Come richiedere ed ottenere l'autorizzazione paesaggistica

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
16

Introduzione

Cominciamo con lo specificare cos'è l'autorizzazione paesaggistica. Essa è un iter burocratico obbligatorio che bisogna seguire, per poter effettuare un intervento edilizio in una determinata zona che ha un vincolo paesaggistico-ambientale. L'autorizzazione paesaggista è regolata dall'articolo 164 del codice civile che decreta che i proprietari o i titolati di un determinato immobile o di territori di interesse paesaggistico, protetti dalla legge, non possono rovinare, variare ed attuare nessuna modifica, ai suddetti beni, tale da poter arrecare danno al paesaggio oggetto alla salvaguardia. Nel caso si decida di intervenire su un bene immobile soggetto a tutela paesaggistica, si è obbligati presentare e richiedere all'ente di competenza, generalmente il comune dove è ubicato il bene, i disegni delle opere che si voglio eseguire, per far accertare la loro compatibilità con il paesaggio circostante ed ottenere l'autorizzazione paesaggistica. Se cercate ulteriori informazioni su come richiedere l'autorizzazione paesaggistica non vi rimane che seguire gli utili consigli di questa guida.

26

Qualunque persona, società o ente proprietario di un bene immobile, terreno o aree situate in una zona soggetta a vincolo paesaggistico, su cui si vuole realizzare costruzioni di vario genere, dovrà presentare una richiesta finalizzata ad ottenere l'autorizzazione paesaggistica senza la quale non sarà possibile attuare l'edificazione. Di solito, la domanda ha la necessità di essere depositata presso il Dipartimento Programmazione ed Attuazione Urbanistica del Comune di competenza. Rammenta di non iniziare nessun lavoro sul possedimento, prima di aver ricevuto il consenso da parte del Comune, altrimenti potrai andare incontro a procedimenti penali.

36

Dovrai compilare un modulo predisposto, in duplice copia di cui una in carta semplice ed una con marca da bollo da 16,00 euro, ritirandolo presso il tuo Comune oppure scaricandolo dal rispettivo sito, indicando i tuo dati anagrafici, il tuo codice fiscale o partita IVA. Nel caso tu sia una persona giuridica, i dati identificativi del bene immobile o del terreno specificando il foglio e la particella catastale. Precisa che tipo di opera vuoi realizzare facendo riferimento ad una documentazione tecnica, che dovrai allegare, indicando i dati del professionista che l'ha redatta. Firma la richiesta ed allega un atto che certifichi il tuo titolo di possesso, la concessione edilizia ed il permesso a costruire se già esiste un edificio, un recente certificato catastale, il nulla osta dell'Ente Parco se il tuo podere risulta classificato in una zona considerata parco, il progetto in sei copie, un resoconto tecnico in quattro copie, la relazione paesaggistica che individui l'ubicazione del bene, i suoi confini e il nome degli eventuali vicini ed una documentazione fotografica. Ti ricordo che dovrai presentare personalmente l'interpellanza oppure delegare una persona di tua fiducia.

Continua la lettura
46

Devi sapere che esistono due tipi di autorizzazione paesaggistica, quella denominata ordinaria e quella definita semplificata. Dovrai richiedere la prima, compilando una apposita istanza ed allegando gli stessi documenti sopra indicati, se sei intenzionato ad apportare variazione ad un fabbricato già esistente come un incremento di volume che non dovrà superare il 10% della volumetria, l'apertura di finestre o porte, rifacimenti di intonaci, attuazione di balconi o terrazze e quant'altro, oppure se devi effettuare interventi di demolizione, di ricostruzione, di copertura, di abbattimento delle barriere architettoniche, di istallazione di impianti termo-sanitari per uso privato e molto altro ancora.

56

Una volta che avrai presentato la richiesta di autorizzazione paesaggistica ordinaria, l'ente comunale dovrà, entro 40 giorni dalla data del ricevimento, inviarla alla Sovraintendenza che avrà il compito di verificare la correttezza della richiesta e di analizzare tutta la tua documentazione. Entro un periodo massimo di 45 giorni dovrà esprimere il suo parere, positivo o negativo, sul rilascio del permesso. Se il parere dovesse risultare contrario, riceverai una comunicazione scritta dal tuo Comune. La relazione del Sovraintendente, se favorevole, passa quindi all'amministrazione comunale che, entro 20 giorni dal ricevimento, dovrà rilasciarti il nulla osta.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per avere la sicurezza di non commettere errori nella presentazione della documentazione ti suggerisco di rivolgerti ad un professionista del settore quale un ingegnere o un architetto

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Richieste e Moduli

Videosorveglianza sui luoghi di lavoro: come richiedere l'autorizzazione

Le vigenti normative in merito alla privacy sono applicabili praticamente in tutti i settori da quello della telefonia, al diritto di immagine sul web, così come per chi intende posizionare delle telecamere per la videosorveglianza nei luoghi di lavoro....
Richieste e Moduli

5 regole per scrivere un'autorizzazione formale

Quelle di autorizzazione sono lettere che consentono o meglio, autorizzano qualcuno a intraprendere azioni a nostro nome. I contenuti e le motivazioni che ci spingono a scrivere un'autorizzazione formale, possono essere correlati a diversi argomenti e...
Richieste e Moduli

Come ottenere l'autorizzazione a vendere i beni di eredità accettati con beneficio di inventario

Nel caso in cui un erede abbia accettato con beneficio d'inventario un'eredità e voglia procedere alla vendita o ad atti d'amministrazione straordinaria dei beni, ha l'obbligo, entro e non oltre cinque giorni dall'accettazione della successione, di chiederne...
Richieste e Moduli

Come scrivere un'autorizzazione formale

Chi ha la necessità di delegare una seconda persona per il compimento di una più azioni, in quanto impossibilitato per numerose ragioni a svolgere le azioni in maniera autonoma, deve effettuare una comunicazione scritta. Deve dunque compilare un'autorizzazione...
Richieste e Moduli

Come chiedere l'autorizzazione per organizzare una manifestazione

Chi possiede un'associazione di qualsiasi genere, saprà certamente che a volte, per far sentire la propria voce e far valere i propri diritti, è necessario organizzare una manifestazione consona ai propri ideali, ma farlo non è assolutamente semplice...
Richieste e Moduli

Come richiedere il trasporto della salma

In questa guida daremo alcune informazioni utili su come richiedere il trasporto della salma. Per richiedere il trasporto della salma dal luogo del decesso a quello della tumulazione, uno dei parenti più prossimi del defunto, il coniuge oppure l'incaricato...
Richieste e Moduli

Come richiedere la licenza per vendita al dettaglio

Aprire un'attività di vendita al dettaglio può dare molte soddisfazioni. Sono sempre di più infatti le persone che scelgono di aprire un esercizio commerciale. L'imprenditoria attira chi vuole creare qualcosa di proprio. Il Decreto Bersani del 1998...
Richieste e Moduli

Come richiedere gli ausili per i disabili

In questo articolo vogliamo aiutare tutti i nostri amici che hanno parenti o amici disabili, a capire proprio, nello specifico, come e cosa poter fare a richiedere gli ausili, che sono adatti per i disabili. I disabili sono persone come noi, che si trovano...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.