Come riclassificare il conto economico

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
15

Introduzione

Il conto economico, per rappresentare efficacemente il reddito d'esercizio ai fini dell'analisi di gestione aziendale, dev'essere strutturato e formalizzato in una specifica maniera; dev'essere riclassificato, per poter ottenere le informazioni aggiuntive sui ricavi e i costi di competenza dell'attività d'azienda. Vediamo come riclassificare il conto economico evidenziandone ogni passaggio.

25

Nel 1991 una direttiva UE impose l'uso di uno schema identico per tutti gli stati membri dell'EU

Si parte da quello tipico, a due colonne, dove a destra troveremo i ricavi e a sinistra le spese totali dell'esercizio, fu adottato sino al 1991, quando una direttiva UE impose l'uso di uno schema identico per tutti gli stati membri dell'UE. Esso non forniva informazioni utili e di sintesi relativi alla gestione aziendale, infatti non venivano evidenziate le varie aree relative alla produzione di ricavi e assorbimento dei costi, pur non essendo collegate a quella principale.

35

Lo schema di conto economico ha il compito di raggruppare i ricavi e costi in base alle aree gestionali

Lo schema di conto economico riclassificato ha il compito di raggruppare i ricavi e i costi in base alle aree gestionali, che sono la gestione caratteristica, che riguarda l'insieme delle operazioni di gestione che identificano la funzione economico-tecnica tipica di ciascuna impresa, si parlerà quindi di crediti commerciali, rimanenze di magazzino, impianti e macchinari. Quella finanziaria, che comprenderà le operazioni di reperimento delle varie forme di capitale necessario a finanziare l'attività aziendale; quella accessoria, costituita da tutte quelle operazioni svolte con una certa continuità come quelle immobiliari; infine, la gestione straordinaria, che riguarderà operazioni che avranno un carattere di eccezionalità e straordinarietà.

Continua la lettura
45

Ci sono due tipi di riclassificazioni quella fatturato e costo del venduto e quella produzione e valore aggiunto

Abbiamo due tipi di riclassificazioni fondamentali: quella "a fatturato e costo del venduto" e quella "a produzione e valore aggiunto". Il primo prospetto consente di raggruppare i componenti di reddito secondo pertinenza gestionale, evidenziando i vari e differenti risultati intermedi dell'esercizio. Nello schema avremo il risultato lordo industriale, ottenuto dalla differenza tra il fatturato e il costo del venduto, esso riguarderà la manifestazione del margine economico dell'attività industriale in senso proprio. La seconda riclassificazione invece ci indica l'attività produttiva complessiva, prescindendo da quanto è stato effettivamente venduto, qui avviene una stima del valore che l'impresa aggiunge al processo di trasformazione. Nello schema avremo la produzione totale, che racchiude il valore di tutto ciò che è stato prodotto nel corso del ciclo economico. Dopo abbiamo il valore aggiunto, che misurerà la quota di produzione imputabile al processo svolto internamente. Infine abbiamo il margine operativo lordo, che può essere interpretato o come differenza tra utili e spese monetarie.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Come Calcolare Il Ros

Il Return On Sales (ROS) rappresenta uno degli indicatori più adoperati nell'analisi di bilancio, insieme al Return On Equity (ROE) e al Return On Investment (ROI). Precisamente, il ROS si calcola facendo il rapporto tra il risultato operativo caratteristico...
Aziende e Imprese

Come Considerare, Valutare E Inserire In Bilancio Le Soppravvenienze Attive E Passive

Nell'ambito dell'economia aziendale, essere in grado di saper valutare ed inserisce in bilancio le sopravvivenze attive e passive, riveste un ruolo molto importante. Non a caso infatti all'università, al fine di conseguire una laurea in materia, lo studente...
Aziende e Imprese

Come calcolare il fatturato annuo

Anche nella pratica, il fatturato è una delle ragioni di classificazione delle aziende, per fasce (o per classi), spesso articolato nell'indice di fatturato per addetto, ed entrambi sono elementi essenziali della valutazione dell'azienda (anche ai...
Aziende e Imprese

Bilancio aziendale: le valutazioni fiscali di inizio esercizio

Avviare un'attività, perlomeno da un punto di vista fiscale, non rappresenta un compito gravoso. Una volta ottenuta una Partita IVA dall'Agenzia delle Entrate e determinato il regime contabile conforme alla tipologia di impresa prescelta, in via del...
Aziende e Imprese

Come Determinare I Principali Aggregati Economici Di Bilancio

Comunemente il bilancio, per fattori culturali, è visto come un aspetto amministrativo. Il fine della presente guida è di indicare le modalità di Determinare dei principali aggregati economici partendo dal volume d'affari fino ad arrivare all'utile...
Aziende e Imprese

Come aumentare i ricavi aziendali

In un periodo di crisi economica prolungata come quello che stiamo vivendo, è davvero difficile fare in modo che l'azienda abbia una stabilità finanziaria. Il problema fondamentale è che il mercato è saturo, dunque è complicato trovare dei clienti...
Aziende e Imprese

Come determinare l'equilibrio costi/ricavi di produzione

Conoscere la struttura dei costi aiuta non solo a formare il prezzo di vendita, ma anche a sapere se l’impresa, producendo a quel dato livello di costi, può ottenere un reddito positivo, e qual è la quantità di servizi che deve produrre e vendere...
Aziende e Imprese

Come funziona la leva operativa

La leva operativa, o operating leverage, in economia aziendale esprime la variazione del reddito in relazione alle vendite. Con poche o scarse nozioni specifiche nel campo, il concetto potrebbe apparire complesso ed ostico. In realtà, è abbastanza semplice....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.