Come richiedere il rimborso dei buoni lavoro inutilizzati

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Il D. L. 92/2012 ha sancito la riforma del mercato del lavoro disciplinando le prestazioni lavorative di tipo accessorio ed istituendo come mezzo di pagamento di alcune funzioni i cosiddetti buoni lavoro. Con questa riforma viene conferito all'INPS la funzione di concessionario dei voucher. Nella seguente guida, passo dopo passo, vi spiegheremo il funzionamento di questo sistema e vi forniremo delle informazioni su come richiedere il rimborso dei buoni lavoro inutilizzati.

24

Acquistare i buoni

I buoni lavoro hanno un valore nominale di 10 euro, sono disponibili anche voucher multipli di 20 o 50 euro; questi ultimi però non sono divisibili. Essi hanno una validità di 24 mesi e la scadenza è stata decisa a partire dal 1 gennaio 2012. I buoni si possono comprare presso le sedi dell'INPS, i rivenditori autorizzati, gli sportelli bancari abilitati, gli uffici postali e telematicamente accedendo al sito ufficiale Inps. In questo sito si trova la sezione Online/Portale dei pagamenti alla quale bisogna accedere per poter avviare l'iter d'acquisto. Successivamente bisogna entrare nella sezione Lavoro accessorio per poter completare il procedimento.

34

Compilare il modulo per il rimborso

Se restano dei voucher inutilizzati si può richiedere il loro rimborso. La procedura non è complessa, ma deve essere avviata soltanto presso le sedi INPS. Bisogna compilare il modello SC52 che si scarica dal portale INPS. In questo modulo vanno indicati i dati anagrafici, il codice fiscale o la partiva IVA, la qualifica, la quantità di buoni di cui si chiede l'indennizzo, il numero identificativo di ogni voucher, la data di versamento o di emissione, gli estremi dell'eventuale bollettino di pagamento, l'importo totale dei buoni lavoro, gli estremi di pagamento in caso di acquisto telematico, il versamento online o il bollettino postale. Per completare la documentazione occorre specificare il motivo del mancato utilizzo ed il metodo di risarcimento.

Continua la lettura
44

Indicare gli estremi bancari

Se si sceglie l'accredito bancario o postale è indispensabile comunicare il codice IBAN, gli estremi di un documento di riconoscimento valido ed apporre la data e la firma. La domanda di richiesta del rimborso va depositata presso la sede INPS in cui sono stati acquistati i buoni lavoro; essi devono essere ben conservati e non compilati. L'addetto a questa operazione consegna una ricevuta; poi dopo che ha effettuato i dovuti controlli, avvia la procedura di rimborso che avviene mediante bonifico in genere dopo pochi giorni.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Lavoro occasionale: come funziona

Ormai da parecchio tempo, la crisi economica ha decimato notevolmente le opportunità di riuscire a trovare un'attività lavorativa stabile. Di conseguenza, anche un lavoro occasionale potrebbe costituire uno spiraglio di luce insperato. Il mestiere occasionale...
Aziende e Imprese

Lavoro: come pagare le piccole collaborazioni con i voucher

Con la legge 92/2012, il Governo ha voluto riformare il mercato del lavoro, modificando la regolamentazione delle prestazione del lavoro occasionale. Con questa riforma ha inoltre confermato all'INPS il ruolo di concessionario del servizio stesso. Oggi...
Lavoro e Carriera

Come utilizzare i voucher per lavori brevi

I lavori cosiddetti brevi sono quelli che hanno la durata di un trimestre, un bimestre, un mese, una settimana, un week-end oppure una sola giornata: se siete dei committenti per categorie quali studenti universitari di età inferiore ai 25 anni, lavoratori...
Previdenza e Pensioni

Pensioni: come si versano i contributi volontari

I lavoratori che hanno cessato o interrotto un'attività lavorativa, mediante il versamento dei contributi volontari, possono perfezionare i requisiti necessari per il raggiungimento della pensione o incrementare l'importo della stessa. È questa una...
Richieste e Moduli

Voucher baby sitter Inps: come richiederli

I voucher baby sitter sono dei modelli di pagamento alternativo riconosciuto dalle legge numero 92/2012 per dare modo, da una parte alle madri che hanno terminato il congedo di maternità ad ottenere assistenza per i propri figli, dall'altra che le operatrici...
Finanza Personale

Come chiedere il rimborso a Groupon

Groupon risulta essere un portale Internet di grande successo che è in grado di proporre giornalmente sconti sia su prodotti che su servizi; le maggiori occasioni riguardano i centri benessere, i ristoranti e i pacchetti vacanze. Essendo molto vantaggiose,...
Finanza Personale

Consigli per calcolo del rimborso Irpef sulle spese di ristrutturazione

Le spese per le ristrutturazioni edilizie possono essere portate in detrazione dal valore reddituale su cui viene calcolato l'Irpef (imposta sul reddito persone fisiche). Un’agevolazione introdotta nel 1997 e che in seguito ha ricevuto varie modifiche,...
Richieste e Moduli

Voucher baby sitter: come attivare la procedura telematica

Come vedremo nel corso di questa guida, le recenti riforme legislative hanno introdotto delle novità positive per quanto riguarda i c. D voucher baby sitter, dei voucher del valore di 10 euro cadauno, che consentono di avere delle grandi agevolazioni...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.