Come rifornire un negozio di scarpe

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
15

Introduzione

Le scarpe, secondo la definizione del dizionario, sono degli accessori che fanno parte del vestiario delle persone, ovvero un tipo di calzatura che ha il compito di proteggere il piede e rivestirlo. Il termine ha diverse origini etimologiche, per esempio dal francese "escarpin", zoccolo o dal verbo inglese "to scrape", ossia raschiare. Quindi il significato di scarpa è tagliente o acuto, indicando la parte finale, cioè la punta. Ognuno di noi ama questo articolo ed è giusto comprarne alcune paia utili che accompagnino ogni tipo di movimento e rendere, a livello estetico, il piede bello e curato. Chi, invece, vende le calzature ha il difficile compito di mantenere il proprio negozio in ordine e dare un servizio ottimale alla sua clientela. Ecco perché è importante sapere come rifornirlo nel modo giusto.

25

Occorrente

  • Pazienza e professionalità. Infine, un tocco di stile.
35

Il primo passo importante per rifornire un negozio di scarpe è quello di cercare di capire quale tipo di merce si vuole vendere ai propri clienti. Quindi bisognerà scegliere innanzitutto la tipologia, la qualità, le marche più richieste sul mercato, per determinati prodotti. Questo permetterà di gestire un target basso, medio o alto, a seconda delle esigenze richieste dalla clientela. Tutto ciò sarà un elemento influente per determinare il successo della vendita o il fallimento che porterà alla chiusura definitiva dell'attività.

45

Un altro aspetto interessante da valutare è il budget che si intende investire per rifornire il negozio, per ogni tipo di ordine che si intende effettuare. Come prima cosa, occorre contattare i fornitori, con i quali si intende avviare un rapporto di collaborazione. Come si fa? È semplice, si può per esempio partire dalla propria città andando alle fiere per avere i contatti che servono, oppure attraverso la rete, si possono cercare indirizzi mail, numeri di telefoni di aziende o magazzini, per informarsi sulle condizioni e la qualità del servizio. Dopodiché, si deve effettuare una fornitura "intelligente", rivolgendosi a più magazzini, per ricevere una vasta gamma di prodotti, di ogni marca diversa. Se la vendita risulta essere ottimale si consiglia di continuare a investire sui medesimi articoli per ottenere un buon riscontro e soddisfazione della propria clientela.

Continua la lettura
55

Infine, un ultimo passo importante da svolgere è l'amministrazione dei propri ordini, ovvero saper organizzare con pazienza e professionalità le proprie forniture. È fondamentale cercare di sviluppare un sistema in grado di monitorare i movimenti delle merci che sono presenti sul mercato, prendere informazioni sulla provenienza dei prodotti, in modo tale da evitare di vendere merci illegali. Prima di qualsiasi fornitura, però, occorre sapere quante scorte di articoli si hanno nel proprio magazzino e quali categorie eliminare e mettere in saldo, per evitare così di investire troppi soldi nel rifornimento del negozio.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Come diventare albergatore

L'albergatore generalmente è un imprenditore avente il compito di gestire un albergo. Tuttavia sarà suo interesse fornire al cliente un'unità abitativa arredata con adeguati servizi, dietro il pagamento di un corrispettivo più o meno alto, a seconda...
Aziende e Imprese

Come aprire una scuola di cucina

Negli ultimi tempi si è particolarmente diffusa la passione per l'arte culinaria, come è evidente dalla popolarità dei programmi televisivi sull'argomento e dalla sempre maggiore attenzione per una cucina buona e sana. Perciò, se amate particolarmente...
Aziende e Imprese

Come gestire distributori automatici

Nel caso in cui desiderate avviare e contemporaneamente gestire un'attività di distributori automatici, occorrerà sapere che non è assolutamente impossibile fare ciò, purché venga rispettato un determinato iter burocratico. Non bisognerà nemmeno...
Lavoro e Carriera

Come gestire bene un portafoglio clienti

In un mercato economico bisogna prestare attenzione a diversi fattori i quali consentono di sviluppare al meglio le proprie risorse. Chi fa economia aziendale sa che vi sono degli aspetti che è fondamentale curare e sopratutto non sottovalutare se si...
Aziende e Imprese

Come Produrre Uno Schema Per Un Problema Di Approvvigionamento Merci

Tutti coloro che lavorano in un'azienda con addetta anche la sezione vendita, si ritrova davanti al problema di approvvigionamento merci. Questa problematica è associata alla vendita e commercializzazione di merci che vanno dai magazzini ai negozi, il...
Finanza Personale

Opzioni binarie: le 5 cose da sapere prima di investire

Le piattaforme di trading online sono sempre più diffuse e tutto ciò ha permesso una rapida espansione di potenziali investitori. Fra i principali tipi di trading, figurano le cosiddette opzioni binarie, le quali rappresentano un valido metodo per entrare...
Aziende e Imprese

Le principali attività in un supermercato

Carissimi lettori, all'interno della guida che seguirà e si svilupperà nei passi successivi andremo a cercare di comprendere quali siano le principali attività interne in un supermercato.Svilupperemo questo tema in modo tale da rendere il complesso...
Aziende e Imprese

Come aprire un negozio di abbigliamento

Per avviare un negozio di abbigliamento occorre avere una particolare dimestichezza con il mondo degli degli affari. La scelta di aprire un negozio di abbigliamento implica uno spiccato interesse per il settore della moda. L'apertura di un negozio...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.