Come richiedere il versamento di contributi volontari

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La crisi economica che da diversi anni attanaglia l'Italia e non solo, e della quale a malapena si intravvede un debole miglioramento, ha grandemente incrementato il numero di coloro che decidono di ricorrere ai contributi volontari per ottenere la pensione, oppure per incrementarla.
In pratica, si tratta del "pagamento" diretto della propria pensione, o del diritto a riscuoterla; e in certi casi è praticamente l'unica possibilità per ottenerla: difatti, arrivare all'età pensionistica senza aver maturato tutti i requisiti necessari equivarrebbe altrimenti a buttare all'aria un'intera vita di versamenti. Vediamo dunque in questa guida come richiedere il versamento dei contributi volontari.

26

È possibile richiedere la prosecuzione del versamento dei contributi rivolgendosi all'INPS, alla quale occorrerà dimostrare di possedere i requisiti per la domanda. Essa può essere concessa quando si verifichi una sospensione dal lavoro, anche per periodi di breve durata, o una interruzione del rapporto di lavoro che rispetti le norme di legge e disposizioni contrattuali successive al 31 dicembre 1996. Altri casi contemplati sono l'integrazione per i lavoratori part-time e per quelli del settore agricolo; per questi ultimi per la precisione se la contribuzione effettiva risulta minore di 270 giorni complessivi durante l'anno. Infine, la richiesta di versamenti volontari può essere fatta anche dai lavoratori iscritti alla gestione separata, che riguarda molti precari.

36

Per poter richiedere questa contribuzione volontaria occorre dimostrare di aver versato almeno 3 anni di contributi nei 5 anni precedenti alla data della richiesta, oppure 60 contributi mensili, ovvero 5 anni, anche non consecutivi, nell'arco dell'intera vita. Soltanto nel caso che tali condizioni siano valide la richiesta che invierete all'INPS avrà esito positivo.

Continua la lettura
46

La domanda di autorizzazione alla prosecuzione volontaria può essere rivolta all'INPS esclusivamente per via telematica, o direttamente o attraverso un ente di patronato che fornisce la propria assistenza gratuitamente. Nel primo caso si può usare il portale dell'INPS o il loro Contact Center Multimediale, nel secondo la richiesta sarà inoltrata per via telematica dal patronato cui vi sarete rivolti.

56

Quando e se la domanda verrà accettata, sarà l'INPS stesso a definire l'importo che dovrete versare. Per coltivatori diretti e lavoratori dipendenti sarà su base settimanale, mentre per lavoratori autonomi sarà su base mensile. Nel caso in cui la richiesta venga respinta, invece, potrete inviare ricorso all'ente entro novanta giorni dal verdetto.
I pagamenti potranno essere effettuati con bollettini MAV oppure per via telematica sul sito dell'INPS (modalità prevista solo per carte di credito).

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Come procedere alla revoca della delega per i contributi sindacali

L'articolo 26 dello Statuto dei lavoratori prevede la possibilità per i sindacati di raccogliere contributi volontari da parte dei lavoratori, e ciò avviene generalmente tramite una trattenuta dalla stessa busta paga, perché il lavoratore delega il...
Finanza Personale

Come ricongiungere contributi Inps e Inpdap

Quando si lavora soprattutto all'inizio della carriera, lontano è il pensiero della pensione e quindi anche se cambiate spesso lavoro, non vi fermate a pensare se i contributi sono versati sempre nello stesso ente o no, poi con il passare degli anni...
Finanza Personale

Come compilare una distinta di versamento

Fare acquisti o pagare alcuni beni con assegni o distinte di versamento sono operazioni piuttosto comuni ma che non tutti sanno come si eseguono. Per chi non è esperto in materia, alcune procedure collegate alle attività quotidiane possono essere più...
Finanza Personale

Come Fare In Caso Di Versamento Su Un Numero Di Conto Corrente Sbagliato

Tutti i giorni, in tutte le poste d'Italia, avvengono migliaia di transazioni bancarie da un conto corrente all'altro. Ci sarà capitato, almeno una volta nella vita, di dover effettuare un versamento su uno specifico conto corrente del quale avevamo...
Finanza Personale

Come compilare la distinta di versamento sul conto Bancoposta o sul libretto di risparmio

Per poter effettuare un versamento sul conto BancoPosta oppure sul Libretto di Risparmio Postale bisogna compilare una distinta. Questa operazione si può fare effettuando un deposito in contanti oppure accreditando uno o più assegni postali e bancari....
Finanza Personale

Come compilare il modulo di versamento bancario

All'interno di questa guida, andremo a occuparci di mobili bancari. Nello specifica caso, come abbiamo potuto comprendere attraverso la lettura del titolo della stessa, ci concentreremo su Come compilare il modulo di versamento bancario. Qualora voi non...
Finanza Personale

Come stampare il modulo distinta di versamento su c/c o libretto postale

Quante volte vi sarà capito di perdere il vostro turno agli uffici postali solamente perché vi serviva del tempo per compilare una distinta? Non vorreste anche voi evitare di perdere tempo in fila alle poste e avere sempre a portata di mano il modulo...
Finanza Personale

Come Procedere al versamento annuale dell'imposta sulle locazioni

La burocrazia è un atto in cui noi cittadini ci sottoponiamo a pagamenti e procedure in determinati periodi dell'anno, in questa piccola guida cercheremo di comprendere come procedere al versamento annuale dell'imposta sulle locazioni. Sappiamo che avere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.