Come richiedere un'assemblea straordinaria di condominio

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: difficile
15

Introduzione

Un'assemblea di condominio è un evento che si svolge regolarmente. Ha di solito cadenza mensile, sebbene le sue tempistiche siano a discrezione del condominio. Al suo interno si discute di pagamenti, ordine, regole e tutti gli altri temi di interesse comune. Gli argomenti vengono solitamente accumulati per creare discussioni nell'assemblea. Può però accadere che vi sia una problematica impellente, di particolare urgenza. In questo caso, servirà richiedere un'assemblea di condominio straordinaria. Nella seguente guida vedremo proprio come fare.

25

Raggiungere un accordo

La legge non stabilisce una frequenza esatta delle assemblee; prevede però che ci sia almeno una riunione all'anno. Questo termine minimo obbligatorio serve per discutere, con costanza, di spese e bisogni del condominio. È quindi a discrezione dell'amministratore condominiale stabilire espressamente quando tenerla. Naturalmente è ancor meglio se la tempistica viene decisa assieme ai condomini. Tutti insieme si potrà giungere ad un comune accordo per una cadenza di assemblea ragionevole. In ogni caso, nell'assemblea ordinaria, l'amministratore ha la libertà di decidere le questioni. Al contrario, i condomini non hanno la certezza che si parli dei temi che desiderano.

35

Presentare richiesta

Per richiedere un'assemblea straordinaria, bisogna raccogliere le domande da almeno un quinto dei condomini residenti. Nel raro caso in cui non vi sia un amministratore, è possibile convocare un'assemblea straordinaria praticamente sempre. Anche in presenza di amministratore, comunque, la richiesta dei condomini ha valenza effettiva. Dopo 10 giorni dalla richiesta, essi possono agire nel caso l'amministratore non abbia proferito parola. In questo caso, infatti, i condomini possono convocarsi da soli per l'assemblea straordinaria.

Continua la lettura
45

Attendere risposta

In alcuni condomini può accadere che la forma scritta non sia necessaria. Se questa è la decisione iniziale, infatti, anche la richiesta orale è sufficiente. Si sconsiglia però di adottare questo metodo. Sempre meglio adoperare una richiesta scritta, in modo che l'amministratore debba accettare ufficialmente. Fatto ciò, egli spedisce a tutti i condomini gli avvisi di convocazione all'assemblea straordinaria. Chiudiamo parlando degli argomenti da trattare in un'assemblea straordinaria. L'amministratore deve accettare le richieste proposte dai condomini. Si escludono naturalmente alcuni casi. Ad esempio, se i condomini hanno richiesto di parlare di argomenti illegali o fuori norma. Si escludono anche i casi in cui l'assemblea dei condomini non abbia alcuna competenza.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Case e Mutui

Come richiedere l'intervento dell'amministratore di condominio

Vivere in condominio non sempre risulta piacevole. Talvolta si riscontrano delle problematiche legate alla scarsa manutenzione, sia all'interno che all'esterno della struttura. In questi casi, non sempre le classiche riunioni condominiali sono sufficienti;...
Case e Mutui

Come annullare una delibera dell'assemblea condominiale

Molti di noi abitano in un appartamento di un condominio, con la relativa conseguenza di dover prendere delle decisioni insieme a tutti gli altri condomini. Il luogo e il contesto dove discutere e decidere dei problemi o necessità del condominio è all'assemblea...
Case e Mutui

Come dare la delega per partecipare al proprio posto all'assemblea condominiale

L'art. 66 delle Disposizioni per l'attuazione del Codice Civile stabilisce che l'assemblea deve essere convocata almeno una volta l'anno in via ordinaria, mentre in via straordinaria deve essere convocata ogni volta che sia necessario o qualora ne abbiano...
Case e Mutui

Come revocare l'amministratore di condominio

La maggior parte dell'ente persone nell'epoca moderna vive in un condominio. Nonostante questo fatto abbia anche dei notevoli vantaggi, c'è comunque bisogno di designare un amministratore di condominio che si occupi di tutti i problemi e della gestione...
Case e Mutui

Come invalidare un'assemblea condominiale

Tutti coloro che vivono all'interno di un condominio, sanno che l'assemblea condominiale rappresenta uno dei luoghi decisionali più importanti, perché è nel corso di queste riunioni che vengono assunte delle decisioni determinanti per la gestione del...
Case e Mutui

Come cambiare amministratore di condominio

L'amministratore gestisce le criticità di un condominio. Risolve i problemi ed i disguidi per i beni comuni. Mitiga eventuali incomprensioni tra i condomini, trovando un accordo tra le parti. Non sempre però questa figura professionale svolge adeguatamente...
Case e Mutui

Condominio: come comportarsi da buoni vicini

Vivere in un condominio, significa soprattutto stare bene con i propri vicini e stringere anche dei rapporti amichevoli. Tutto ciò evita poi discussioni talvolta futili, che si rivelano negative quando ci si riunisce in assemblea, per deliberare ad esempio...
Case e Mutui

Il nuovo regolamento di condominio

D'ora in poi i rapporti fra condomini saranno disciplinati dal nuovo regolamento di condominio. Le "modifiche alla disciplina del condominio negli edifici" entrano in vigore dal 18 giugno 2013 (la relativa Legge è stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.