Come ricevere un pagamento su Postepay

Tramite: O2O 07/10/2016
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Come ricevere un pagamento su Postepay

La carta Postepay, la cui popolarità sta dilagando sul territorio italiano, è utilizzata in modo specifico come mezzo di pagamento sul web. C'è da dire però che in molti ne ignorano i vantaggi, i costi e le opportunità che offre. Essa è utilizzabile in qualsiasi negozio che accetta le carte Visa. Se volete sapere come ricevere un pagamento su Postepay, non vi resta che continuare a leggere i vari passaggi che compongono la seguente guida.

26

Occorrente

  • Una propria carta Postepay
36

Come prima cosa è necessario ottenere la carta Postepay: per farlo vi basterà farne richiesta ad un qualsiasi sportello di un ufficio postale italiano. La carta è disponibile anche ai minori di diciotto anni, attraverso il consenso di un tutore. Dopo aver compilato un modulo dove dovrete inserire i vostri dati personali, potrete finalmente utilizzarla. La carta ha scadenza quinquennale e ad essa è abbinato un codice composto da sedici cifre che la riconosce automaticamente. Questo codice, stampato sulla stessa Postepay, sarà fondamentale per ricevere un qualsiasi pagamento. Dovrete infatti comunicarlo al vostro debitore che potrà comportarsi in due modi, per versare al suo interno la cifra stabilita.

46

Recatevi successivamente presso le Poste e da lì ricaricate la vostra Postepay (pagando un euro per la commissione), versando la cifra e comunicando gli estremi della carta; l'accredito verrà visualizzato e reso disponibile immediatamente. Come altra soluzione, più rapida ed economica, nel caso in cui siate in possesso di una carta, potrà girare la somma di denaro dalla sua Postepay alla vostra, via internet attraverso il sito delle Poste. Attualmente non è possibile ricaricare carte altrui nei negozi SISAL in quanto, oltre alla carta e alla somma da versare, sarà richiesta la tessera sanitaria con lo scopo di attestare la proprietà di essa.

Continua la lettura
56

In tutto questo il ricevente non dovrà fare nulla e non dovrà affrontare alcun tipo di spesa; la commissione è sempre onere esclusivo di chi fa il versamento. Per verificare infine l'avvenuta ricezione del pagamento, dovrete collegarvi al sito delle Poste italiane, andare nella vostra pagina utente alla sezione Postepay e, cliccando sugli 'ultimi movimenti' relativi alla carta, potrete visualizzare se il pagamento è effettivamente avvenuto. Non appena i soldi risulteranno accreditati, saranno già a vostra disposizione; per averli concretamente in mano, basterà andare a ritirarli alle Poste attraverso la commissione di un euro.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Non appena i soldi risulteranno accreditati, saranno già a vostra disposizione; per averli concretamente in mano, basterà andare a ritirarli alle Poste attraverso la commissione di un euro.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Come richiedere i crediti di lavoro all'INPS

I crediti di lavoro rappresentano quelle retribuzioni che vengono maturate dal lavoratore nel corso di anni o mesi, per essere riscattati in un secondo momento. È sempre bene preservare il proprio diritto a ricevere le retribuzioni spettanti richiedendo...
Lavoro e Carriera

Come si calcolano gli interessi sul TFR

Il TFR (Trattamento di Fine Rapporto) non è altro che la somma di denaro corrisposta al dipendente nel momento in cui termina il suo contratto di lavoro. Questa buonuscita è dovuta al lavoratore qualunque sia la causa della cessazione del rapporto lavorativo:...
Lavoro e Carriera

Cosa fare se il datore di lavoro non paga

Può accadere di avere dei seri problemi con il proprio datore di lavoro. I problemi con cui si può venire in contatto sono veramente tanti e possono succedere ogni giorno, in particolar modo in questo periodo di profonda crisi economica. Nello specifico,...
Lavoro e Carriera

Come compilare il modello F24 semplificato

Il modello F24 semplificato, introdotto il 1 Giugno 2012, è uno strumento volto ad agevolare i contribuenti per il pagamento delle imposte regionali e degli Enti Locali, compreso il pagamento dell' Imu. Si tratta di un modello semplice. Composto da una...
Lavoro e Carriera

Come richiedere il congedo parentale

Il congedo parentale consiste nel diritto spettante sia alla madre e sia al padre, di godere di un periodo di dieci mesi di astensione dal lavoro, da ripartire tra i due genitori e, da fruire nei primi dodici anni di vita del bambino. C'è da dire che...
Lavoro e Carriera

Detrazioni per familiari a carico

I contribuenti con familiari a carico godono di alcuni benefici di natura fiscale al momento dell'annuale dichiarazione dei redditi. Chiunque abbia un reddito inferiore ai 2.840,51 euro è considerato a carico dei familiari. Generalmente, le persone a...
Lavoro e Carriera

Cosa fare in caso di infortunio sul lavoro

La normativa attualmente vigente in tema di diritto del lavoro prevede alcune importanti previsioni nel caso in cui un lavoratore subisca un infortunio durante le ore lavorative dando la possibilità a quest'ultimo di ricevere un risarcimento adeguato...
Lavoro e Carriera

Come richiedere l'esenzione del canone RAI over 75 anni

Tutti i contribuenti sono al corrente che, qualora nella propria abitazione vi sia un apparecchio televisivo, saranno tenuti al pagamento del canone RAI. Questa imposta, frequentemente definita come la tassa più odiata dagli italiani, è stata recentemente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.