Come ricaricare la postepay dalle ricevitorie sisal

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Quante volte vi è capitato di dover ricaricare la vostra carta Postepay presso uno sportello postale e di aver rinunciato per via delle lunghe file? Sappiate che esistono anche altre possibilità per poter ricaricare la vostra carta. A tal proposito, nei passi di questa guida, vi spiegherò come ricaricare la vostra Postepay direttamente dalle ricevitorie Sisal.

26

Occorrente

  • Carta Postepay
  • Codice fiscale
  • Denaro
36

Attivare la carta Postepay

Innanzitutto, la prima cosa da fare è quella di possedere una carta prepagata Postepay, che potrete richiedere facilmente in un qualsiasi sportello Poste Italiane. Una volta attivata la carta, per poterla ricaricare, dovrete semplicemente recarvi presso un qualsiasi punto Sisal e chiedere di poter ricaricare la carta. Il tutto avverrà con estrema facilità e soprattutto rapidità. Per poter effettuare la ricarica, dovrete comunicare al gestore il numero a 16 cifre presente sulla carta. Essendo la carta nominale, vi verrà richiesto di mostrare anche il vostro codice fiscale.

46

Ritirare la ricevuta di avvenuto pagamento

In questo caso, dovrete prestare molta attenzione a fornire al ricevitore soltanto i 16 numeri presenti sulla parte frontale della carta, e non quelli presenti sul retro. Le ultime tre cifre presenti sul retro, infatti, rappresentano un codice di protezione per gli acquisti online. Il gestore provvederà dunque a inserire nel terminale il numero della vostra carta, il vostro codice fiscale e l'importo che intenderete ricaricare. Al termine dell'operazione, vi verrà rilasciato uno scontrino in cui vedrete indicato il numero della vostra carta, l'importo versato, la data e l'ora dell'operazione: tutte informazioni fondamentali che vi permetteranno di controllare l'inserimento corretto dei dati. Successivamente, dovrete semplicemente ritirare la ricevuta come conferma di avvenuto pagamento. Il servizio, a questo punto, risulterà terminato.

Continua la lettura
56

Pagare l'importo per la commissione

Tuttavia, ricordate che per la commissione le ricevitorie applicano un importo di 2 euro, mentre presso gli sportelli postali tale importo è pari a 1 euro. Gli importi ricaricabili, invece, vanno da un minimo di 1 euro (con commissione), fino a un massimo di 1.000 euro, senza commissione. Il servizio di ricarica è disponibile tutti i giorni, ovviamente con orari di apertura e chiusura secondo le ricevitorie. Tenete, però, presente che molte ricevitorie hanno un tetto massimo settimanale ricaricabile e, di conseguenza, vi potrebbe capitare di dover effettuare una ricarica a fine settimana che il ricevitore, però, potrebbe non effettuare proprio perché ha raggiunto il tetto massimo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Come ricaricare la postepay

Sei uno shopper attento e curioso, navighi spesso online a caccia di affari e di offerte vantaggiose, conosci alla perfezione ogni negozio sul Web ma non puoi portare a termine il pagamento perché non hai più saldo disponibile nella tua postepay? In...
Finanza Personale

Come ricaricare una qualsiasi Postepay dal menù del cellulare

Se avete proprio urgenza di ricaricare la vostra Postepay ma la pigrizia che vi contraddistingue vi incolla al divano, o addirittura avete dimenticato di ricaricare la Postepay dei vosti figli, niente paura: Poste Italiane vi permette di ricaricare la...
Finanza Personale

Come ricaricare online la postepay con addebito su conto bancoposta

Postepay è la carta prepagata offerta da Poste Italiane e si attesta come una soluzione davvero pratica, perfetta per chi non ama avere troppi vincoli. Qualche vantaggio degno di nota? È un'ottima alternativa ai contanti per le proprie spese quotidiane...
Finanza Personale

Come ricaricare una carta Postepay

Effettuare una ricarica alla carta PostePay può sembrare un'esperienza complicata da eseguire. Sopratutto se si tratta di poste e banche, non si sa mai cosa sia la cosa giusta da fare. In realtà non è affatto un processo complicato, anzi, è a prova...
Finanza Personale

Come ricaricare la PostePay con BancoPosta online

Dopo l'avvento di Internet, gli acquisti e le vendite online sono decollati al punto tale da costituire una fetta importante del mercato in tutti i settori. I metodi di pagamento sono molto diversi tra loro. Si va dal Paypal al Western Union, dall'accredito...
Finanza Personale

Come ricaricare la Postepay tramite il Bancopostaclick

La posta consente di aprire dei conti correnti a costi praticamente irrisori, come il bancoposta click. Si tratta di un conto corrente che ha un costo di 12 euro annuali e che consente di controllare i propri movimenti, sia in entrata che in uscita, ovunque...
Finanza Personale

Come compilare il modulo per ricaricare la postepay

La carta Postepay è una vera e propria carta di credito, infatti vi si possono effettuare pagamenti in negozi o supermercati che accettino carte facenti parte del circuito Visa. Per averla non è necessario avere un conto corrente bancario o postale...
Finanza Personale

Come effettuare una ricarica Postepay

La Postepay è una carta di pagamento che si ricarica; essa è rilasciata dalle Poste Italiane a chi ne fa richiesta. È utilizzata sia per lo shopping online che nei negozi che accettano carte di credito del circuito Visa. A ciascuna Postepay è associato...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.