Come richiedere l'assegno per nucleo familiare

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

In questa guida, passo dopo passo, fornirò tutte le indicazioni utili su come richiedere l'assegno per nucleo familiare. Questo tipo di assegno viene sostenuto dallo stato a favore di tutti i lavoratori dipendenti e pensionati che abbiano una famiglia a carico. È comunque necessario avere tutte le informazioni del caso per sapere se si ha diritto a questo tipo di assegno.

26

Occorrente

  • Modello ANF/DIP
36

Capire se ci spetta

Il primo passo è capire se spetta tale assegno. Il nucleo familiare risulta essere composto colui che lo richiede, quindi dal coniuge, da tutti i figli sia legittimi che illegittimi che al momento non abbiano compiuto il diciottesimo anno di età, oppure da maggiorenni che non siano abili, in questo caso senza alcun limite di età. Il principale requisito è che il richiedente non deve essere sposato. Si deve tenere presente inoltre che fanno parte del nucleo familiare anche i fratelli, le sorelle e i nipoti del richiedente qualora siano orfani. L'assegno del nucleo familiare viene calcolato in base al numero effettivo dei componenti ed inoltre in base al loro reddito complessivo.

46

Presentare richiesta

Presentare la domanda per la richiesta dell'assegno direttamente al proprio datore di lavoro, sia privato che pubblico.
Va detto che il modello da usare è il cosiddetto ANF/DIP che può essere scaricato direttamente dal sito ufficiale dell'INPS. Questo tipo di domanda deve essere anche inoltrata all'INPS presso gli uffici che se ne occupano direttamente. Compilare tale tipo di richiesta in ogni sua parte prima di presentarla al datore di lavoro e all'INPS. La domanda viene accettata nei normali tempi previsti. Il pagamento dell'assegno familiare avviene il primo giorno utile della paga nel mese successivo alla presentazione ed accettazione della domanda.

Continua la lettura
56

Pagamento con busta paga

Il pagamento viene effettuato dal datore di lavoro direttamente in busta paga, per conto dell'INPS. Leggendo la busta paga stessa, sarà possibile leggere l'apposita voce con il relativo importo. Da rilevare poi che il pagamento viene effettuato direttamente dall'INPS se il lavoratore è iscritto alla gestione separata o è un collaboratore domestico o è dipendente di una azienda cessata o fallita. In questo caso si dovrà anche specificare l'IBAN del conto corrente per avere il bonifico in tempi certi. Con il passare del tempo, il nucleo familiare può variare o modificare. Entro e non oltre trenta giorni dall'avvenuta variazione, andrà presentata una nuova domanda al datore di lavoro e successivamente all'INPS. Ricordarsi di prendere tutte le informazioni su questi assegni, anche se l'importo non è alto, di certo aiutano in tempi di crisi le famiglie numerose.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Devi compilare in ogni suo punto il modello
  • Dichiara in tempo tutte le variazioni al nucleo familiare
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Richieste e Moduli

Come richiedere gli assegni familiari in caso di separazione

L’assegno al nucleo familiare è una forma di sostegno economico corrisposto dall'INPS per le famiglie dei lavoratori dipendenti. L'importo dell'assegno familiare è definito ogni anno da determinate tabelle valide dal primo luglio di ogni anno, fino...
Richieste e Moduli

Come richiedere un visto per ricongiungimento familiare

I lavoratori stranieri che operano in Italia possono richiedere il visto d’ingresso per il ricongiungimento familiare sia a tempo determinato che indeterminato purché siano regolari. Il visto va rilasciato presso l’Ambasciata Italiana del paese...
Richieste e Moduli

Come richiedere gli arretrati degli assegni familiari

Gli assegni familiari vengono assegnati solo quando il reddito familiare non supera determinati limiti e spettano ad alcune categorie specifiche. L'assegno familiare può essere incluso direttamente nella busta paga dal datore di lavoro, altrimenti può...
Richieste e Moduli

Assegni familiari: 5 cose da sapere

Gli assegni familiari sono un incentivo dell'INPS a favore di famiglie di particolari categorie di lavoratori. Se il reddito di tale lavoratore va sotto una certa soglia prevista per Legge, l'INPS è pronta a firmare tale assegno. Negli ultimi tempi si...
Richieste e Moduli

Come versare l'assegno di mantenimento

La pratica di divorzio è un fenomeno sempre più in continuo aumento. È sempre maggiore infatti il numero delle coppie che non andando più d'accordo e vivendo una situazione insopportabile di convivenza, decidono di mettere fine a livello legale del...
Richieste e Moduli

Come chiedere l'assegno di accompagnamento per invalidità civile

L’assegno di accompagnamento per invalidità civile è una indennità economica, erogata a domanda dall'Inps, a favore dei soggetti con menomazioni. Una commissione verificherà che il soggetto non possa camminare nè svolgere le azioni quotidiane senza...
Richieste e Moduli

Come cambiare stato di famiglia

Lo Stato di Famiglia è un documento che attesta quali sono i componenti di un determinato nucleo familiare che abitano nello stesso luogo e hanno la stessa residenza. Se un soggetto della famiglia va a vivere fuori casa allora deve cambiare il suo stato....
Richieste e Moduli

Consigli per la corretta richiesta degli assegni familiari

Gli assegni familiari vengono generalmente richiesti dal capofamiglia, costituiscono una sorta di incremento del proprio stipendio in relazione al numero di figli che si possiedono, e a determinati requisiti. Un supporto che può rivelarsi molto utile...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.