Come ridurre il rischio di inquilini morosi

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Nel nostro paese è in atto una profonda crisi economica, che sta causando grossi problemi un po' a tutti. Tra questi non fanno certo eccezione i proprietari di beni immobiliari, che giorno dopo giorno sono costretti ad affrontare la morosità dei propri inquilini. Infatti, se da un lato sono sempre più le persone che richiedono una casa in affitto, dall'altro è in costante aumento il rischio che queste non riescano a pagare il canone mensile, perché magari hanno perso il lavoro. Fortunatamente esistono delle strategie che il proprietario può adottare per ridurre al minimo il pericolo degli inquilini morosi. In questa guida vedremo come fare.

24

Nel caso il proprietario non si fosse garantito il canone mensile con Servizio Garanzia Affitto, può affrontare la morosità in modo diverso. Una delle cose che può fare, è quella di proporre all'inquilino moroso un costo dell'affitto più basso per un limitato periodo di tempo. Tutto ciò ottenendo in cambio un contratto con delle garanzie ben chiare contro la morosità. Così facendo il proprietario si metterà al riparo anche per il futuro, ossia quando il costo dell'affitto tornerà al valore originale.

34

Un ultimo consiglio è quello di badare sempre bene a chi si decide di affittare la propria casa, specialmente se si stipula un contratto abbastanza lungo negli anni. Accertatevi che queste persone non siano state degli inquilini morosi in passato, o se ad esempio abbiano un lavoro stabile e senza il rischio di perderlo da un giorno all'altro. Per fare ciò potete tranquillamente rivolgervi a delle società di investigazioni commerciali, che risolveranno ogni vostro dubbio. La soluzione migliore, e senza dubbio quella più sicura, che il proprietario può adottare per far fronte al problema della morosità, prevenendola, è il Servizio Garanzia Affitto. Questo consiste in una obbligazione bancaria e viene offerto al proprietario nel momento della stipulazione del contratto con l'inquilino. Il funzionamento è abbastanza semplice; se l'inquilino non paga i soldi dell'affitto, il proprietario può chiederli ed ottenerli dalla banca, la quale poi a sua volta li chiederà all'inquilino.

Continua la lettura
44

La banca in pratica fa da tramite e garantisce al proprietario, per tutta la durata del contratto, da 6 mesi fino ad 1 anno di affitto non pagato. I costi del servizio sono tutti a carico dell'inquilino che pagherà 40 euro per l'attivazione della pratica ed il 3% in più sull'importo dell'affitto annuale. Il proprietario però, con una mossa intelligente può sempre venire incontro all'inquilino, scalando questi costi direttamente dai soldi dell'affitto, in modo da invogliarlo ad accettare i termini del servizio.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Case e Mutui

Come ridurre la rata di un mutuo

Spesso si ricorre ad attivare un mutuo presso una banca oppure presso un'agenzia di prestiti per fare acquisti soprattutto onerosi che altrimenti non si riuscirebbero a pagare. Viene di solito concesso, un finanziamento con restituzione periodica delle...
Case e Mutui

Come ridurre i tempi di vendita nel settore immobiliare

È risaputo ormai che acquistare e vendere un appartamento è diventata un'impresa sempre più ardua, non solo per quanto riguarda il fattore economico. In Italia, infatti, i lunghi percorsi burocratici hanno penalizzato anche il mercato immobiliare,...
Case e Mutui

Come agire se un inquilino non paga le spese condominiali

I proprietari di un appartamento sanno bene che una spiacevole situazione in cui spesso si incorre è quella di avere a che fare con un inquilino che non paga le spese condominiali. Se siamo possessori di una casa, per evitare di incappare in questa circostanza,...
Case e Mutui

10 errori da non fare mai quando si affitta casa

Affittare una casa di proprietà non è affatto una cosa semplice. Infatti per riuscire ad affittare una casa, ed essere allo stesso tempo contenti e passare sonni tranquilli, occorre stare attenti a determinati aspetti. In primis, bisogno rispettare...
Case e Mutui

Le agevolazioni fiscali sugli immobili

A causa della forte crisi economica anche il settore dell'edilizia si è trovato in gravi difficoltà. Moltissime aziende sono state costrette a chiudere ed altre sono riuscite a stento a proseguire le loro attività gestendo costi e ricavi. Fortunatamente,...
Case e Mutui

Come acquistare casa in comproprietà

La casa è da sempre uno dei sogni di ogni cittadino, in passato il suo acquisto era agevolato dall'ampia scelta di lavoro e dalle tasse che non opprimevano le tasche delle persone. Oggi per comprarsi una casa, dobbiamo ricorrere a mutui a lungo termine,...
Case e Mutui

Come si dividono le spese tra inquilino e padrone di casa

Quando si decide di affittare una casa o di prenderne una in affitto è molto importante sapere che sia il proprietario, ovvero il locatore, sia l'inquilino, sono tenuti a rispettare determinati diritti e doveri, che riguardano non solo vincoli di tipo...
Case e Mutui

Come risparmiare sulle spese di condominio

Oggi le nostre città sono disseminate di palazzi e palazzine: questi edifici impongono a più nuclei familiari spazi e decisioni comuni. Proprio per questa ragione spesso interviene a gestire queste parti comuni un amministratore di condominio. Il suo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.