Come richiedere l'indennità di TBC

Tramite: O2O
Difficoltà: difficile
17

Introduzione

La tubercolosi, spesso indicata con l’acronimo TBC, è una malattia infettiva ancora presente in Italia. Spesso si associa tale malattia al passato, ma non tutti sanno che in realtà la tubercolosi è ancora una delle prime cause di morte nel mondo, con oltre dieci milioni di nuovi casi all’anno. La tubercolosi, quindi, rappresenta ancora una malattia piuttosto grave e pericolosa (sebbene nel nostro paese è altamente curabile e tenuta sotto controllo), e necessita di cure specifiche. Proprio per questo l’INPS garantisce ai soggetti affetti da tale patologia, un assegno per superare il periodo delle cure, in cui il lavoratore non potrebbe lavorare e quindi percepire reddito. Le indennità antitubercolari, in particolare, rientrano tra le prestazioni a sostegno del reddito, pagate in favore di quei soggetti affetti dalla patologia della tubercolosi. Se un lavoratore dipendente contrae la malattia, infatti, può richiedere all’Istituto Previdenziale di essere sottoposto all'accertamento dei requisiti contributivi e sanitari, al fine di ottenere il riconoscimento dell’indennità per la copertura delle spese sostenute per le cure. L’INPS, dopo aver valutato il pare della commissione medica, decide se approvare o meno la richiesta, ma in genere già al verificarsi del rischio l’Istituto, dietro presentazione di apposita documentazione sanitaria, tende a concedere la prestazione. Vediamo insieme, nel dettaglio, cosa prevede la normativa e come richiedere all’INPS l'indennità di TBC.

27

Occorrente

  • Certificato medico di malattia specifica, rilasciato dalla ASL;
  • Pin INPS dispositivo;
37

Verificare i requisiti

Il requisito principale richiesto dall’Istituto di Previdenza per poter erogare l’indennità antitubercolare è relativo alla contribuzione versata dal lavoratore. In particolare, è richiesta la presenza di almeno 52 contributi settimanali nell’arco della vita lavorativa (ovvero un anno intero di contribuzione effettuva). In seguito, l’INPS procederà all’accertamento sanitario, che dovrà essere sostenuto dal richiedente presso il Centro Medico Legale della struttura INPS competente per territorio in base alla propria residenza.

47

Richiedere l'indennità

Durante tutto il periodo delle cure, al cittadino spetta un importo pari all'intera retribuzione, che decorre dal giorno dell’accertamento della contrazione della patologia , anche se questa era stata inizialmente certificata come patologia diversa e sia poi risultata, a seguito di ulteriori accertamenti, come patologia tubercolare. L’importo di tale indennità dura per tutto il periodo delle cure, ma si riduce a partire dal centottantunesimo giorno, nella misura fissa stabilita annualmente con decreto ministeriale. Tale diritto, comunque, cessa in caso di abbandono volontario delle cure senza un giustificato motivo.

Continua la lettura
57

Richiedere l'assegno

Oltre all’assegno di cure giornaliero, l’Istituto eroga anche un Assegno di Cura e Sostentamento (individuato con l’acronimo ACS), in caso di riduzione della capacità lavorativa da parte del lavoratore, superiore al 50%. L'accertamento avviene con la medesima procedura dell’indennità giornaliera, ovvero presso il Centro Medico Legale della struttura INPS competente per territorio. Tale assegno viene erogato al lavoratore per un periodo di 2 anni e può essere rinnovato, per la medesima durata, finché permangono i requisiti sanitari. Inoltre, se il soggetto affetto dalla patologia percepisce l’indennità anche per un solo giorno nel mese di dicembre, ha diritto anche all’assegno natalizio.

67

Presentare la domanda

La domanda per il riconoscimento dell’indennità dovrà essere inoltrata all’Istituto Previdenziale esclusivamente attraverso una procedura telematica. Per la compilazione si potranno scegliere due strade: tramite un Ente di Patronato, il quale, dopo aver verificato i documenti necessari, ci assisterà gratuitamente durante tutta la pratica; tramite il proprio Pin INPS personale, in maniera autonoma. Se scegliamo di inviare da soli la domanda, dovremo collegarci al sito www.inps.it, e dopo aver eseguito l’accesso con il codice fiscale ed il pin dispositivo, potremo recarci nella sezione delle prestazioni a “Sostegno del Reddito”. Il sistema ci chiederà solo di confermare i nostri dati ed al termine di confermare la richiesta prima dell’invio. In questo caso dovremo gestire autonomamente anche l’invio all’INPS dei certificati relativi alle cure sostenute.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se durante il periodo delle cure la capacità lavorativa si riduce, valutate la possibilità di presentare anche la richiesta di Assegno Ordinario di Invalidità;
  • Recatevi da un Patronato che vi assisterà gratuitamente nella verifica dei requisiti e nella compilazione delle domande;
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Richieste e Moduli

Come richiedere l'anticipazione indennità di disoccupazione

La anticipazione dell'indennità di disoccupazione è un diritto del lavoratore, che sia stato licenziato, di richiedere all'Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale la corresponsione anticipata della somma spettante al fine di favorire il disoccupato...
Richieste e Moduli

Come fare una richiesta indennità per ritardo del treno

Sarà sicuramente capitato anche a voi di avere, vostro malgrado, dei contrattempi durante l'arco della giornata, magari causati da un ritardo imprevisto del treno. Per nostra fortuna, da qualche anno è possibile inoltrare direttamente a Trenitalia una...
Richieste e Moduli

Indennità malattia INPS: come fare domanda

Il diritto all'indennità di malattia spetta a determinate categorie di lavoratori dipendenti con contratto a tempo indeterminato o determinato e decorre a partire dal quarto giorno di malattia fino alla data che coincide con il termine della prognosi.I...
Richieste e Moduli

Come richiedere un visto per l'Australia

Oggi per entrare in Australia non è molto semplice specie se non si conoscono le modalità per ottenere il visto. Prima di partire infatti è necessario richiederlo, specificando se si tratta di un semplice periodo di vacanza o per motivi di lavoro....
Richieste e Moduli

Come richiedere i benefici della maternità

Le donne in dolce attesa possono usufruire di un'indennità economica messa a disposizione dall'INPS. Questi benefici riguardano le lavoratrici che devono assentarsi dal lavoro a causa della gravidanza. La legge che disciplina i congedi e permessi di...
Richieste e Moduli

Come richiedere il risarcimento per danno biologico

Molto spesso si discute sul c. D risarcimento per danno biologico, una particolare indennità che viene rilasciata in seguito ad incidenti stradali o in generale danni fisici, provocati da cadute e lesioni più o meno gravi. Nel corso di questo tutorial...
Richieste e Moduli

Come richiedere copia di un atto notarile online

Spesso siamo alla ricerca di documenti e copie di atti notarili per portare avanti delle pratiche edilizie o per presentarne nuove istanze. Districassi nei meandri della burocrazia non è piacevole e richiedere certi documenti diventa un'impresa. Ma non...
Richieste e Moduli

Come richiedere la visura camerale alla Camera di Commercio

La visura camerale è un documento informativo redatto dalla Camera di Commercio per qualsiasi impresa italiana, sia essa individuale, collettiva o una società di capitali. La visura camerale non è un vero e proprio certificato, ma presenta comunque...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.