Come richiedere l'ammortamento di assegni bancari e circolari

Tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Viene definito "ammortamento di un titolo di credito", ossia assegni bancari o circolari, la particolare procedura secondo la quale un titolo di credito smarrito, oggetto di furto oppure andato distrutto, viene privato della sua validità nei confronti di terze persone. In questo modo, si ha la sicurezza che l'assegno verrà pagato solamente al legittimo titolare. Vediamo in questa guida come richiedere l'ammortamento dei assegni bancari e circolari.

28

Non appena ci si accorge dell'avvenuto smarrimento, distruzione o furto del suddetto titolo di credito, è necessario inoltrare formale denuncia all'istituto bancario che ha emesso l'assegno. In un secondo momento, al fine di ottenerne l'incasso, il possessore deve procedere alla richiesta di ammortamento presso il Presidente del Tribunale del luogo in cui il titolo viene pagato, oppure nel luogo di residenza di colui che ha inoltrato la richiesta.

38

La suddetta richiesta, che diviene un provvedimento giudiziale, è definito "ammortamento di assegno bancario o circolare". Una volta ottenuto tale provvedimento, l'assegno, bancario o circolare, perderà ogni effetto, a meno che venga presentata una richiesta di opposizione. È utile tenere presente che, se la perdita riguarda un assegno bancario, circolare o vaglia bancario con la clausola non trasferibile o sbarrato, non si potrà richiedere la procedura di ammortamento, ma seguire l'iter di denuncia di perdita o furto agli organi competenti ed avvisare l'istituto di credito che ha emesso il titolo.

Continua la lettura
48

L'azione appena descritta può essere inoltrata a chi di dovere in modo autonomo, oppure avvalendosi dell'assistenza di un avvocato. Per presentare la richiesta di ammortamento dell'assegno bancario o circolare, si dovrà presentare la relativa documentazione, ovvero il "modulo ammortamento assegni", a titolo di ricorso al Presidente del Tribunale, il versamento di un contributo unificato pari a 85 euro, una marca da bollo e la denuncia presentata dall'istituto che ha emesso l'assegno alla Autorità di Polizia o ai Carabinieri.

58

Completa il tutto firma e data a fondo modulo, siglando la casella che conferma la presenza in allegato all'istanza la copia della denuncia fatta presso gli organi competenti. Inoltre, è richiesta la compilazione del modulo di versamento del contributo unificato con i dati anagrafici o eventualmente con quelli di chi ha fatto il versamento.

68

Dopo aver completato la compilazione di tutti i documenti necessari, dovranno essere presentati alla Cancelleria del Tribunale in cui risiede il possessore, oppure presso quella dove l'assegno è pagabile. È consigliabile, prima di presentare l'istanza, fare una copia di tutti i documenti e delle ricevute di versamento.

78

Il provvedimento inoltrato potrebbe essere impugnato; pertanto, tenendo presente che la richiesta dovrebbe venir evasa in un arco di tempo che varia da 15 a 30 giorni, se non si dovesse ricevere nessuna comunicazione relativa una eventuale opposizione entro tale termine, si consiglia di richiedere presso l'Ufficio di Ruolo Generale, il certificato di "non opposizione", senza il quale non si potrà pretendere l'incasso del titolo di credito.

88

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Banche e Conti Correnti

Come verificare la validità di un assegno circolare

Quante volte lo abbiamo sentito ripetere dalle autorità: attenti alle truffe! Ed in effetti la prudenza in questi casi non è mai troppa. Soprattutto quando di parla di denaro. Nel caso degli assegni circolari, poi, non basta sapere che questi di solito,...
Banche e Conti Correnti

Come richiedere e ottenere una carta prepagata Paypal

Stai pensando di prendere una carta prepagata PayPal ma non sai come richiederla? Il procedimento da seguire è semplice e intuitivo. Le cose necessarie sono poche e alla portata di tutti. Attraverso la lettura di questa guida potrai scoprire come fare...
Banche e Conti Correnti

Come cambiare un assegno non trasferibile

Un metodo utilizzato per poter pagare grosse somme di denaro, senza alcuna carta di credito, è sicuramente l'assegno. Questo sistema di pagamento è un foglio rilasciato dalla banca dove si ha il proprio conto corrente, e da qui vengono ritirati i soldi...
Banche e Conti Correnti

Come richiedere la carta Paypal

All'interno di questa guida, andremo a vedere nel dettaglio come poter richiedere la carta Paypal. Avere una carta Paypal, in questo determinato periodo storico dove le transazioni via web stanno crescendo a dismisura, è sicuramente una grande possibilità,...
Banche e Conti Correnti

Come trasferire un conto corrente postale

Tutti quanti abbiamo la necessita' di aprire un conto corrente dove depositare i nostri soldi. Ci sono moltissimi servizi ed istituti preposti a questo, e molti scelgono il conto corrente postale. Anche se molti decidono successivamente di chiuderlo per...
Banche e Conti Correnti

Come verificare se un assegno è coperto

L' assegno è uno strumento di pagamento utilizzato con molta frequenza, al giorno d'oggi altri canali, come il bonifico online, oppure le carte prepagate, sembrano aver preso il sopravvento. Ad ogni modo, diverse persone continuano ad utilizzare gli...
Banche e Conti Correnti

Come compilare un assegno postale

Se avete aperto un conto corrente presso un ufficio postale ed ottenuto il libretto degli assegni ma avete dei dubbi in merito alla compilazione, vi conviene leggere i passi successivi della presente guida in cui ci sono degli utili suggerimenti. La procedura...
Banche e Conti Correnti

Come richiedere una visura CRIF

È sempre più frequente vedersi negato l'accesso al credito con la motivazione "problemi di CRIF". Ma come accertarsi che le informazioni relative ai nostri singoli rapporti di credito contenute nei sistemi di informazione creditizia gestiti da CRIF,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.