerca di aiuto e suggerimenti per capire il procedimento e prendere un bel voto a scuola, sia che tu sia alle prese...
Aziende e Imprese

Come rilevare un'attività commerciale

Mettersi in proprio rappresenta il sogno di tante persone, alle strette nelle vesti di lavoratori dipendenti. A tal fine, conveniente è rilevare un'attività commerciale già in auge. Tuttavia, quando all'interno di un'attività si procede al cambio...
Aziende e Imprese

Come rilevare una società

La maggior parte degli imprenditori che intendono avviare un'impresa, pensano di cominciare da zero per sviluppare le proprie trasformandole in business. Ma a partire da zero presenta alcuni svantaggi, tra cui la difficoltà di creare una fitta rete di...
Aziende e Imprese

Come verificare l'esistenza di una partita iva

La partita iva è rappresentata da una sequenza di 11 numeri, che identifica univocamente un soggetto o un'impresa che esercita un'attività rilevante dal punto di vista dell'imposizione fiscale indiretta. È molto importante verificare l'esistenza e...
Aziende e Imprese

Metodi di verifica della validità di una partita IVA

Come vedremo nel corso di questa guida, la partita Iva (rilasciata dall'agenzia dell'entrate), è una peculiare sequenza di numeri, ovvero un insieme di cifre, idonee ad identificare in modo univoco l'esercente di una certa attività (ad esempio un commercialista,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.