Come richiedere il duplicato del certificato di proprietà dell'auto

Tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Il certificato di proprietà delle auto è un documento obbligatorio che viene rilasciato dal Pubblico Registro Automobilistico (PRA) ed indica tutte le caratteristiche del veicolo. È obbligatorio per legge e deve essere sempre presente sull'automobile durante la guida. Riporta la targa, il numero di telaio, i cavalli e tutto ciò che riguarda l'automobile.
In questa guida vi daremo alcuni suggerimenti su come richiedere un duplicato del certificato di proprietà dell'auto in caso di smarrimento. Buona lettura.

25

Come procedere dopo lo smarrimento

Nel caso venga smarrito il certificato di proprietà oppure se questo vi è stato rubato, è importante fare regolare denuncia di furto o smarrimento, per poter procedere alla richiesta di un duplicato. Senza una copia della denuncia non sarà possibile procedere alla richiesta del duplicato. Nel caso il vostro certificato sia solamente deteriorato, allora dovrete restituire quello vecchio, unitamente a tutti i documenti, per averne uno nuovo.

35

Come effettuare la richiesta

Per cominciare la procedura di richiesta, dovrete innanzitutto collegarvi al sito ufficiale dell'ACI; dalla home page dovrete poi scaricare il modello NP3B, che deve essere compilato in ogni sua parte. Questa operazione non richiede moltissimo tempo e può essere fatta comodamente da casa. Dopo aver compilato il modulo dovrete recarvi di persona presso uno degli uffici ACI. Per trovare quello più vicino a voi potrete consultare l'apposita sezione sul sito ACI. Ricordate, una volta che vi recherete all'ufficio ACI, i seguenti documenti: la copia originale della denuncia che vi sarà stata rilasciata dalle autorità, oppure il certificato deteriorato in caso di usura, il vostro documento di identità valido, ed il modello appena scaricato e compilato in ogni sua parte.
Nel caso in cui i titolari dell'auto siano più di uno, è necessario che il modello sia compilato e sottoscritto da tutti.

Continua la lettura
45

Costi ed oneri amministrativi

Per richiedere il certificato di proprietà dell'auto bisognerà sempre pagare un contributo amministrativo di 7,44 euro, ai quali dovrete aggiungere l'imposta di bollo per 43,86 euro. Nel caso in cui il duplicato venga richiesto per deterioramento dovrete aggiungere alla documentazione il bollettino attestante il pagamento del bollo. Per pagare tale imposta dovrete recarvi presso un ufficio postale o un tabaccaio ed effettuare il pagamento. Dopo aver presentato tutta la documentazione necessaria vi verrà rilasciato il duplicato del vostro certificato di proprietà.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Richieste e Moduli

Come richiedere il duplicato della patente

Eccoci qui per cercare di capire per bene, come e cosa fare per poter richiedere il duplicato della propria patente.Cercheremo di realizzare il tutto attraverso delle procedure davvero molto semplici e veloci. Possiamo proprio iniziare con il dire che...
Richieste e Moduli

Come richiedere il certificato di conformità

Il certificato di conformità è quell'insieme di documenti che garantiscono la libera circolazione delle autovetture all'interno della Comunità Europea. Potrete richiederlo per qualsiasi automobile che non sia troppo vecchia o fabbricata per il mercato...
Richieste e Moduli

Come richiedere un duplicato del pin della Postepay

La Postepay è una carta che molti usano per fare acquisti online e quindi effettuare i dovuti pagamenti. Ogni volta che si usa, anche nel momento del prelievo presso gli sportelli di Poste Italiane, è richiesto l'inserimento del PIN, ovvero del codice...
Richieste e Moduli

Come richiedere il certificato di abitabilità

Se devi acquistare la tua prima casa e magari vuoi richiedere un mutuo oppure stai ristrutturando casa perché vuoi venderla uno dei documenti obbligatori da avere è il Certificato di abitabilità. Ottenerlo non è difficile ma i tempi non sono brevissimi,...
Richieste e Moduli

Come richiedere un duplicato della tessera sanitaria

Da diversi anni ormai, la tessera sanitaria cartacea è stata sostituita con un tesserino plastificato che oltre a contenere il numero della tessera e il codice fiscale è anche sottoposta a validità temporale. Con tale tessera il cittadino può usufruire...
Richieste e Moduli

Come richiedere il certificato di residenza

Il certificato di residenza è un documento attestante la residenza in un determinato comune. Viene rilasciato dall'ufficio anagrafe del comune cui si risiede. Il certificato di residenza ha una validità di sei mesi a partire dalla data di emissione....
Richieste e Moduli

Come richiedere un certificato penale

Ognuno di noi almeno un volta nella propria vita ha avuto a che fare con la giustizia, o comunque con avvocati e leggi. Qualcuno ha avuto la sfortuna di commettere qualche piccolo reato e venire punito per questo, qualcun altro invece ha avuto la fortuna...
Richieste e Moduli

Come richiedere il certificato dei carichi pendenti

Diverse persone confondono il certificato per carichi pendenti con il certificato del "Casellario giudiziale". Quest'ultimo viene utilizzato per attestare l'eventuale presenza di condanne passate in giudicato; quello per carichi pendenti, invece, fa riferimento...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.