Come richiedere l'indennità di disoccupazione Mini-ASpI

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Con la legge Fornero ci sono state moltissime novità nel mondo del lavoro, sia sulla regolamentazione, sia sulla possibilità di chiedere molti ammortizzatori sociali. Tra tutti questi è stata introdotta una sorta di Assicurazione sociale per l'impiego, chiamata Mini-Aspi. Questo tipo di ammortizzatore sociale è riservato a tutti coloro che hanno perso l'impiego a partire dal 1 gennaio 2013 e che sono alla ricerca di un nuovo lavoro, e si applica sia per licenziamenti involontari sia per quelli avvenuti per giusta causa o giustificativo motivo.
In questa guida troverete tutte le informazioni, i requisiti soggettivi ed oggettivi su come richiedere l'indennità di disoccupazione Mini-Aspi.

24

Cos'è la Mini-Aspi

L'introduzione della Mini-Aspi è avvenuta per sostituire la vecchia indennità di disoccupazione, dal 1 gennaio 2013, e spetta a coloro che abbiano perso il lavoro dal 2012 in poi. Questa Mini-Aspi viene erogata con cadenza mensile per un numero di settimane che corrispondono alla metà delle settimane effettive di contribuzione erogate nel precedente lavoro.
Tra i requisiti però sono sempre indispensabili il licenziamento involontario (ad esempio per esubero di personale), oppure le dimissioni per giusta causa.
Se ad esempio il rapporto di lavoro è durato 36 settimane, verranno elargite dall'INPS 18 settimane di Mini-Aspi.

34

Requisiti oggettivi per avere la Mini-Aspi

Per ottenere la Mini-Aspi, bisogna avere alcuni requisiti fondamentali, ossia l'aver lavorato nella stessa azienda per almeno tredici settimane. L'importo della prestazione che viene elargito è il 75% della media degli importi corrisposti negli ultimi 12 mesi. È importante sapere anche che l'importo verrà corrisposto solo nel caso in cui si sia effettivamente attivi verso una ricerca di lavoro o di un corso professionalizzante. In assenza di questo la Mini-Aspi non verrà erogata oppure se venissero a mancare, verrebbe sospesa.

Continua la lettura
44

Come richiedere la Mini-Aspi

Per poter richiedere la Mini-Aspi sarà necessario innanzitutto avere un account INPS, che si può richiedere direttamente dal sito internet dell'INPS, che provvederà ad inviare alla residenza il PIN che sarà utilizzato sia per monitorare la casella contributiva, sia per fare tutte le richieste, tra cui questa Mini-Aspi di disoccupazione.
Al momento della cessazione del rapporto di lavoro sarà necessario collegarsi al sito INPS entro 60 giorni ed effettuare la richiesta. Se questa non verrà fatta entro 2 mesi, allora non ci saranno altre vie per ottenerla. Dal momento della richiesta in poi, sarà l'INPS a prendere in mano la pratica ed iniziare la corresponsione della somma.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Previdenza e Pensioni

ASPI: come presentare domanda all'INPS

La disoccupazione è purtroppo un problema estremamente diffuso nel nostro Paese. Grazie alla previdenza sociale è però possibile avere un aiuto in caso di disoccupazione involontaria. Dal 2013 l'INPS può concedere l'ASPI, ovvero il nuovo sussidio...
Previdenza e Pensioni

Come richiedere l'assegno di disoccupazione con requisiti ridotti

L'assegno di disoccupazione con requisiti ridotti è un'indennità rivolto ai lavoratori che hanno cessato il rapporto di lavoro e che non soddisfano i requisiti per beneficiare dell'indennità ordinaria di disoccupazione. L’indennità di disoccupazione...
Previdenza e Pensioni

Come richiedere la disoccupazione per i Co.co.co

Per l'indennità di disoccupazione spettante ai lavoratori che sono stati assunti con un contratto di collaborazione coordinata e continuativa, esistono delle nuove normative in vigore dal primo maggio del 2015 che consentono di richiedere l'assegno...
Previdenza e Pensioni

Come richiedere la disoccupazione agricola

La disoccupazione agricola è un'indennità, riconosciuta dall'Inps, che spetta ai lavoratori agricoli a tempo determinato regolarmente iscritti negli elenchi nominativi degli operai agricoli che, per un motivo specifico, perdono il lavoro. Dopo la recente...
Previdenza e Pensioni

Come richiedere l'assegno di disoccupazione ordinaria

L'assegno di disoccupazione ordinaria è una somma di denaro destinata a tutti coloro che, non per la propria volontà, hanno perso il lavoro. Questo avviene ad esempio per un licenziamento per esuberi o per altre cause non imputabili al lavoratore. Tra...
Previdenza e Pensioni

Sussidio di disoccupazione per precari: 5 cose da sapere

Con i tempi che corrono, trovare un lavoro stabile e gratificante, non è di certo facile. I giovani di oggi, si ritrovano spesso a lavorare saltuariamente, con contratti a tempo determinato, occasionali e con lavori totalmente da precari. I precari però...
Previdenza e Pensioni

Sussidio di disoccupazione co.co.pro.: come richiederlo

Dal 1 maggio 2015 è entrata in vigore una nuova forma di indennità, prorogata dalla Legge di Stabilità 2016, che rende possibile la richiesta dell'assegno di disoccupazione anche per i lavoratori co. Co. Pro., ovvero titolari di un contratto a progetto,...
Previdenza e Pensioni

Disoccupazione Co.Co.Pro.: i requisiti per ottenerla

Una delle più importanti novità introdotte nel 2015 riguarda la disoccupazione a favore dei lavoratori co. Co. Pro. I titolari di un contratto a progetto che abbiano perduto la propria occupazione, dapprima esclusi da tale tipo di sussidio, a decorrere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.