come richiedere le detrazioni per l'affitto di casa

Tramite: O2O 06/03/2017
Difficoltà: media
16

Introduzione

L'Italia viene vista come il Paese dei mammoni, in cui non ci si allontana nè dalla propria città e dalle abitudini, ma neanche dalla casa dei genitori. Un altro epiteto spesso attribuito alla nostra Nazione riguarda il mercato nero, non solo del lavoro, ma anche degli affitti delle case. Per ovviare a entrambe le problematiche sono state emanate delle Leggi Finanziarie che applicano dei provvedimenti atti a fornire aiuti, sotto forma di detrazioni, per coloro che stipulano dei contratti di locazione. Nei seguenti passaggi vi daremo dei consigli su come richiedere le detrazioni per l'affitto di casa.

26

Occorrente

  • Contratto regolare d'affitto
36

Per combattere la piaga degli affitti eccessivamente onerosi e in nero, ma anche per incentivare molti giovani a rendersi autonomi, sono state riconosciute, a diverse categorie di inquilini, alcune agevolazioni di natura economica, inerenti le spese sostenute per l'affitto della casa. Il primo passo per ottenere un'eventuale detrazione, da richiedere tramite compilazione del modulo 730, è che il contratto di locazione sia regolarmente registrato: in questo caso vi spetta un riduzione che varia in base al vostro reddito annuo, ossia di 300 euro se avete un guadagno inferiore a circa 15000 ? e di 150 ? se il vostro reddito va dai 15 ai 30 mila ? circa. Se invece non rientrate in una di queste due fasce di reddito non avrete diritto ad alcuna detrazione per l'affitto di casa.

46

Se avete un'età compresa tra 20 e 30 anni, la detrazione può arrivare a quasi 1000 ? (sempre se il vostro reddito risulti inferiore a 15000 ?), a patto che la casa sia diversa dall'abitazione dei genitori. Sempre per i più giovani, ed esattamente per gli studenti universitari iscritti a un'università sita in un comune diverso da quello di residenza, distante almeno 100 km, è prevista una detrazione del 19 %, calcolabile su un importo di poco inferiore a 30000 ?. Avrete diritto a delle agevolazioni anche se, per motivi di lavoro, siete costretti a trasferirvi nel comune dove lavorate o in uno ad esso limitrofo, distante però almeno 100 km dal luogo dove risiedete e comunque al di fuori della propria regione.

Continua la lettura
56

Per ottenere dette agevolazioni, consistenti in una detrazione di quasi 1000 ?, se il vostro reddito annuo è inferiore ai 15000 ? e di 500 ? o se avete un reddito che non supera i 30 mila euro, dovrete ottemperare a due condizioni: una è quella di stipulare un contratto di lavoro dipendente, l'altra è che la residenza nel nuovo comune sia stata trasferita da non più di tre anni dalla richiesta della detrazione che, a sua volta, varrà solo per i primi tre anni nella nuova residenza. Infine, l'ultima agevolazione riguarda gli intestatari di Contratti convenzionali, ossia contratti locazione stipulata sulla base di accordi tra associazioni locali dei proprietari e quelle degli inquilini.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Case e Mutui

5 buoni motivi per scegliere un affitto transitorio

Quando si cambia casa o si decide di andare a vivere per conto proprio, uno dei problemi principali che possono incorrere è quello di scegliere il tipo di affitto. Bisogna capire infatti quanto tempo si decide di rimanere in un determinato posto, o anche...
Case e Mutui

Come recedere da un contratto di affitto

Nel momento in cui si stipula un contratto d’affitto tra il proprietario dell’immobile, cioè il locatore, e l’inquilino, cioè il conduttore, si fissa la durata del contratto.Essa è stabilita per legge e varia in relazione al tipo di contratto,...
Case e Mutui

Come acquistare casa con l'affitto con riscatto

Al giorno d'oggi acquistare una casa risulta abbastanza complicato, poiché molte famiglie non hanno la liquidità necessaria oppure non intendono privarsi di una somma di denaro contante. A tale proposito vanno molto in voga delle soluzioni alternative...
Case e Mutui

Come rinnovare un contratto di affitto

Al giorno d'oggi sono davvero tantissime le persone che non hanno una casa di proprietà e decidono di prendere una casa in affitto. Questa soluzione infatti risulta essere di gran lunga più comoda ed economica per coloro i quali non possono permettersi...
Case e Mutui

Come registrare un contratto d'affitto

Se possedete una casa o un locale e ad un certo punto decidete di affittarla ad una famiglia, ad un gruppo di studenti universitari oppure ad alcuni turisti in vacanza, dovrete prima regolarizzare il tutto facendo registrare il contratto presso un qualsiasi...
Case e Mutui

Come disdire un contratto di affitto senza preavviso

Il contratto di affitto, altresì conosciuto come contratto di locazione, è un accordo scritto tra il proprietario dell'immobile ed un altro soggetto, ovvero l'inquilino, per un determinato periodo di tempo. La sottoscrizione di questo accordo rappresenta...
Case e Mutui

Come ricercare un appartamento in affitto a Milano

In questo articolo vorrei spiegarvi come ricercare un appartamento in affitto a Milano. Generalmente affittare una casa a Milano non è una cosa particolarmente difficile. Bisogna però tenere conto di alcuni aspetti molto importanti come ad esempio il...
Case e Mutui

Affitto a riscatto per acquistare casa: come funziona

La crisi che viviamo nel nostro secolo, purtroppo si percepisce in ogni settore, sopratutto in quello immobiliare. I mutui o i prestiti agevolati concessi dalle banche ai privati cittadini sono sempre meno e, molto spesso, è quasi impossibile ottenerli,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.